romanews-roma-lorenzo-pellegrini-ciro-immobile-bryan-cristante-lazio
Foto Getty

ROMA LAZIO D’AMICO – Vincenzo D’Amico, storica bandiera della Lazio, ha parlato a Il Messaggero dello scudetto perso nel 1973 all’ultima giornata contro la Juventus a causa della sconfitta della Roma. Un episodio che secondo alcuni potrebbe ripetersi anche quest’anno. Ecco allora le sue dichiarazioni in proposito.

Le parole di D’Amico

Che ricordi ha di quel campionato?

“Perdemmo lo scudetto all’ultima giornata, sconfitta a Napoli 1-0, anche male. Non eravamo partiti per competere, ma come questa Lazio qui, ci siamo trovati nella lotta e ci abbiamo provato. Lo vinse la Juve alla fine”. 

All’Olimpico mentre voi giocavate col Napoli c’era la Roma con la Juve. Lo sa che tra i romanisti c’è chi dice che sarebbe meglio scansarsi all’ultima giornata quest’anno?

“Si ho sentito, ma si sbaglia a mettere a paragone con Lazio-Inter e il famoso ‘oh noo’. I nerazzurri avrebbero vinto lo stesso, erano più forti, erano quelli del triplete, non scherziamo. C’è una profonda differenza, certo quel Roma-Juve del ’73 se ci penso un momento… Non posso dire che nel ’73 la Roma si scansò perché non voglio prendere denunce, non credo sia successo. Di sicuro, penso, che la Roma se la potesse giocare alla pari, io non ci credo che se la siano giocata, ma questo è un pensiero mio”.

24 Commenti

  1. Quando hai il destino nelle tue mani e perdi all’ultima giornata (a Napoli in questo caso), hai poco da lamentarti di quello che succede sugli altri campi……

  2. Caro D’amico un laziale che fa la morale alla Roma mi sembra grottesco.
    Volevo ricordare che il 5 maggio 2002 i giocatori della Lazio sconfissero l’inter facendo arrabbiare i loro tifosi.
    Forza zaniolo

  3. Mo parla pure D’Amico ? Una delle persone più false con cui ho avuto a che fare. E poi non diciamo stupidaggini ! I Romanisti non si scansano e la Roma non si è mai scansata a differenza degli sbiaditi

  4. Questo dice che l’ Inter era molto più forte della Lazio….mentre nel 1973 la Roma se la giocava alla pari….ma che film ha visto….. la Roma arrivo undicesima…ed non era a livello della Juve di quel periodo

  5. “chi semina raccoglie” (questo vincenzino, ovviamente, lo dimentica……)
    “pan per focaccia”….. “chi è causa del suo mal pianga se stesso”…..”non fasciamoci la testa prima di essercela rotta”…. (potrei andare avanti all’infinito…)
    “non vincerete più un….care quaglie….” (ve potreste risveglià tutti sudati, eh?………)

  6. Forza Roma
    I Monelli del Leone si allenavano “simpaticamente” a Tor di Quinto.
    “Il dott. Francesco Panzino è stato iscritto alla CAN dal 1967. Seminatore d’oro 1972/73.
    Nel 1980 un arbitro romano disse che Panzino negli anni ’70 favoriva la Lazio perché amico di Antonio Sbardella.
    Il fratello Giuseppe è stato anche lui arbitro. Negli anni a seguire Panzino è rimasto legato al mondo laziale. E’ stato spesso invitato a feste e ricorrenze a cui ha partecipato volentieri.” da Wikilazio.
    Forza Roma

  7. D’Amico la raccontasse tutta: il Milan arrivò secondo (juve 45 milan 44 lazio 43) e perse all’ultima giornata a verona altrimenti lo scudetto era suo. A pagliaccio, tutto per gettare fango sulla roma in vista del finale di quest’anno a torino.

  8. In Sig. D’aMICO HA DIMENTICATO ALCUNI PARTICOLARI: 1) La Roma passò in vantaggio e la juve vinse in rimonta 2) ILNapoli giocò alla morte, perchè un suo giocatore , Vavassori faceva il militare a Roma e si andava ad allenare a Tor di quinto, dove nessun giocatore laziale non se lo filava. 3) Alla luce dei risultati del primo tempo, Wilson capitano della lazio andò nello spogliatoio dei napoletani, portando un segno di ” pace”, che venne rifiutato dai giocatori del Napoli e 4) l’anno successivo la Roma , vinse con la juventus, consegnando di fatto lo scudetto alla Lazio, tanto è vero che il Signor Lovati, diede come ringraziamento al Presidente Anzalone un mezzo scudetto. Erano altri tempi ,di rivalità ma anche di cavalleria………..tempi dimenticati nel 2010.

    • Riguardo il punto 4:
      Veramente? Non lo immaginavo proprio! Segni di grande sportività oltre che di sana competizione sportiva nel vero senso dei termini. Se si facessero cose di questo genere adesso si prenderebbero solo insulti

  9. “I nerazzurri erano più forti, erano quelli del triplete, non scherziamo”
    Si certo, fu esattamente così.. Quell’anno erano talmente più forti della Roma che negli scontri diretti fecero solo 1 punto e vinsero all’ultima giornata, altrochè! Diciamo semplicemente che vinsero e che furono anche fortunati ma non che furono i più forti.

    E dopo Lazio-Inter Kolarov si ritenne disgustato dai tifosi dell’olimpico oltre che della mancanza di mordente della sua squadra che lottava nelle retrovie.
    Ma che campionato si ricorda?

    Quello del ’73 poi.. La Lazio perde a Napoli e fu colpa della Roma che perse con la Juve.. Contento lui!

  10. E’ dura vedere la rivale cittadina che porta il nome e i colori di Roma.
    Insomma, stamo a parlà de purciàri.
    Sempre Forza Roma

  11. Il tipo di comportamento che ci accolla, non è da noi ma da squadra con una lunga militana in serie B e che vive di luce riflessa. La sua!

  12. Caro sig. D’Amico, ebbi la “sfortuna”, termine che uso perché se c’ero, vuol dire che non sono più giovanissimo, di assistere a quella partita come abbonato diciassettenne di curva Sud. La smentisco assolutamente. La Roma andò in vantaggio nel primo tempo su un tiro cross del mitico Valerio Spadoni e con “paperone” di Dino Zoff. Nel secondo tempo, la Juventus vinse la partita con un gol di Altafini (che quella stagione entrava nei secondi tempi e segnava sempre) e con un tiro imparabile sotto l’incrocio di Cuccureddu. Dice un’imprecisione anche quando asserisce che la Roma le fece perdere lo scudetto. Con la sconfitta di Napoli, ovviamente, se anche la Roma avesse vinto, terzi sareste arrivati; difatti quella stagione viene ricordata come la “fatal Verona” per il Milan, sconfitto 5 a 3 e che se avesse vinto, il Milan sì che avrebbe vinto lo scudetto.

  13. Dopo tutte ste lezioni de storia a quello che giorgione prese a calci in culo in campo, si per caso all’ultima de st’anno alla rubentus serve vince……NUN ENTRAMO MANCO’N CAMPO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Comments are closed.