TOTTI da francescototti.com:Vittoria sofferta ma bellissima. Questo derby è stato una partita dai due volti e i festeggiamenti un vero spettacolo ^_^Visto l’andamento della partita dopo il fischio finale mi sono lasciato travolgere dall’atmosfera caldissima del trionfo. Non volevo comunque offendere nessuno e chiedo scusa se qualcuno può essere stato toccato dal mio modo di gioire per il risultato con i compagni e i tifosi. D’altra parte la stracittadina tra noi e la Lazio è anche questo, e chi è di Roma lo sa bene.Io per primo non me la sono presa quando in settimana a Formello qualcuno ha utilizzato la mia foto in maniera pungente per caricare i nostri avversari. Inoltre in passato tanti giocatori, anche biancocelesti, son stati protagonisti di sfottò sopra le righe e festeggiamenti decisamente appariscenti. La verità è che le esultanze e il sarcasmo bonario al termine della partita fanno parte del gioco e del clima vissuto dalla città intera per questa sfida sentitissima. Ora pensiamo alle prossime partite: la Coppa Italia e poi la Sampdoria ci aspettano al varco e noi ci faremo trovare pronti.ROSELLA SENSI alle radio:”Bello bellissimo, bella partita. Ero preoccupata nel primo tempo ma abbiamo dimostrato di essere forti. Vorrei gioire anche a casa con mia figlia. Mister bravissimo è la vittoria di tutti, anche chi va in panchina e i dirigenti. Mercoledi abbiamo una partita dove dovremo essere concentrati, poi domenica c’è la Sampdoria. Io credo che siano tutti difficili gli ostacoli. Nel derby c’è una componente emotiva molto forte. Loro sono molto bravi. Totti e De Rossi sono a disposizione del mister, li conosco non c’è dispiacere, tutti vogliamo che la Roma vinca. Io mi aspetto sempre moltissimo dai nostri giocatori, speravamo che uscisse fuori la vera Roma. Comunque andasse volevo metterci la faccia oggi. È giusto che un presidente doveva metterci la faccia. Ho pensato a quello che avrebbe fatto mio padre in questi casi”.DE ROSSI in zona mista:Tanti segnali a vostro favore, come Julio Sergio che para il rigore”Sicuramente, ma non è stato il primo, questo però non conta niente. Il fatto è che abbiamo battuto una squadra forte come la Lazio che oggi giocava la partita della vita.”.Ci spieghi la sostituzione?”Il mister avrà pensato che ho giocato male e che non ero in grado di giocare il secondo tempo. Io non devo guardare alle sostituzione, devo fare il giocatore della Roma”.
 
RANIERI a Sky SportUna Roma bloccata nel primo tempo: questione di testa o ha sbagliato la formazione?“Tra tante cose, vado a dire che ho sbagliato la formazione? Evidentemente, sentivamo molto la partita, il derby è il derby, ma nel secondo tempo abbiamo fatto meglio. Certo, la svolta è arrivata dopo il rigore parato da Julio Sergio”.Sulle sostituzioni di Totti e De Rossi: come l’hanno presa?“Non glielo spiegata, ho detto che riposavano, erano già ammoniti, il derby non li fa stare sereni, non li fa giocare come sanno. Ho preferito cambiare e rimettere la squadra con il vecchio assetto. Se perdevamo, sarei stato crocifisso”.Quindi, non è stata una scelta tecnica?“E’ stata anche una scelta tecnica, è stata un po’ tutto. Dico sempre che sono i giocatori che fanno la squadra, non contano i sistemi di gioco, conta come stanno i giocatori in campo, noi stavamo non al 100% con De ossi e Totti ed ho preferito toglierli”.La Roma del secondo tempo, può essere la Roma di queste ultime partite?“Non lo so. Lo spirito e questo,eravamo sotto di un gol volevamo vincere. Credo che la molla sia stata proprio il rigore parato, ha dato entusiasmo, coraggio e voglia di reagire. Nel secondo tempo ho messo la squadra come è abituata  giocare, si è subito ritrovata e ha giocato una buon parte del secondo tempo”.Come sta la squadra fisicamente?“Sta bene, intorno al 70-80%, altrimenti non fai il secondo tempo così se non stai bene. Certo, siamo lassù e i ragazzi non ci sono abituati. Quello dico sempre è, divertiamoci e vediamo all’ultima giornata dove saremo”. Ha visto meglio l’Inter nel secondo tempo con l Juventus, o la Roma nel secondo tempo con la Lazio?