La Roma si fa il pesce d’aprile: quali rimpianti nel trolley di De Rossi

GSpin
02/04/2024 - 7:26

La Roma si fa il pesce d’aprile: quali rimpianti nel trolley di De Rossi

La Roma paga dazio alla sosta per le nazionali. La pausa ha interrotto l’idillio della squadra con il bel calcio e soprattutto con la vittoria. In una serata complicata e ventosa al Via del mare, gli uomini di De Rossi faticano a imporsi e costruire gioco, mancano l’appuntamento con i tre punti e con il gol.  Grande sofferenza nel primo tempo, poche occasioni da rete e pure maledettamente sciupate. Un rigore su Zalewski recriminato e la sensazione pure di aver rischiato grosso. Perché è il Lecce ad avere avuto le opportunità più importanti per andare in vantaggio con gli ospiti a patire coraggio e dinamismo dei padroni di casa.

Stanchezza e distrazione dietro il pari di Lecce

Troppo pochi e sporadici i tentativi dei capitolini che partono con Dybala ed El Shaarawy inizialmente in panchina. La scarsa brillantezza dei romanisti è tutta nei numeri della gara: 27 tiri verso la porta tentati dai salentini contro i soli 10 della formazione ospite.  Non brillano perché è chiaro che la stanchezza sia arrivata impietosa a reclamare spazio nelle gambe e nella testa dei giocatori. Non brillano perchè anche la difesa è distratta, N’Dicka su tutti, uno di quelli più in difficoltà nella prima frazione, si fa ammonire e salterà la Lazio. Ma è proprio questo il momento in cui bisogna serrare i ranghi e stringere i denti.  E’ il momento delle partite “sporche” come le chiama De Rossi, di farsi valere nei duelli, di caricare il passo, di essere più energici quando si affrontano i contropiedi avversari.  

La Roma stecca a Lecce, i rimpianti di De Rossi

Lo 0-0 non usciva sulla ruota giallorossa da un girone visto che l’ultima volta lo aveva portato a casa  José Mourinho nel derby di andata, il 12 novembre 2023. Scherzi del calendario, la stracittadina di ritorno è  proprio alle porte, lontana appena 6 giorni. Il rimpianto che fa più male, dopo la prestazione opaca di Lecce, riguarda ovviamente la classifica, con la zona Champions che si allontana. La Roma dopo il pari con i salentini sale a 52 punti, ma è distante dal Bologna che ha superato 3-0 la Salernitana e consolida il quarto posto a 57. Alle spalle la squadra di De Rossi sente più vicina adesso anche la presenza dell’Atalanta che, dopo aver fatto bottino pieno al Maradona contro il Napoli (0-3), è a sole due lunghezze (e ha una gara in meno). Non certo il modo migliore per De Rossi di avvicinarsi al suo primo derby da allenatore. La pasquetta pugliese complica la corsa al 4° posto e innervosisce l’ambiente a ridosso del delicato appuntamento con i biancocelesti. Un altro test importante per il tecnico di Ostia che dovrà gestire i prossimi turbolenti giorni di vigilia pre-Lazio, tra tifosi delusi, recriminazioni arbitrali e scelte da ponderare.

GSpin

SEGUI ROMANEWS.EU SU TELEGRAM

Vedi tutti i commenti (7)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

    Tutti i commenti

  1. Non credo si sia pagato il dazio della nazionale, questa è stata una partita simile a quella di Salerno, Firenze e tante altre, che abbiamo visto con De Rossi, le partite le prova a giocare, ma la difesa è troppo alta aperta e rischia troppo.
    Bisogna trovare il giusto equilibrio, tra l’attacco e la difesa.
    De Rossi rinnovo si, ma per un anno non di più, bisogna essere pronti e tenersi aperte anche altre ipotesi

  2. Partita giocata male ma l’arbitraggio ha pesato tanto. Oltre al rigore c’è stato anche il giallo inventato a Ndicka e, soprattutto, un netto calcione su Lukaku lanciato a rete. Il fallo evidente (visto da tutti su dazn) era da rosso dato che fermava una chiara azione da goal ed è stato totalmente ignorato in tv. Solito schifo che permette agli ignorantoni di rimanere tali. Anche DDR inizia a rompersi le balle…tacere non serve (protestare nemmeno… ma ti sfoghi)

  3. Con De Rossi fino all’inferno: media punti 2,23 ; in precedenza eravamo a 1,45 (29 punti in 20 partite tipo Torino e Monza)

    1. Beh, se vuoi ottenere indici minimamente confrontabili dovresti quantomeno attendere le prossime 8 partite…🧐
      Visto che citi statistiche, te ne do un’altra: dopo la 20ima giornata, cioè al termine del ciclo di scontri diretti che ha portato all’esonero di Mourinho, il distacco della Roma dal quarto posto era di 5 punti.
      Lo stesso di adesso.
      Solo che ci aspettano 5 scontri diretti nelle prossime 8 partite….

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...