SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Michele Giammarioli a Centro Suono Sport: “La Roma è leggermente favorita per il passaggio del turno in Champions League contro lo Shakhtar, le percentuali sono 55% per i giallorossi e 45% per gli ucraini, che sono comunque una squadra ostica e assolutamente rispettabile”

Alessandro Vocalelli a Centro Suono Sport: “Chievo-Roma? I giallorossi hanno avuto occasioni da rete clamorose, Sorrentino ha fatto delle parate assurde. La Roma sta giocando molto bene, pur non avendo degli elementi importanti. Pochezza offensiva? Manca un giocatore come Salah, è evidente: per il gioco di mister Di Francesco sarebbe stato ideale un uomo del genere, veloce e pungente”.

Avv. Luigi Esposito a Centro Suono Sport: “L’Inter può essere un seria candidata allo scudetto, sta crescendo molto e mi sembra una squadra matura. Anche la partita di Torino può essere un valore, nonostante abbia fatto una prestazione prevalentemente difensiva. Dzeko? Sta facendo il rifinitore e non il finalizzatore, è per questo che non riesce ad incidere sotto porta”.

Daniele Garbo a Centro Suono Sport: “L’Inter ha possibilità di vincere lo scudetto, può lottare fino alla fine se riuscirà a migliorare anche dal punto di vista del gioco. Se analizziamo la partita di Torino, il primo tempo dei nerazzurri non è stato male, nel secondo invece la prestazione è stata solamente difensiva. Pochezza offensiva della Roma? Mancano i gol di centrocampisti, ma anche quelli di Schick. Però bisogna dire che la carente fase offensiva è colmata dall’ottima organizzazione difensiva”.

Fabio Petruzzi a Centro Suono Sport: “L’Inter è una squadra in costante crescita, ma non credo possa lottare per lo scudetto: è ancora inferiore rispetto alle altre contendenti. La fragilità offensiva della Roma l’avevo in parte pronosticata, non ci sono giocatori che possano garantire 20-25 reti. Dzeko non te li può dare, ma mancano anche i gol da parte dei centrocampisti: Nainggolan, Strootman e gli altri”.

Max Leggeri a Centro Suono Sport: “Il pareggio di domenica contro il Chievo fa male, ma non malissimo: noto un cambiamento a livello di mentalità. I giallorossi hanno creato moltissime occasioni e per me il pari è stato assolutamente casuale. Paragonandola con l’Inter, se la mia Roma avesse pareggiato in questo modo a Torino contro la Juventus, mi sarei vergognato. L’Inter sembrava il Pisa, ha giocato esclusivamente in difesa”.

Giuseppe Giannini a Centro Suono Sport: “La Roma è in crescita, non c’è dubbio sotto questo punto di vista, proprio per questo non ci voleva una battuta d’arresto del genere: è un peccato, considerando anche il pareggio del giorno precedente tra Juventus e Inter. I nerazzurri non hanno perso nessuna delle partite importanti, sono in costante crescita e, di fatto, non perdono mai. Mi auguro che, nel momento decisivo, possano perdere qualche punto, altrimenti diventa dura andarli a prendere”.

Xavier Jacobelli a Radio Radio Pomeriggio: “A Schick va dato il tempo di recuperare, dopo tutti i problemi che ha avuto. Sarà il miglior acquisto del 2018 per i giallorossi. La sfida con la Juve sarà il crocevia della stagione. Nessun campanello d’allarme per Di Francesco”.

Stefano Carina a Radio Radio Pomeriggio: “La Roma ha un attacco importantissimo, ma è solo il sesto del campionato. Mancano i gol di Schick, la differenza con l’anno scorso è di 8 gol e sono quelli che aveva fatto Schick. La squadra produce ma manca lucidità. Di Francesco deve giocare sempre con gli stessi in attacco per dargli modo di crescere. Il Cagliari andrà a Roma senza nessuno dei 3 portieri”.

Gianluca Piacentini a Tele Radio Stereo: “Di Francesco continuerà nella sua turnazione mantenendo il giusto equilibrio. In Coppa Italia ad esempio, non manderà in campo la Roma B, ma cambierà solo pochi elementi”. 

