La bagna cauda di Dybala, tripletta e fantasia in stato di grazia

GSpin
27/02/2024 - 9:18

L’argentino è inarrestabile, in serata di grazia, si prende la ribalta in un tripudio di tecnica, fantasia al potere e genialità.

Getty Images
La bagna cauda di Dybala, tripletta e fantasia in stato di grazia

Dybala fa il triplete di gol, si prende la scena e trascina la Roma nella vittoria sul Torino. Tre punti fondamentali per De Rossi che continua la sua rincorsa a un piazzamento Champions, portandosi a 44 punti in classifica.

Dybala super ispirato contro il Torino

L’argentino è inarrestabile, in serata di grazia, le luci della ribalta sono tutte per lui in un tripudio di tecnica, fantasia al potere e genialità. Prima non sbaglia dagli 11 metri portando la squadra in vantaggio, poi si inventa una perla rara con un ispirato sinistro terra-aria dai 25 metri che “fredda” il portiere granata Milinkovic Savic. Il terzo gol dello scatenato Paulo – un diagonale da posizione defilata – nasce dai piedi di Lukaku appena entrato. Per la Joya è la prima tripletta con la maglia giallorossa. Tripletta che fa salire a 23 il suo bottino di reti con la Roma che diventa così la seconda squadra con cui ha fatto più gol. Superato anche il Palermo, a 21 segnature. L’ispirazione dell’argentino contro i granata trasforma la bagna cauda da rustico piatto piemontese a base di aglio, olio e acciughe a elegante ricetta che sublima il bel calcio e il calcio efficace, quello che conta solo vincere.

Roma-Torino e le medaglie di De Rossi

Dopo la maratona di Europa League con la qualificazione agli ottavi conquistata battendo il Feyenoord ai rigori, la Roma si ripete con disinvoltura trovando punti pesanti per consolidare il piazzamento in zona Europa. I giallorossi, al netto di un sontuoso Dybala, soffrono qualcosina nel finale, tuttavia rispondono bene alla rispolverata difesa a 3, impreziosita dal ritorno di Smalling in veste di titolare.

 Tanta roba per mister De Rossi che può appuntarsi al petto la quinta vittoria nelle ultime sei partite sotto la sua gestione. Daniele può appuntarsi al petto anche la medaglia di “signore”, perché la nobiltà con cui ha dribblato le domande del post gara sul caso di spionaggio del vice di Juric ha pochi precedenti e troverà non tanti emulatori.

GSpin

SEGUI ROMANEWS.EU SU TELEGRAM

Vedi tutti i commenti (2)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

    Tutti i commenti

    1. Sì, finora ha brillato poco. Ha fatto 11 gol e 6 assist. Sommando gol e assist (17), ha fatto peggio solo di Lautaro Martinez (26) , Giroud (20), Thuram (20) e Vlahovic (18) in serie A, giocando dalle 4 alle 5 partite in meno dei sopracitati. Rendimento molto, ma moltissimo direi, deludente.

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...