“L’Inter è uno squadrone, con grande personalità, la Juve ha fatto una grossa partita. Noi abbiamo giocato fino adesso in spensieratezza, cercando di fare il meglio in ogni gara, Dobbiamo di continuare così, lo ripeterò sempre, tutti i giorni. E’ logico che leggono i giornali, sentono la tv, per quanto io cerchi di isolarli, leggono e s’informano, quindi, un po’ di pressione ci sarà”.Ha visto la classifica?“No, sono stato negli spogliatoi poi, sono venuto qua”.Fuori Totti e De Rossi: l’aver allenato all’estero, ha aiutato a creare un certo distaccato per prendere certe decisioni?“Di decisioni ne ho prese tantissime, adesso si ricorda questa, perché è l’ultima partita disputata. Quando ero al Valencia ho tolto Romario. Per ci, cerco sempre di fare il bene della squadra. Se un giocatore sente troppo la partita, ritengo giusto dagli un mezzo tempo di riposo Saranno contenti, ma dispiaciuti, naturalmente, perché la sostituzione non fa bene a nessuno, ma sanno che cerco di fare il bene della Roma, che è quello che vogliono tutti”. RANIERI a Roma Channel:“Già penso ai messaggi che mi arriveranno, è stato un derby difficile. Nel primo tempo la Lazio aveva preso il sopravvento. Poi la svolta l’ha data il calcio di rigore parato, la curva ci ha soffiato dietro. Complimenti ai ragazzi che hanno fatto un capolavoro. Totti e De Rossi? Avevo visto i due ragazzi diversi dal solito in settimana, non gli riuscivano le cose che sanno fare. Ho deciso di tagliare la testa al toro. Ho messo ragazzi che sentono di meno la gara. Dispiace, ma hanno capito che l’allenatore fa le scelte per la squadra. Continuerò a fare così. Avevo chiesto di scavalcare il centrocampo e di andare in contro pressing. Ma ci rimettevano subito in difficoltà. Poi abbiamo riquadrato la squadra. Menez? Ringrazio tutti, questa è la forza della Roma, c’è spirito di sacrificio. Taddei e Jeremy hanno fatto due grandi partite. Adesso continuiamo. Umiltà  spirito di sacrificio, tenere i piedi a terra. Vogliamo arrivare in finale. L’Inter ci aspetta. Non credo che lo festeggerò in modo particolare, andrò a casa”.PRADE’ a Roma Channel:Queste sono le gioie ed è quello che ti da la bellezza di questo lavoro. Sono momenti irripetibili. Una cosa bellissima.Un primo tempo strano..Questo è il nostro dna, questa è una squadra che gioca di pancia. Io sono orgoglioso dei miei ragazzi, noi le partite le sentiamo al di sopra di ogni cosa. Non è un discorso di crescita e maturazione, noi siamo questi.Totti e De Rossi sostituitiE’ una storia. Complimenti all’allenatore, Daniele e Francesco sentono questa partita come pochi. C’è anche il discorso del cartellino che influisce molto. Adesso ci godiamo la bellissima serata e poi partita dopo partita. Ripartiamo da domani mattina.
 
VUCINIC (man of the match) a Sky:Cosa significa vincere il derby con una doppietta?“Vincere il derby per me, non solo per me, ma per tutti, penso sia la cosa più bella che esista nel cacio. Poi, è venuta con de miei gol, sono ancora più contento”.Quanto è stata determinate la parata di Julio Sergio sul rigore di Floccari, che poteva portare la Lazio al raddoppio?“Tanto, moltissimo, perché se andavamo sul 2-0, non so come andava a finire”. In tre davanti eravate un po’ bloccati nel primo tempo, poi Ranieri ha deciso per il 4-2-3-1: è in questo cambiamento tattico che si è decisa la partita?“Non lo so. La cosa più importante è che abbiamo vinto”. Quanto pesano questi tuoi due gol,visto che la Roma è tornata in testa?“Pesano tanto. L’Inter venerdì ha vinto, noi eravamo da due giorni sotto pressione, non era facile, perché non siamo abituati a stare lassù. Però, penso che stasera abbiamo dato una grande dimostrazione di essere una grande squadra”.    TONI a Sky:Il tuo primo derby: te aspettavi così?“Sinceramente, non mi aspettavo che si respirasse un’atmosfera così bella. Me l’avevano raccontata i miei compagni, ma finché non lo giochi, non te ne reni conto. Poi, è stato ancora più bello perché, nonostante siamo andati sotto di un gol nel primo tempo, alla fine siamo riusciti ad esultare sotto i tifosi”.C’era Lippi in tribuna: sul suo taccuini ha scritto che Toni è pronto per il Sud Africa?