Francesco Balzani a Centro Suono Sport“Il turnover va bene, ma non deve essere esasperato. Schick l’avrei messo dal 1’, ma l’avrei schierato insieme a Dzeko. Questa è un’annata in cui non puoi sprecare troppi match ball. A Verona uno tra Dzeko e Perotti l’avrei messo in campo da titolare. Sono d’accordo con quello che dice Totti: bisogna dare priorità al campionato, perché si può vincere. Di migliorabile nel lavoro di Di Francesco non c’è tanto, mancano quei 6-7 gol che l’anno scorso aveva fatto Salah. Secondo me i problemi della Roma sono due: uno è il regista, l’altro il regista d’attacco. Io, viste le richieste di Di Francesco, andrei a prendere Mahrez”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo: “Lo Shakhtar è una buona squadra ma fanno fatica in difesa. Loro ricominceranno il campionato pochi giorni dopo la sfida con la Roma. Non hanno nulla da perdere, sono un club più esperto della Roma a livello di competizioni europee. Ho avuto l’impressione che le giocate dei giallorossi contro il Chievo siano state troppo scontate, c’è stato un errore nel posizionamento dei giocatori in area. I centrocampisti devono aggredire di più l’area e accompagnare di più le azioni d’attacco. La Roma venderà un giocatore, è meglio che si sappia. Non saprei dire chi lascerà la Roma, ma ci sono dei giocatori che hanno la clausola”. 

Riccardo ‘Galopeira’ Angelini a Tele Radio Stereo: “Adesso si dice che alla Roma mancano i gol di Salah, quando lo scorso anno era spesso criticato. In questo modo si crea malcontento senza motivo. E’ giusto essere arrabbiati per i punti persi ma, come dice Di Francesco, la domenica si riproduce ciò che si fa in allenamento. Non c’è bisogno di creare problemi. L’anno scorso secondo i media il problema era l’allenatore, quest’anno dopo questa battuta d’arresto bisogna cercare per forza un colpevole. Alcuni tifosi ci cascano e ne fanno un dramma”. 

Ubaldo Righetti a Tele Radio Stereo: “Non so quanti punti abbia portato Salah con i suoi gol, ma il vantaggio di averlo era a livello tattico e di corsa. Non c’è bisogno di cercare altri giocatori.Non è la prima volta che la Roma non raccoglie totalmente ciò che produce ma ci può stare”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “L’unico sorteggio ‘sbagliato’ agli ottavi di Champions League è quello tra Real e PSG, gli altri mi sembrano tutti più o meno azzeccati”. 

Augusto Ciardi a Tele Radio Stereo: “Berardi alla Roma? Non ci credo e neanche mi farebbe impazzire, però se proprio dovesse arrivare un giocatore per un certo ruolo, l’unico nome che mi verrebbe in mente è il suo. Comunque sembrava più talentuoso, si è fermato a due anni fa. Kovacic? Non mi fa impazzire. Torreira mi dà la sensazione di essere uno pronto, con lui il rischio lo correrei”.

29 Commenti

    • Cade Tavecchio, e come per magia i rigori ad ogni partita,dell’attore provetto Immobile che è riuscito 2 volte a fregare anche un campione come Buffon, vengono riscattati per difetto.
      Ma magari si continua così, a Roma Juve e Milan mancano almeno 12 rigori sommati.

