La legge di Fabio Capello s’impone nella nazionale inglese e l’hotel di Watford, dove i giocatori sono in ritiro alla vigilia della partita contro la Svizzera, si trasforma in quello che il Sun definisce un “campo militare”. Pizzicato David Beckham su una spiaggia brasiliana, il tecnico italiano non si è accontentato di aver escluso il capitano dalla partita di domani. E ha voluto far capire che adesso si fa sul serio, consegnando a un tabellone i comandamenti per i suoi giocatori. “La punizione capitale di Fabio Capello”, come titola il quotidiano britannico, mette così in riga i “leoni bianchi”, spingendoli a incontrarsi spesso e fare squadra ancora prima di scendere in campo. I ritardi, intanto. Non saranno tollerati, è vietato il servizio in camera e l’uso del telefono cellulare negli spazi comuni. I giocatori dovranno mangiare insieme vestiti in abiti eleganti, sono vietati infradito e calzoncini corti, l’uniforme della nazionale è d’obbligo in occasione degli incontri pubblici e prima delle partite. Sono vietate le visite di mogli, fidanzate, parenti ed agenti dei calciatori. I giocatori saranno chiamati con il loro cognome. E’ proibito l’uso della playstation.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here