“Sinceramente, non ho visto cosa ha scritto. Penso a fare bene per questa squadra e per questa maglia. Con 4 finali, cercherò di fare gol, di aiutare i miei compagni per cercare di raggiungere questo sogno. Poi, se il mister mi convocherà, sarà il giocatore più felice e cercherò di fare il possibile per la mia nazione”.Sul gesto di Totti a fine partita”Totti è un tifoso. Io, sinceramente, non ho visto il gesto che ha fatto. L’unica cosa che penso, è che le cosa brutta che c’è stata un po’ nel finale, è stato questo parapiglia. Penso che noi giocatori dobbiamo essere i primi a cercare di dare l’esempio. Già è un derby, un derby molto sentito, e dobbiamo essere noi, per primi, a stemperare gli animi. Non so se Francesco ha fatto questo gesto prima dopo il caos che c’è stato, perché, sinceramente, quando è finita la partita, ho visto anche molti giocatori della Lazio correre verso i nostri giocatori. Sono dell’idea che chi sbaglia deve pagare, questo è sicuro. Dobbiamo cercare di dare un bell’esempio a tutti i tifosi”.Sei pronto all’affetto dei Tifosi?E’ una piazza motlo calorosa. è sempre meglio questo entusiasmo che le contestazioni. Non mi hanno mai impedito di uscire di casa. Resti alla Roma?”Non dipende da me. Penso solo a fare bene adesso per arrivare al sogno. Ci aspettano 4 finali.Chi ha inciso di più nella vittoria di stasera?Io voto per Julio Sergio perchè dorme con me in ritiro. Lui mi aveva detto che avrebbe parato il rigore e avremmo vinto. Ha avuto ragione lui”.
 
TONI alle Radio:”Dobbiamo rimanere in testa, spero che vada bene, non si deve mollare. Oggi siamo andati meglio nel secondo tempo, non ci hanno regalato nulla. Ovvio il rigore parato è stato importante. L’allenatore decide e per noi non ci sono problemi. La partita di oggi pesa, ovvio, ora ci devono inseguire. Siamo carichi e stiamo facendo bene. Ho capito cosa significa il derby qui, poi l’ho anche vinto! Nel primo tempo abbiamo fatto fatica, siamo andati in bambola poi loro hanno segnato subito. Poi siamo stati bravi e con il rigore è arrivata la fiducia. Non è stato un fatto di modulo ma semplicemente di mentalità. Ora siamo avanti e vogliamo rimanerci. Io mi sono sacrificato, ho cercato di far salire il gruppo. Ormai sono romano? Direi che ora vedo vicino un traguardo che è lì e che vogliamo prenderci, per me, per noi è un sogno. Lippi? lo dico sempre, lo so che mi segue ma ora penso al campionato. Non ho visto cosa è successo a fine partita, non ho visto bene. Comunque un peccato. La Lazio l’ho trovata in salute ci ha messo anche in difficoltà all’inizio. Poi alla fine abbiamo fatto vedere perchè c’è tutta questa differenza di punti”.TONI in zona mista: “Ora ci aspettano quattro finali, siamo davanti noi e dipende da noi. Dobbiamo cercare di rimanere in testa e di vincere. Non dobbiamo mollare mai affinché la squadra vada bene. Il doppio cambio di Totti e De Rossi? E’ l’allenatore che decide, l’importante è vincere. Siamo un gruppo fantastico e l’abbiamo dimostrato. Questa gara pesa perché siamo tornati noi in testa e sono gli altri che ci devono inseguire. Siamo carichi, vediamo quello che succedere”.TONI a Roma Channel:“Belle emozioni, particolare. Me lo avevano raccontato. Abbiamo vinto. Nel primo abbiamo fatto male, poi siamo venuti fuori. Tre punti che sono… Mancano quattro finali. Dobbiamo vincerle tutte. Cercheremo di essere avanti alla fine”.TONI a Mediaset Premium:Alla grande il primo derbySì tante pressioni perché inter passato. Primo tempo fatica nel secondo usciti fuoriChe ne pensi del gruppoFantastico. Daniele e Francesco i primi a correre ad abrracciarci. Tutta la squadra esulta a fine gare,è troppo importante adessoCi vuole coraggio in certe situazioni..Ranieri ha dimostrato tutto il bene che si dice. Avevamo gran voglia di ribaltare, è andata bene cosìOggi ti ho visto per la prima