  1. Ora il salvatore era Salah, sbeffeggiato per due anni, naturalmente ora rimpianto da chi lo ha massacrato.
    Vediamo di essere seri, non come i giornalai e di capire come si potrebbero correggere i difetti emersi, nell’ambito di un percorso molto buono.
    Ieri Gianrico si esprimeva su Marhez, acquisto a Gennaio , naturalmente a prezzo dimezzato rispetto all’estate.
    Il campionato e la Champion cosa ci hanno detto fino adesso, al netto di molti giocatori infortunati, che in difesa, tolte un paio di sciagurate fesserie, abbiamo una difesa che ha fatto meglio dell’anno scorso, che difficilmente va in difficoltà.
    Abbiamo il record di pali e traverse prese, portieri che come Sorrentino trovano sempre la giornata di gloria, e se ci limitiamo alle ultime 3 partite un numero di tiri impressionanti, però sbagliamo molti gol. Risolviamo con Marhez?.Gianrico non sono daccordo. Io vedo invece che sbagliamo perchè molto ansiosi, attaccante che tira con ansia , sbaglia , prende il palo o il portiere fa il fenomeno, se arriviamo sotto porta con meno difensori incollati e permettiamo ai nostri attaccanti di essere più “sereni” la media gol si alza. Come fare? Dobbiamo risolvere il problema che abbiamo al centro, fate caso che quando il ritmo è basso abbiamo si molto possesso palla ma il giro palla destra -sinistra e viceversa è lento. O hai un difensore che velocizza e che ha grande tecnica ( Il Bonucci juventino non quello di ora che è in fase calante) e l’unico difensore con piedi educati che abbiamo è Fazio, ma troppo lento in fase costruttiva oppure dobbiamo avere un centrocampista basso che ha tecnica e velocità di esecuzione, escludiamo gli attuali perchè Ninja a parte gli altri viaggiano alle medesime velocità ( Pellegrini è bravo come incursore, Kevin devi pulire le palle e fare la faccia da killer) lo stesso Ninja in quella posizione sarebbe uno spreco ecco che dobbiamo guardare fuori, per me la soluzione è Torreira si libera a giugno, la clausola liberatoria non è mostruosa, è di 25 mln, a Gennaio non è applicabile, quindi suggerimento per Monchi, punti a pagare la clausola a giugno per Torreira mettendosi daccordo a Gennaio con la dirigenza samp, con l’aggiunta di un paio di pedine ( Under in prestito, Skorupski pure a titolo definitivo) e per 10 anni questo problema sarà risolto.

    • Analisi perfetta. Concordo su tutto, è chiaro che il problema nella Roma è il centrocampo che è privo di un regista di buon livello (se non alto) dai tempi di pizarro. Ho sempre pensato che l’acquisto di gonalons fosse poca cosa, un tappabuchi e purtroppo sono triste di constatare che per ora non vengo smentito. detto questo però la squadra nel complesso mi piace, si tratta solo di migliorarsi, niente drammi 😉 Forza Roma!!!

    • Non te devi meraviglia anto, questa è la comunicazione a Roma tra stampa radio e burini camuffati da romanisti! quelli che oggi rimpiangono salah sono gli stessi che ieri lo definivano na pippa perché sbagliava troppi gol davanti alla porta, è che non era un giocatore da grande squadra! Ma ormai non mi meraviglio più, sta città è piena di vedove che andrebbero soppresse C È SOLO L AS ROMA PER ME

      • Sono d’accordo con voi per l’attacco, però è anche vero che Salah è il capocannoniere in Premier ed averlo al posto di Defrel oppure Ucan sarebbe stato meglio . Poi tutti sono sostituibili e chi indossa la Maglia è sempre il più forte ma, vendere un giocatore all’anno è un limite, non voglio essere vedova di nessuno ma è la realtà . Sono d’accordissimo sul centrocampo , manca un regista che metta ordine Torreira potrebbe andar bene . Aggiungo per la difesa, c’è un buco sulla dx Peres è inadeguato e non puoi fare tutte le partite con Florenzi , di Karsdorp purtroppo tutti sappiamo che fine ha fatto . Forza Roma !!!

    • Anto,è vero che era tanto che non commentavi,ma ti sei rifatto con gli interessi….comunque sono d’accordo con te.un caro saluto

    • Buona Roma Caro Anto 58.
      La tua puntuale analisi mi trova parzialmente d’accordo su alcuni punti e su altri meno.

      Proverò a spiegare il mio punto di vista.

      Cari amici, portieri e pali diventano insormontabili sono quando hanno di fronte attaccanti privi dell’istinto del killer.

      Vado indietro nella preistoria, così, per pavoneggiarmi un po’ e tentare di spiegare meglio il concetto; posso?

      Il giovedì dell’era quaternaria, quando giocavo in porta con la primavera della nostra Roma e andavamo ad allenare la prima squadra, qualche tiro a Jair (ve lo ricordate?) lo prendevo.
      Ma quando arrivava in area un certo Joaquin Peiro’ ( immenso fuoriclasse), o era a 25 metri, niet, nulla, nothing, rien, non ce n’era per nessuno; era sempre goal. Dentro l’area piccola, quando era a tu per tu con me, o mi sparava un siluro o mi metteva con il culo per terra; non sbagliava mai sia il giovedì che la Domenica. Era un filiforme neanche tanto alto, ma con un, “veleno” per il goal incredibile.

      Questo, per dire che, sperando di non essere pedante, sabato con “batigol”, sarebbe finita tanto a poco se anche a ds (uffa quanti se e ma sto “mettendo in campo”) avessimo avuto un certo Conti.

