NEWS DELLA GIORNATA – Si avvicina a grandi falcate la trasferta di Verona ed i giallorossi cominciano a mettere il Chievo nel mirino. In giornata la Roma è scesa in campo, allietata dalla presenza di Doumbia in gruppo, ma preoccupata dalla febbre di Holebas

VERSO CHIEVO-ROMA –Loro sono forti, ma dovranno lottare per ottenere punti“, ha dichiarato il clivense Hetemaj. Ma i veneti sono avvisati: la premiata ditta “Totti-De Rossi” spaventa il Bentegodi con 12 reti messe a segno in tandem. Iturbe ha lanciato un chiaro messaggio alla squadra di Maran: “Vogliamo vincerle tutte“. Intanto, Galbiati, ex allenatore in seconda della Roma e Lallo Circosta, noto comico e tifoso romanista, hanno commentato il momento giallorosso in esclusiva per la nostra redazione. Florenzi, Pjanic e Nainggolan sono stati protagonisti di una simpatica iniziativa per la campagna #Allacciamoli, contro l’omofobia. Nella Capitale, Totti, in diciasettesima posizione tra i calciatori più ricchi, continua ad essere in discussione, ma il ct brasiliano Dunga lo esalta: “E’ eccezionale, gli riescono più giocatore ora rispetto al passato“.

CALCIOMERCATO – La giornata è stata ricca di indiscrezioni di calciomercato. Il rinnovo di Handanovic con l’Inter slitta ancora, e la Roma potrebbe inserirsi nella trattativa. I giallorossi sembrano già molto attivi sul mercato: Umtiti del Lione e Maxi Pereira del Benfica interessano a Sabatini, ma è forte la concorrenza di diverse squadre, italiane e non. Intanto, l’eccentrico presidente della Sampdoria Ferrero si è innamorato di Romagnoli e probabilmente farà di tutto per trattenerlo anche la prossima stagione a Genova. A tenere banco è anche il rinnovo contrattuale di Keita. Il maliano è stato chiaro: “Nessuna novità sul rinnovo, ma qui sto bene”. A non trovarsi più in accordo con la società era invece Luigi Febbrari, preparatore atletico che ha scelto di seguire Reja all’Atalanta. Intanto, secondo alcune indiscrezioni, il riscatto di Destro da parte del Milan potrebbe essere legato a doppio filo con il futuro di Inzaghi.

ALTRE NOTIZIE – Se Dunga ha elogiato Totti, sicuramente non è entusiasta dal calcio italiano: nessun calciatore che milita nella Serie A è stato convocato per la sua Nazionale. Rimanendo in terra carioca l’ex “Imperatore” Adriano è stato fermato con 18 prostitute in un locale di Rio. Fatto,questo, ben più leggero rispetto ai disordini causati dai tifosi del Feyenoord a Roma. Alfano è tornato sulla questione, quantificando i danni: 5,2 milioni. Anche il presidente del Coni Malagò ha parlato della sicurezza di Roma: “Finale Tim Cup? Sarebbe una sconfitta non disputarla nella Capitale“. Per finire, la nostra redazione ha lanciato uno sguardo al passato, svelando cosa “Accadde domani”: giallorossi tra le prime 8 d’Europa.