31 Ottobre 2019

La Roma che fa scuola: come trasformare l’emergenza in risorsa

Foto Getty

romanews-roma

EDITORIALE – I giallorossi iniziano a carburare dopo un inizio tra alti e bassi.  Con il poker all’Udinese salgono a 5 i risultati utili consecutivi, raggiunti in una situazione di emergenza, la fin troppo evocata infermeria strapiena. Emergenza nell’emergenza, perché alla Dacia Arena la Roma, in vantaggio di una rete, si è vista attribuire un fallo da rosso indirizzato a Fazio che l’ha lasciata in inferiorità numerica per più di un’ora. La squadra di Paulo Fonseca, dopo la disastrosa e infondata decisione di Irrati, avrebbe potuto sbandare e accusare il colpo. Invece è salita in cattedra e ha trasformato la rabbia in voglia di vincerla a tutti i costi questa partita. Una vittoria pesante che vale il quarto posto in classifica a 19 punti.

PERSONALITA’ DA TRASFERTA

La Roma ha la migliore trasferta in difesa e lontano dall’Olimpico non prende gol da tre gare: segnali non solo di una ritrovata solidità della retroguardia, ma anche di un gruppo che sta acquisendo personalità e certezze. Una squadra gustosa e caparbia che prende sempre più le sembianze di un allenatore che pian piano, senza forzare, entra nei cuori dei tifosi. “Siamo rimasti in dieci ma il carattere dei miei giocatori è grande, hanno capito che serviva difendere ma anche attaccare. Quando tu stai in dieci la tendenza è di difendere, ma non per noi”.

 I GIOSTRAI DELLA DACIA ARENA

La festa del gol a Udinese porta i nomi di Zaniolo, Smalling, Kluivert e Kolarov. Il gioiello arrivato dalla Primavera dell’Inter è in un momento di forma strepitoso: dopo il gol vittoria al Milan, ha aperto le marcatura anche in Friuli. Smalling ha finalmente trovato la gioia dl gol dopo averlo inseguito per 6 gare. Kluivert ha trovato davanti a sé la situazione migliore per divertirsi in contropiede, tra un dribbling e una sterzata. Kolarov dopo qualche gara passata più in retroguardia che in attacco, ha rispolverato cross, assist e gol confermando di essere il difensore con maggior fiuto sottoporta in Europa. Non ha trovato la rete invece Javier Pastore,  ma è stato autore di un’altra ottima gara dopo la serata con il Milan.

TROPPO FACILE DIRE IRRITANTE IRRATI

Una serata e una vittoria sporcata dall’episodio del rosso inflitto a Fazio nel primo tempo. Tante le polemiche per la direzione del signor Irrati di Pistoia, in particolare proprio per l’espulsione del difensore argentino per un contatto con l’ex giallorosso Okaka. Per il direttore di gara è rosso diretto perché si trattava di occasione da gol, mentre il contatto fuori area è di gran lunga meno grave di quanto interpretato. Una decisione confermata dopo un lungo silent check al Var, tra le proteste giallorosse che sono costate il giallo a capitan Dzeko. E se questa volta l’errore arbitrale non ha influito sul risultato, la Roma può davvero cominciare a recriminare e a fare la conta dei torti subiti finora e pesarli sulla bilancia della classifica!

Giulia Spiniello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

2 commenti

  1. Papa Max ha detto:

    bene .. un bel commento, coraggioso e veritiero .. e grazie anche alla signora Spiniello.

  2. Papa Max ha detto:

    vorrei sottolineare la velocita’ di Kluivert nel raggiungere la posizione dalla quale poi e’ riuscito a segnare il suo bel gol .. forza, carattere, velocita’ .. quanto e’ cresciuto in pochi mesi questo ragazzo .. anche Zaniolo mi sembra molto migliorato rispetto ad un anno fa ..