      Per riassumere, urge un Dzeco meno “ingechito” aspettando che maturi quel fuoriclasse “in pectore” di Schick. Il tutto condido da una spinta cumulata data dalle due fasce, non solo da una. Chiaro?

      È palese che la nostra manovra s’inceppa e si rallenta (e qui rispondo in parte al tuo giusto appunto sulla lentezza della circolazione della palla) quando da destrà il giropalla lo sposti a sinistra perchè non hai sbocchi.

      Quando gioca basso Florenzi, inizia a mille e poi non trova l’uno/due con il partner avanzato, quindi o ricomincia o cambia fascia= riduci di molto la velocità di capovolgimento di fronte.

      Quindi con Marhez gudagneremmo nell’uno/due (con relativa superiorità numerica) e potenzieremmo una “linea crossante e rientrante”.

      Ho già detto in tempi non sospetti che esiste una Roma con Fazio e una senza.

      Questo non è un fulmine di guerra (con quell’altezza?), ma ha una visione di gioco importante (goal con Chelsea) e sopperisce alla lentezza intercettando (contraerea) quasi tutti i palloni alti che su rimessa del portiere avversario o su lancio lungo di parte opposta, sono tutti nostri. Quindi non sei scavalcato, limiti i contropiede e non rincorri all’indietro il tuo avversario. E cosa non da poco, comincia a trovare una posizione importante nel chiamare la “risalita” della linea difensiva, castrando i molti attacchi avversari tramutandoli in fuorigioco. Questo (a meno di smentite) è un signor difensore.

      Il centrocampo sovente è lento, e qui concordo con te.

      Tuttavia non boccio assolutamente Gonalons ma sostengo che si potrebbe spostare Kevin al posto di DDR sfruttando in pianta stabile le verticalizzazioni di Pellegrini. Così, verticalizzando, acquisti anche in velocità ma se non la butti dentro ( più di 70 tiri se non sbaglio in tre partire con un misero bottino di reti), non vai da nessuna parte.

      Concordo con Torreira, ma nel panorama mondiale, si può trovare di meglio.

      Quindi, per riassumere, per quest’anno, dal mio modesto punto di vista, se mettessimo a posto la parte alta a ds. con qualcuno FORTE CHE SALTA L’UOMO, faremmo un bel salto.

      Ma che presuntuoso che sono a fingere di capirci qualcosa! Hahahah

      Buona Roma ai romanisti. Dajjjeeeeeeee

      • Ti dico Gianrico che Strootman è lestissimo nel suo lavoro di lavatrice, ma se imposta ha la lo stesso passo compassato di Fazio, quindi non la manovra rimerebbe lenta.
        E’ vero nel panorama europeo c’è meglio di Torreira, ma a che prezzi? L’uruguaiano conosce il nostro campionato quindi parte un passo avanti, si spende si ma non cifre mostruose, così possono rimanere altre finanze per puntellare altri ruoli ( e cedere Peres che non se la prende a male ma non è giocatore che è proponibile per questi livelli).
        Un saluto

  2. A gennaio la Roma proverà a portare a Trigoria Darmian e Torreira, per sistemare terzino destro e ricambio per il centrocampo. Credo che in attacco non dovrebbe arrivare nessuno considerando che Florenzi poi andrà ad occupare il suo ruolo naturale di esterno alto.

    • Concordo. Altro che Mahrez che non apporterebbe proprio nulla in più Il problema da anni è il terzino destro. Risolviamolo, caspita. Un rinforzo a centrocampo. Torreira è un buonissimo giocatore. Fuori Gonalons (non all’altezza) fuori Under (acerbo) fuori Moreno (inutile).

  3. Se veramente vendessimo un giocatore importante nella finestra di gennaio (in piena corsa scudetto) sarebbe una bella botta… speriamo almeno che la cessione sia all’estero… ho la sensazione che vogliano vendere Emerson (girano voci sui 25/30 milioni) per reinvestirli su Mahrez…

    • Austini mi ha fatto molto ridere. Ora dobbiamo prepararci a vendere un giocatore!? Con gli incassi della Champions? Con un campionato aperto? Con un ottavo di Champions? Ahahah.

      Semmai ne dovremmo comprare (almeno) uno, per affrontare al meglio la seconda parte di campionato.

