XHAKA ROMA – Granit Xhaka è pronto a sbarcare a Trigoria. Lo svizzero non ha mai nascosto il suo desiderio e i prossimi giorni saranno decisivi per la fumata bianca con l’Arsenal. Prima però Pinto ha bisogno della certezza di cedere un paio di calciatori per non rischiare di chiudere il mercato in rosso.

Da Olsen i 5/6 milioni che mancano per l’accordo

Le due cessioni, come fa sapere Il Romanista, sono quelle di Kluivert al Nizza dove l’olandese andrà in prestito con un diritto di riscatto a otto milioni e quella del portiere svedese Olsen che sarà acquistato dal Lille in cambio di una cifra tra i cinque e i sei milioni. Che poi saranno quelli che Tiago Pinto proverà a mettere sul piatto della trattativa con l’Arsenal. Fino a oggi Pinto ha offerto tredici milioni più tre di bonus (non tutti semplicissimi da centrare) andandosi sempre a scontrare con la rigidità dei Gunners. Tra oggi e domani, una volta ipotecate le cessioni di Kluivert e Olsen, ci sarà un nuovo, definitivo, rilancio per regalare a Mourinho il centrocampista di cui ha bisogno.

Leggi anche:
OPERAZIONE TERZINO SINISTRO: VINA IN POLE PER SOSTITUIRE SPINAZZOLA

9 Commenti

  1. Gli inglesi so’ carognoni .. se non gli dai 20 milioni di Euro (o di Sterline ?) quelli Xhaka non lo mandano a Roma .. questo ancora manca .. soddisfare pienamente la richiesta del Proprietario .. poi sono suggestivi ed ammirevoli i vostri tentativi di indorare la pillola e rendere piu’ possibilista questa situazione alla quale , pero’, siamo abituati da anni, oramai ..

    • Del resto il prezzo lo fa chi vende non chi compra. In qualsiasi trattativa. E si sa non sono gli inglesi che hanno bisogno di vendere o che non hanno disponibilità finanziarie. Per cui quello chiedono e quello devi dare.

  2. Cioccolatini da Boston, altro che saldi, siamo al 2 per 1, dobbiamo vendere due giocatori della grande gestione pallottiana per prendere uno nuovo. E c’è chi lo difende ancora

    • Pallotta ha fatto quello che era capace di fare ed e’ stato un disastro per la Roma .. ma Pallotta e’ il passato e adesso sarebbe piu’ interessante parlare dei Friedkin e del presente e del futuro della Roma .. basta con Pallotta .. per cortesia .. non ce la faccio piu’ a leggere certi commenti ..

      • Diciamo che da l’impressione di essere proprio lui il più dispiaciuto che non ci sia più Pallotta. Probabilmente ora non sa come dare un senso alla sua presenza.
        Elcò tocca che te trovi un altro nemico contro cui scagliarti.

  3. io credo che il problema è che c’è ancora chi lo attacca, o chi ancora lo pensa. E no, che ci sia ancora chi lo difende. Guardate avanti nella vita, è ora di scordare le discussioni da bar che vi hanno fatto arrabblare con qualche amico..sono i fatti che contano. Sentire parlare di un ex presidente magari in termini di “pensava solo ai soldi” e poi dopo cinque secondi “che li sperperava” è noioso e non porta a nulla. Parlare di fatti significa invece prendere atto di una propietà che per il momento ha raggiunto un risultato sportivo inferiore a qualsiasi gestione pallotta/rossella sensi, rimediando la stessa imbarcata in europa come solevano fare gli altri due, e con figuracce tipo diawara e 6 cambi che non si erano mai viste. Hanno le attenuanti del caso in quanto appena arrivati, e speriamo anzi che tutto ciò gli sia servito a capire che serve un cambio di marcia -e pare veramente che lo stiano facendo- cosi come l’ha fatto l’Italia dopo Ventura. Ecco: pensiamo a Friedkin

  4. Chi parla ancora di Pallotta sono solo i laziali a cui fa comodo ricordare gli anni di gestione dell’americano in cui noi abbiamo portato a casa un misero bonsai e loro investendo 1/4 dei nostri soldi sul mercato hanno portato a casa diverse coppe. STOP!

    Se volete rendere questo sito e la sezione commenti un posto in cui veramente fare discussioni costruttive (e non la fiera dell’insulto come ormai è diventata per colpa di questi laziali) lasciate perdere chi ancora nomina Pallotta : SONO LAZIALI AL 100%.

    Il romanista vero dal momento in cui è andato via lo ha completamente rimosso perchè si tratta di una gestione completamente fallimentare (nemmeno una misera coppa Italia), quindi perchè dovremmo parlare ogni santo giorno di Pallotta come fanno sti laziali se è un qualcosa che è meglio dimenticare? Sarebbe come se un romanista si mettesse a ricordare tutti i giorni la finale di coppa persa con la lazie, o sei masochista o sei laziale. QUINDI STOP, ignorate sti laziali che magari poi si scocciano e capiscono che al 19 di luglio è meglio andarsene al mare che passare le proprie giornate su un sito che parla di una squadra che non tifano.

  5. Capisco che abbiamo il bilancio in rosso, capisco che il Covid ha peggiorato tutta la situazione, capisco che la mancata qualificazione alla Champions comporta mancati introiti… capisco tutto quello che si deve capire, ma i Friedkin, che io stimo, sia chiaro, lo sanno che stanno facendo la figura di chi ha le pezze ar c..o???? E che miseria, fatelo un acquisto “degno di una squadra allenata da Mourinho”!!!!

Comments are closed.