Sono passati 5 giornate dall’inizio della Serie A e in questo solo mese di vita ci ha regalato molti verdetti inaspettati, come la crisi della Juventus guidata da Max Allegri. Una crisi che mette tanti punti interrogativi sulla compagine bianconera, ma che intanto permette alle sue rivali per la vittoria finale di mettere il turbo e allungare su di essa. Tra queste ci sono anche Roma e Lazio, che quest’anno al timone vedono due nuovi allenatori, rispettivamente Mourinho e Sarri.
L’arrivo del tecnico portoghese ha riacceso gli entusiasmi della piazza giallorossa, convinti di riuscire a vincere qualche trofeo questa stagione. Dal canto suo Mourinho, tornato dopo 12 anni in Serie A, farà il massimo per riportare in alto la piazza, così come fece con l’Inter nel 2010. Sarri, invece, ha preso il posto di Simone Inzaghi e dovrà cercare di fare meglio di lui, continuando sulla scia positiva del suo precedessore.
Proprio le due formazioni si sfideranno nel primo Derby dell’anno domenica 26 settembre alle ore 18. C’è tanta attesa di ritornarlo a vedere con il pubblico. Il famoso incontro tra le squadre della Capitale è sempre stato molto suggestivo, non solo per la rivalità tra le due formazioni, ma anche per i tifosi che in ogni derby hanno creato coreografie spettacolari. Insomma la sfida non si gioca solamente sul rettangolo verde, ma anche in tribuna.
In campo, invece, sarà tutta un’altra storia. Qui si sceglie chi comanda Roma. Qualsiasi sia la posizione delle rivali, il derby risulta essere sempre una gara difficile, dal pronostico sempre incerto. Non a caso anche è un compito arduo quello dei bookmakers cercare di capire chi vincerà, arduo come capire chi la spunterà nel primo turno nelle urne capitoline. I candidati a sedersi come sindaco di Roma, Michetti e Gualtieri, se la stanno giocando ad armi pari e con incredibile equilibrio, proprio quello che ci si spetta dal primo derby della nuova stagione di Serie A. Sarà un azzardo pronosticare chi vincerà la partita, ma un incentivo a provarci può arrivare dai bonus benvenuto per la nuova stagione nel caso di nuova apertura di un conto gioco.
La sfida principale per i tifosi di Lazio e Roma, dentro e fuori le mura, di cui si parla ogni giorno, ogni mese e ogni anno nell’ultimo secolo. Un successo vale l’eternità, una rete decisiva nello stesso può spazzare via qualunque evento negativo da parte dei protagonisti. La Roma guida la statistica, in virtù di 66 successi su 178 gare. Subito dopo ci sono i pareggi, 65 nel corso della storia del Derby, mentre la Lazio continua ad inseguire i cugini giallorossi con 57 stracittadine ufficiali vinte.

Febbre da Derby, tutti i tagliandi sono ormai sold out

C’è una grande voglia di assistere ad una delle partite più importanti della stagione. Dopo un anno e mezzo di Coronavirus, le persone vogliono tornare a vivere e soprattutto vogliono vedere il derby all’Olimpico. Purtroppo la capienza è al 50%, secondo le regole vigenti per la pandemia da Covid-19, con i tifosi di Lazio e Roma che in queste ore si stanno accaparrando l’ultimo biglietto disponibile per la stracittadina di domenica. In totale ci saranno da occupare circa 32mila posti. Sono quasi tutti esauriti. Sono circa 19mila i tagliandi acquistati dai tifosi biancocelesti. Ne restano a disposizione poco più di 4mila. Fino a poche ore fa la vendita era riservata solo agli abbonati 2019/2020, per poi diventare libera. Si entra solo con green pass. Anche in casa giallorossa c’è una voglia di derby incredibile. Nelle scorse ore è scattata la vendita libera dopo che in prelazione i vecchi abbonati avevano acquistato 6500 biglietti. Posti praticamente terminati: 10mila tagliandi tra Curva e Distinti Sud. Restano disponibili i posti in Tribuna Monte Mario. Ci sarà la corsa all’ultimo seggiolino per assistere alla prima sfida tra José Mourinho e Maurizio Sarri. A Roma c’è febbre da derby, a domenica manca sempre meno.