      Io penso che ci sara’ solo l’arrivo di un terzino destro e spero che sia Darmian. Poi la prossima estate, con il recupero di Karsdorp, vendi Peres e anche la fascia destra e’ sistemata.

      Pero’ non mi aspetto nient’altro: a centrocampo e in attacco ci siamo. Il tanto vituperato Defrel e’ stato un giocatore fortemente voluto da DiFra e sono sicuro che sara’ un ottimo acquisto appena prendera’ un po’ di continuita’. Forse a centrocampo un ricambio in piu’ farebbe comodo, ma con l’arrivo di un terzino destro avresti un Florenzi in piu’ da giocarti.

      Forza Roma!!

      P.S.: Avere una clausola non significa essere gia’ venduti. Le clausole ultimamente vanno di moda e sono i giocatori stessi a volerle, perche’ cosi’ non sono ricattabili dalle societa’ e anzi hanno il coltello dalla parte del manico. Ma se un giocatore non da’ l’OK al trasferimento, la clausola serve a poco.

  4. Sento ancora parlare e/o leggere della partita con il Chievo, sicuramente un’occasione persa, però non è mica una catastrofe. la champions qualche punto te lo fa perdere, i due punti di oggi li considero il pedaggio per l’europa. siamo vicini alla vetta ma anche al quinto posto, tutto è ancora in gioco e non mi pare il caso di buttarsi giù per un pareggio. siamo lì, in corsa per tutto. perderemo qualche altro punto per strada ma capiterà anche alle avversarie. vediamo a maggio chi ne avrà persi di meno

  5. mica dicono che dopo la coppa d’africa l’egiziano non l’ha mai presa, no no me raccomando……. sputate sempre su di noi, tranquilli……. pensate sempre a noi e quando le prendete è sempre colpa degli arbitri, mai vostra, no no….. quando si mistifica la realtà e si è eccessivamente presuntuosi, questi sono i risultati, “care” irrecuperabili quagliette………….sappiate che da ieri sera io sto a rìde come un pazzo……….ah ah ah ah…..

  6. Si, è vero. Abbiamo perso due punti col Genoa. Ma guardiamoci intorno. Non è che gli altri hanno fatto sfracelli. Hanno tutti preso un solo punto e la Lazio neanche uno. Tutti venivamo da partite di coppa che, si sa, sono quasi sempre seguite da partite non entusiasmanti. Direi che è stata, tutto sommato, una domenica indolore. Andiamo avanti e cerchiamo di migliorare ancora col gioco negli ultimi metri e sui tiri piazzati di calcio d’angolo. Credo che Eusebio se ne sia accorto anche lui. Forza Roma

    • Concordo con quanto hai scritto però aspetterei a bocciare già ora Gonalons. È vero che viene da due prestazioni poco lucide però ricordo anche grandi partite, su tutte con il Chelsea a Londra e a firenze! deve trovare continuità di rendimento questo si, ma io ci credo!

  7. Finché la Roma gioca come sta facendo, con coraggio andando a pressare alti con mezza squadra creando tante occasioni e subendo il minimo, sto tranquillo!! verona è stato solo un episodio sfortunato (sorrentino quand’è che passi a miglior vita) AS ROMA CONTRO TUTTO E TUTTI

    • ma non ti fai schifo da solo ad augurare la morte ad un’altra persona solo perchè ha giocato bene contro la Roma? ma come ragionate? e mi rivolgo anche a chi gestisce questo sito ma come si può far passare un messaggio così osceno!!!???

      • Scusa se ho urtato la tua sensibilità bifolco82 ma credo tu stia esagerando e se a 35 anni non capisci mi dispiace per te..osceno?? ma sei serio? fortunatamente quelli del sito non sono dei bigotti e sanno distinguere benissimo la cazzata da un cosa seria.

      • Si hai ragione augurare la morte a qualcuno è sempre una battuta divertente, immagino quanto ti divertiresti se glie lo dicessi in faccia al signor sorrentino o se invece di un anonimo nickname usassi il tuo nome e cognome rischiando penalmente. che dire ti auguro un buon divertimento!

