EURO 2020 ITALIA MANCINI – L’Italia ha battuto la Spagna ai calci di rigore dopo l’1-1 al termine dei 120 minuti con i gol di Chiesa e Morata nel secondo tempo regolamentare. La Nazionale ora giocherà la finale domenica 11 luglio e attende di conoscere l’avversaria dal match di questa sera tra Inghilterra e Danimarca. Ecco le parole del ct azzurro Roberto Mancini in conferenza stampa:

La gioia di Mancini e il regalo all’Italia dopo un momento molto difficile

“Ci fa piacere aver regalato una serata così agli italiani, ora ne manca una se sarà possibile. Sapevamo che sarebbe stata durissima, la Spagna ci ha messo in difficoltà, abbiamo cercato di segnare quando abbiamo avuto le occasioni. Abbiamo avuto difficoltà perché avevamo poco la palla. Volevamo la finale, poi i rigori sono un terno al lotto. Faccio i complimenti alla Spagna, è una grandissima squadra. Siamo felici, ringrazio i ragazzi per aver creato qualcosa di bello. Non abbiamo fatto ancora tutto: ora recuperiamo le forze, è stata durissima. Lo sapevo, sarebbe stata la più dura del torneo. E’ la sesta, sarebbe stata stancante, ma volevamo la finale”.

Il commento alla partita e il cambio di modulo

“Tutti vogliono vincere, i giocatori poi volevano qualcosa di diverso. Volevano fare qualcosa che piacesse, le cose difficili sono quelle belle da fare. Ancora non abbiamo fatto nulla, dobbiamo aspettare ancora. Pensavamo, e ci siamo riusciti, a cucire di più il gioco. Volevamo mandar dentro Chiesa e Berardi: Ciro ha corso come un matto, non era così semplice contro la Spagna ma lo sapevamo. Sapevamo che poteva andare così, eravamo pronti a soffrire”

La mentalità vincente della squadra

“Tutti vogliono vincere, i giocatori poi volevano qualcosa di diverso. Volevano fare qualcosa che piacesse, le cose difficili sono quelle belle da fare. Ancora non abbiamo fatto nulla, dobbiamo aspettare ancora”.

Leggi anche:
L’Italia batte la Spagna e vola in finale di Euro 2020

2 Commenti

  1. Qualificati si, ma giocando una brutta partita, sovrastati dal possesso palla e come azioni da gol da parte della Spagna che, per fortuna, davanti alla porta non ha avuto piedi “buoni”. L’Italia è stata poco aggressiva (carenza di forma ?). Con l’Inghilterra, che gioca in casa, servirà un approccio diverso e più fisicità; forse andrà meglio perché non hanno grandi palleggiatori … Incrociamo le dita !

  2. Io ho visto una Spagna che ha dominato solo per possesso palla e riconquista, non ho visto azioni da gol clamorose, uno mangiato da loro e una parata di Donnarumma in 120 minuti, un pò poco per dire che abbiamo giocato male. In campo ci sono sempre due squadre, ieri ti hanno costretto ad una partita così ma alla fine tornano a casa loro e noi andiamo a Wembley, laonde per cui…….

Comments are closed.