romanews-atalanta-roma-seriea-lorenzo-pellegrini
Foto Getty

ROMA PELLEGRINI CRESCITA – Negli ultimi giorni si parla con sempre maggior insistenza del rinnovo di Lorenzo Pellegrini. Il numero 7 giallorosso avrebbe infatti attirato l’attenzione di club molto importanti, come PSG e Juventus. Per questo la Roma vorrebbe blindarlo al più presto, togliendo finalmente la clausola rescissoria da 30 milioni di euro presente sul suo contratto. Così da renderlo uno dei capisaldi della squadra anche in futuro. D’altronde quest’anno Pellegrini ha avuto una crescita incredibile, come dimostrano le sue statistiche stagionali.

I numeri di Pellegrini: 23 dribbling e 8 assist in questa Serie A

Pellegrini ha disputato 18 partite in questa Serie A, per un totale di 1508 minuti giocati. Il trequartista giallorosso ha così realizzato 49 tiri, 23 dribbling, 52 passaggi chiave, 39 cross, 34 palloni recuperati, 16 duelli aerei vinti e 1 gol. È diventato inoltre il terzo miglior assistman del campionato italiano, con ben 8 passaggi vincenti forniti ai propri compagni di squadra. Numeri molto importanti quindi, soprattutto se paragonati a quelli delle prime due stagioni romaniste.

L’anno della maturazione: aumentano anche tiri, cross, dribbling e passaggi chiave

Pellegrini infatti è migliorato praticamente in tutte le statistiche offensive quest’anno. Sono aumentati i tiri (2,92 vs 2,05 ogni 90 minuti), i dribbling riusciti (1,37 vs 1,09), i passaggi chiave (3,1 vs 2,57) e i cross completati (2,33 vs 1,61). Ha addirittura fornito 8 assist totali, contro i 7 dei primi due campionati giocati nella Roma. E così la media dei suoi assist è cresciuta del 176% (0,47 vs 0,17). Tanto che sono migliorati nettamente pure gli xA (cioè il coefficiente di pericolosità dei passaggi effettuati), saliti da 0,22 a 0,41 ogni 90 minuti. La crescita di Pellegrini ha riguardato anche la sua efficienza in campo. Non a caso è aumentata la percentuale di dribbling riusciti (62% vs 41%), di cross completati (35% vs 32%) e di assist vincenti (15% vs 9% rispetto ai passaggi chiave tentati). Il numero 7 giallorosso ha insomma elevato di molto la qualità del proprio gioco in questa stagione, diventando uno dei perni della formazione di mister Fonseca.

Il problema del gol: calo del 50% rispetto alle prime due stagioni giallorosse

L’unico aspetto in cui quest’anno Pellegrini ha avuto un calo è stato quello realizzativo. Il trequartista giallorosso ha infatti segnato soltanto una rete in questa Serie A, contro le 5 dei primi due campionati giocati nella Roma. La sua media gol è così diminuita addirittura del 50% (0,06 vs 0,12 ogni 90 minuti), nonostante abbia tirato di più (+42%) e avuto più occasioni (+22% in base agli xG, cioè il coefficiente di pericolosità dei tiri tentati). Una mancanza di lucidità sotto porta inaspettata, che forse è stata causata dal maggior lavoro compiuto al servizio della squadra. In questa stagione, dunque, Pellegrini è cresciuto parecchio, diventando un giocatore più completo e incisivo, ma ha perso purtroppo la propria confidenza con il gol. Se in futuro ritroverà anche quella, allora potrebbe davvero affermarsi come uno dei migliori trequartisti del panorama europeo.

(fonte dei dati: WhoScored.com e Understat.com)

Leonardo Gilenardi

4 Commenti

  1. Sisi ancora col Psg e la Juve. Ditemi un solo giocatore romano e romanista che la Juve si sia presa ditemene uno..Sò 2 anni che la Roma fa ride in campionato di preciso da quando se ne andato Spalletti ed è arrivato quel fenomeno di Di Francesco e Pellegrini ha solo giocato partite normalissime tranne una co la Lazie dove la vedete questa maturazione??

    • Di talenti del settore giovanile della Roma che la juventus si e’ comprata ce ne sono molti a cominciare da Peruzzi. Il problema e’ che sei uno zotico ignorante e parli per sentito dire. Il calcio seppur un gioco semplice, e’ troppo complicato per la maggior parte della gente. Almeno questa e’ la mia esperienza quarantennale sui campi di calcio.

  2. Un altro Aquilani, forte, ma sempre un giocatore medio, una partita da 10 e 10 partite da 6 e se giochi trequartista gli assist dovrebbero essere una normalità, non un dato da fenomeni. Fare un gol a campionato invece è veramente insufficiente.

Comments are closed.