  8. Caro Austini,non è la Roma che vendera’ un giocatore ma sono le altre squadre che lo compreranno,se è vero come è vero che ci sono le clausole rescissorie,è una sottile ma fondamantale differenza.Teoricamente potrebbero andar via piu’ di uno.Strootman ha la clausola(mi dispiacerebbe)Manolas ha la clausola(mi dispiacerebbe moltissimo),purtroppo quest’ultimo ha una clausola non altissima(sui 35milioni),ma le clausole sono in rapporto all’ingaggio che si percepisce,se Manolas avesse rinnovato per 4 milioni potevamo chiedere sui 50 milioni,ma visto che siamo di braccino corto dobbiamo prendere quello che i procuratori decidono.

    • Fabia, mica è sempre così, pensa Belotti guadagna poco più di 1,5 ed ha una clausola di 100 milioni, braccino corto non mi pare se i giocatori della Roma sono fra i più pagati della serie A. Come fai a dare 4 milioni a Manolas, poi tutti ti vengono a bussare di cassa.

      • Scusa Francesco ma l’esempio di Belotti non è molto calzante,con tutto il rispetto ma ne vale si e no la meta’ e Belotti se gli offrisseri il doppio,da professionista,non ci penserebbe 2 volte.Per quanto riguarda Manolas dipende cio’ che vuoi fare,se lo vuoi vendere allora cerchi di prendere piu’ che puoi e gli alzi l’ingaggio;i Nostri sono tra i piu’ pagati perche’ sono anni che siamo tra le prima posizioni e quindi vuol dire che hai i giocatori bravi,ergo,bisogna pagarli.Detto tra noi Manolas li vale 4 milioni,ma è una mia personale valutazione,naturalmente.

  9. Tornando un attimo ai sorteggi, credo che qualcuno dovevamo comunque incontrare, e, considerando che c’erano accoppiamenti sicuramente peggiori di questo, ben venga la sfida con gli ucraini…ricordo la partita di andata col Napoli e la squadra mi sembrò veloce e ben organizzata, ma poi a Napoli ha preso 3 pere, quindi un impegno tosto, ma non impossibile…non che noi si abbia ambizioni di arrivare in fondo, ma alzare altri quattro spicci non fa male alle casse e magari può far bene alla squadra superare un ulteriore turno e arrivare ai quarti. La componente psicologica è fondamentale e i risultati positivi servono anche a crescere da quel punto di vista. Già così è andata oltre le più rosee previsioni, quindi forza Roma e facci sognare ancora un po’ Forza Roma!

  10. Non concordo sull’eventuale acquisto di Mahrez che considero giocatore supervalutato. Ci serve un regista che ci faccia fare il salto di qualità nell’impostare la manovra. Esterno alto può giocarci Florenzi e il prossimo anno si vedrà.

  11. Salah ti garantiva qualche gol in più, ma pure una difesa ballerina dato che in copertura era nulla e così la fascia sua – quella di Perez per capirci – era sempre in inferiorità. Se Nainggolan stava a 1000 tappava i buchi pure dell’egiziano, al contrario erano sempre cazzi.

    Infatti mi pare che il Liverpool non stia godendo di una grande difesa quest’anno. Segna tanto, ma ne prende pure parecchi.

    Nella rom, si segna pochissimo perché, come si diceva dall’inizio con altri qua sopra, la manovra è macchinosa, gli inserimenti dei centrocampisti sono minori rispetto a prima e gli esterni tendono a giocare troppo distanti da Dzeko che da il meglio di se quando c’ha una seconda punta al suo fianco.

    un regista basso aiuterebbe, certo, ma aiuterebbe pure giocare con un esterno largo anziché due e l’altro più vicino a Dzeko. A quel punto se sono in 3 a marcare il bosniaco, la seconda punta si ritrova libera da marcature o quasi. Non a caso ElSharawi a destra ha fatto sfraceli. Anziché allargarsi, si accentrava, ricevendo molti più palloni da Dzeko che segnava meno, ma era spesso l’uomo assist. Se deve giocare solo o imparano a fargli dei cross fatti bene o non segnerà mai.

  12. salve a tutti, ho giocato (penso come la stragrande maggioranza di voi) più di 30 anni nei campionati amatoriali, quelli spelacchiati freddi e con la gente che ti ricorda amorevolmente di chi sei figlio, e ricordo che quando si cazzeggiava pareggio, vittoria e sconfitta erano la stessa cosa, mentre invece quando il pareggio era peggio di una sconfitta vincevamo il campionato, quindi…
    forza Roma

Comments are closed.