romanews-roma-wolfsberger-perotti-rigore
Foto Getty

ROMA EUROPA LEAGUE WOLFSBERGER – In chiave qualificazione in Europa League la Roma era padrona del proprio destino e andava a giocarsi il primo posto contro un Wolsfberger già eliminato. Come già anticipato da Paulo Fonseca, la gara di ieri era importante per poter scalare la classifica del girone J e presentarsi alle urne di Nyon da testa di serie. Invece, la squadra giallorossa è stata fermata dagli austriaci sul 2-2.

In pochi si salvano, ora il sorteggio a Nyon: pericolo inglese

Per la seconda volta nel girone, la Roma non è riuscita a superare gli austriaci del Wolsfberger, che strapparono un 1-1 anche all’andata. Come scrive Il Messaggero, Fonseca parte con il 4-2-3-1 e opta per un po’ di turnover, ma i ricambi messi in campo non risultano tutti all’altezza della situazione. Under non convince, Fazio sembra disattento e Florenzi non sfrutta l’opportunità da titolare. Perotti, Dzeko e Mkhitaryan, al contrario, partono bene. L’argentino e il bosniaco vanno entrambi in gol e la situazione sembra sotto controllo. Dopo il gol di Dzeko, però, la Roma allenta la pressione. Inoltre Mirante si infortuna alla spalla ed è costretto a far subentrare Pau Lopez che non può che assistere al pareggio austriaco siglato da Weissman poco tempo dopo. Dalla Germania, poi, arriva la notizia del vantaggio del Başakşehir sul Borussia Mönchengladbach che condanna i giallorossi al secondo posto del girone. Obiettivo raggiunto ma con molti rimpianti: bastava una vittoria ieri per strappare il pass da primi del girone. Ora il sorteggio a Nyon, con i pericoli Ajax, Manchester United e Arsenal su tutti.

2 Commenti

  1. Partita mediocre di una squadra mediocre .. che nessuno dica ancora che vinceremo la Europa League .. capisco le emergenze per cattive condizioni fisiche ma ieri non ho visto l’ anima .. evidente che intelligenza e carattere non sono da grande squadra .. tutt’ altro .. profondamente deluso da questa Roma.

Comments are closed.