28 Luglio 2022

La Roma vola in Israele: out Veretout, Shomurodov e Pérez. Per Wijnaldum si va verso la fumata bianca, torna di moda Belotti

Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Roma ad Haifa aspettando il Tottenham

Volo da Fiumicino con destinazione Tel Aviv per la Roma, che sabato ad Haifa affronta il Tottenham di Conte in amichevole. I giallorossi sono partiti intorno alle 15 con l’organico quasi al completo. Assente Darboe (il cui intervento al crociato è riuscito perfettamente), ma anche Veretout, Carles Pérez e Shomurodov, che non si sono uniti al resto della squadra. Per il francese e lo spagnolo problemi muscolari, rispettivamente all’adduttore e al quadricipite. L’uzbeko invece per scelta tecnica. Selfie e autografi per Dybala e Zaniolo prima della partenza. QUI il video.

Wijnaldum, la fumata bianca è vicina

E’ praticamente partito il countdown per Georginio Wijnaldum. L’olandese sembra ormai prossimo al trasferimento nella Capitale, e Mourinho avrà così un centrocampista in più. Presto potrebbe sbarcare a Trigoria, anche se l’ufficialità slitterebbe ai primi di agosto. Dalla Francia riferiscono che l’ex Liverpool non partirà per Israele per la supercoppa transalpina. E la sensazione è che la fumata bianca sia alle porte. Per quanto riguarda l’attacco, poi, serve un vice-Abraham in caso di partenza di Shomurodov. I giallorossi avrebbero messo nel mirino Andrea Belotti, svincolato dopo l’addio al Torino.

Kluivert piace in Turchia, Veretout attira la Juve

Anche il capitolo cessioni è importante in casa Roma, con Tiago Pinto che sta lavorando sodo in tal senso. Justin Kluivert, di ritorno dall’esperienza con il Nizza, piacerebbe al Galatasaray, il quale avrebbe già avviato le trattative. E Jordan Veretout, possibile partente soprattutto se arriva Wijnaldum, avrebbe attirato l’attenzione della Juve, che avrebbe in mente un prestito oneroso.

Le parole di Mkhitaryan

Henrikh Mkhitaryan sta per iniziare la nuova stagione con la maglia dell’Inter. L’armeno a DAZN ha raccontato i retroscena del suo addio alla Roma: “Mi è dispiaciuto, ma il calcio cambia veloce, voglio ancora vincere. Mourinho? Ha provato a trattenermi, anche la società, ma ho scelto di andare via ed è stato un bene per tutti, ora hanno preso Dybala e sono contento per loro”.

Senti chi parla…

Sulle principali frequenze radio romane si è parlato soprattutto di mercato e di Wijnaldum, Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “Secondo me con Wijnaldum non manca più nulla se non un difensore. Il reparto arretrato potrebbe essere migliorato ma non conosco squadre perfette. Si potrebbe dichiarare chiusa la campagna in entrata.”, a cui fa eco Felici a Centro Suono Sport: “Credo che l’accordo sia vicino per Wijnaldum. Quando viene annunciato non lo so, dipende dalla società. Non c’era un solo motivo per cui non si potesse fare, troppi interessi congiunti. Trovo verosimile che arrivi sabato”. ma anche dell’amichevole di ieri contro l’Ascoli, Maida a Radio Radio Pomeriggio: “Lo slogan della Roma in maschera mai è stato più adeguato. Dybala ha debuttato nel primo tempo con l’Ascoli ma era una squadra priva di titolari. Mourinho l’ha voluti preservare per sabato, che per quanto sia un’amichevole, è comunque importante. È la squadra che l’ha esonerato. Non è una cosa piacevole perdere in casa con l’Ascoli, però non è il momento di alimentare polemiche non avendo neppure visto la partita. Wijnaldum? Siamo alla stretta finale.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.