LAZIO ROMA DIRE STRAITS – I DSL Dire Straits Legacy si esibiranno in un concerto allo stadio Olimpico di Roma prima del derby tra Lazio e Roma in programma il 26 settembre prossimo. Il concerto, voluto dal club biancoceleste strizzando l’occhio agli show americani e per facilitare la gestione dei flussi d’entrata allo stadio, è stato annunciato oggi in occasione del lancio dell’iniziativa legata a Compassion ed Esercito della Salvezza, che mira a sensibilizzare i tifosi a partecipare a una raccolta di alimenti da portare allo stadio e devolvere ai più vulnerabili.

Leggi anche:
Trigoria, Vina si allena ancora a parte: difficile la presenza con l’Udinese

Le parole di Lotito

Avete scelto la data del derby perché deve essere una grande festa…
“Assolutamente, il confronto sportivo è importante ma in campo si va come avversari e non come nemici. Deve essere una giornata di festa e senza dimenticare chi non può partecipare perché meno fortunato”.

Servirà concretezza anche in campo nel derby?
“Mi auguro che la squadra scenda in campo con l’atteggiamento giusto per dare soddisfazione ai nostri tifosi. Traguardi importanti sono possibili grazie al lavoro della società”.

Sul campo come vede la squadra?
“C’è bisogno di tempo per amalgamarsi, serve avere pazienza come in tutte le cose e alla fine speriamo che l’impegno e l’atteggiamento positivo ci faccia acquisire mentalità e meccanismi che in questo momento si fa fatica ad avere, visto l’assetto tattico completamente diverso”.

Vedere una Lazio aggressiva e con mentailtà vincente…
“Al fine dello spettacolo non è una Lazio arrendevole ma propositiva e può creare stupore per certi e per chi vedere l’aspetto pratico, non tanto. È una scelta, che sprona anche il pubblico ad essere più coinvolto, si vede un cambio di passo anche dal punto di vista della posizione psicologica. Siamo una società che si sta proponendo come ambiziosa”.

8 Commenti

  1. Nel titolo la parola americanizzare è tra virgolette quindi non c’è alcuna contraddizione. Piuttosto l’iniziativa del Lotito dott. Claudio che “americanizza” sa tanto di coperta per coprire la Albanizzazione, senza virgolette.

  2. in fondo Lotito cerca disperatamente di internazionalizzare la Lazzie, con la Lazio Academy, il Formello Training Centre e “Same place, same bla bla” nei manifesti degli abbonamenti.

    Imparassero l’italiano, prima.

Comments are closed.