1 Ottobre 2022

Inzaghi: “Handanovic non ha fatto una parata. Abbiamo avuto una grande risposta con il gioco, dispiace perdere così”

Le parole del tecnico Simone Inzaghi nel pre e post partita di Inter-Roma

Foto Tedeschi

romanews-inzaghi-romainter

Tutte le dichiarazioni del tecnico nerazzurro Simone Inzaghi in occasione di Inter-Roma, match valido per la 8a giornata di Serie A.

Le dichiarazioni del post-partita a DAZN

È meglio affrontare subito il Barca?
Sappiamo che martedì ci sarà questa partita contro una squadra fortissima, ma è normale che ci sia delusione. Sconfitta immeritata ma questo è il calcio, usciamo con la migliore partita stagionale. Sconfitta pesante perchè è la quarta in otto partite e brucia e fa male.

Terza rimonta subita nelle ultime quattro giornate..
Dobbiamo fare di più, oggi perdiamo una partita dove il nostro portiere non ha fatto una parata, abbiamo preso pali e traverse, abbiamo creato ma questo è il calcio. Era capitato anche domenica alla Roma contro l’Atalanta, ci sono partite segnate e significa che questo che stiamo facendo non basta.

Si prepara ad Appiano la prossima?
Lo faccio sempre. Da allenatore penso di aver avuto una grande risposta del gioco, di come siamo stati in campo. Davanti ai nostri tifosi dispiace, ci lecchiamo le ferite per una sconfitta pesante.

Se non avessi subito il gol del 2-1, Asllani sarebbe uscito ?
In quel momento sarebbe uscito ugualmente. Ha fatto una buona gara. Avevo Calha con dei problemi. Ho Gagliardini che non era utilizzabile. Abbiamo una partita ogni tre giorni. Calha si è allenato solo gli ultimi 3 giorni.

Le parole a Inter Tv

Pagate qualcosa a livello mentale?
“Sicuramente nelle primo otto partite in campionato questa è stata la migliore come intensità e forza dell’avversario. Abbiamo fatto bene e potevamo vincere, invece siamo qui a parlare di una sconfitta. Potevamo fare meglio, dobbiamo lavorare di più sui particolari. La squadra in campo ha messo tutto quello che poteva, forza, palleggio, fase di possesso e non possesso. In questo momento è così, non basta quello che stiamo facendo ma dobbiamo lavorare meglio”.

Adesso il Barcellona.
“Abbiamo subito una partita difficile contro una squadra fortissima, dobbiamo recuperare e prepararla nel migliore dei modi”.

La conferenza stampa

È preoccupato?
“Assolutamente sì, ero più preoccupato dopo la partita di Udine, però i punti sono gli stessi. È una sconfitta che fa male, nel nostro stadio, dopo una partita a parere mio: la migliore delle otto disputate, ma in questo momento non basta perché siamo usciti sconfitti 2-1 contro una diretta concorrente”.

Ci può chiarire i tempi di rientro di Lukaku? Per Sassuolo?
“C’è qualche speranza, ma non sono fiducioso. Ha avuto un rallentamento, noi pensavamo di inserirlo in gruppo come fatto con Calhanoglu, purtroppo è stato fatto un esame e non è ancora potuto rientrare in gruppo. Sta lavorando con i fisioterapisti e i dottori, è un’assenza che pesa, però è il calcio: abbiamo fuori lui, Brozovic e Gagliardini, siamo pochi con tante partite. In attacco stasera c’è stato l’esordio di Carboni che se lo è meritato perché sta lavorando bene con noi da quando si è rotto Lukaku”.

Si ripetono sempre gli stessi episodi. Cosa si può fare per intervenire?
“Bisogna curare più il particolare, è normale che in questo momento paghiamo la minima disattenzione. Sul secondo gol c’è una disattenzione, come è successo a Udine sul pari. Ora devo rivedere la gara, dopo il pareggio di Dybala abbiamo perso le distanze ma la partita è stata condotta in lungo e in largo. Questo è il calcio, era capitato alla Roma contro l’Atalanta: ci sono gare dove si perde non meritando”.

L’Inter può rientrare in corsa o ci si deve rassegnare?
“Assolutamente, stasera c’è grandissima delusione fra i giocatori che hanno dato tanto rispetto a quello che gli ho chiesto, ma anche per i tifosi che ieri abbiamo incontrato. Abbiamo spinto dall’inizio alla fine, è una sconfitta che brucia: bisogna fare di più, io in primis”.

Le parole nel pre-partita a DAZN

La parte emotiva…
Siamo stati le ultime 48 ore insieme, la squadra è concentrata e consapevole che la partita è molto importante. Asllani? E’ un ragazzo che lavora bene e ha ottime qualità quindi deve fare la partita che sa e che ha preparato.

Roma squadra che attacca di più in contropiede, cambio d’atteggiamento a livello difensivo?
La Roma è una squadra completa, non è solo contropiede, sanno giocare la palla. Sarà una partita bella, speriamo di vincerla noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

6 commenti

  1. asc ha detto:

    sarà per questo che avete preso du’ fischi?

  2. Francesco ha detto:

    A inzà… Handanovic ne avrebbe dovute fare almeno due di parate

  3. Domenico ha detto:

    E infatti avete preso due gol e altri tre tiri non la presi perché usciti di non molto. Ma che partite vede questo qui ogni volta? Lo faceva pure quando era alla lazio

  4. maurizio mazzotti ha detto:

    infatti abbiamo visto

  5. Michele65 ha detto:

    Un vero peccato che dei professionisti siano così poco sportivi ed obbiettivi, hanno fatto un goal…che e” stato una papera del ns.portiere, hanno preso anche una bella traversa questo lo riconosco ma se poi perdi 2-1 per 2 bei goal che hai subito…ti devi stare solo ZITTO…perché fai più bella figura…

  6. netzer ha detto:

    Spiaze.