volta in difficoltà. Non riuscivi a stoppare , giornataccia o qualcosa ti limitava?Ti ringrazio. Ride. Sincera,mente non min sono visto cosi in difficoltà, nell’azione della punizione fatto bella sponda. Magari sono piaciuto ad altriParlo del primo tempoSicura,mentre abbiamo fatto tutti fatica e io anche come terminale offensivo , ci sono momenti in cui la prendi meno, io ho cercato di dare il massimo, se non facciamo così bene e  vinciamo va bene lo stessoDopo il primo tempo hai temuto la sostituzione?Non so, il mister ha detto subito i sostiuti, se fosse toccato a me sarei stato dispiaciuto ma nessun problema, cerchero’ sempre di fare il massimo, ora quattro finali, importati i tre punto non chi gioca.Il tuo futuro?Adesso non ci penso, penso a queste quattro finaliMagari anche in SudafricaSperiamo, ora penso solo alla Roma per raggiungere un sogno, se Lippi mi chiamerà sarò l’uomo più felice del mondo PERROTTA  a Roma Channel: “Soddisfazione immensa. Una goduria pazzesca. Un buon secondo tempo dopo un primo tempo bruttino. Dopo il rigore ci siamo sciolti. Non so i motivi delle sostituzioni. Ci siamo sentiti un po’ smarriti all’interno dello spogliatoio. Non li ho visti tesi più del solito. Julio Sergio? Stasera ci ha salvato la partita. Sta facendo delle ottime cose, le qualità ce le aveva anche prima. Doni resta uno dei portieri più forti in circolazione. Noi ci crediamo tanto nei segnali. Con la Sampdoria sarà una partita fondamentale, sarà decisiva. Ci può far fare quel salto definitivo. E’ in corsa, ma giochiamo in casa. Faremo una grande partita”PERROTTA a Sky:La fascia di capitano ti ha portato bene.Si ma preferisco che la portino Francesco o Daniele.Ti aspettavi il camibio?No.Li per li ci siamo sentiti smarriti poi ci siamo ripresiCosa è cambiato tra il primo e il secondo tempo?L’espisodio del rigore ci ha cambiato. Senza quello non avremmo reagito cosìChi è stato decisivo per la vittoria?Vucinic e Julio SergioSul nervosismo finaleAl fischio finale io stavo andando ad esultare poi ho preso un calcio e non si è capito nullaPeserà il vanatggio a livello psicologico?Abbiamo dato un segnale importante. Vincere il derby cosi e tornare in testa è un segnale molto forteAvete fatto 24 risultati utili consecutivi. Cosa ha cambiato Ranieri?Il mister ci ha dato compattezza. Con Spalletti era finito un ciclo. Ranieri si è inserito per gradi e merita tanto perchè non ha raccolto per quello che ha seminato.Coma hanno reagito Totti e De Rossi al sostituzione?Niente, ci hanno incoraggiato per vincere la partitaQuanto credi possa influire il doppio impegno dell’Inter?Non lo so perchè hanno tantissimi giocatori. Qualcosa la pagheranno da qualche parteVincere da capitano?E’ la stessa cosa. preferisco vincere con Francesco e Daniele in campoJUAN alle Radio:”Quando abbiamo cominciato a fare possesso e a giocare palla a terra le cose sono andate meglio. Il mister ce lo ha chiesto e siamo riusciti a fare il nostro gioco”.Ora sono tutte finali…”Si, noi abbiamo un obiettivo ora, per vincere qui in Italia, serve un alto livello e una continuità. Se sto giocando meglio? Io gioco bene quando la squadra gioca bene”.BURDISSO a Sky:Come giudichi la tua prestazione?Ho sbagliato sul gol, ma abbiamo vinto è questo l’importanteIl primo tempo avete giocato maleSi, facevamo un calcio che non era il nostro poi nel secondo tempo abbiamo trovato i due gol ed è andata meglioTi aspettavi un derby così?Mi dispiace ma alla fine il derby è cosi. Alla fine meritiamo la vittoria.Peserà la Champions sull’Inter?Noi dobbiamo pensare solo a noi. Partita per partita.Che ne pensi del gesto di Totti?Difficile giudicarlo alla fine. Non penso di essere la persona giusta per difenderlo. Lui si difenderà da soloSiete favoriti per lo scudetto?No siamo semplicementi primi. Abbiamo delle partite dure come del resto l’InterCome hanno vissuto la vigilia Totti e De Rossi?Il calcio è cosi.Hanno giocato molti derby che hanno anche vinto. Meno male che abbiamo cambiato e vinto.Come ha comunicato la sostituzione a Totti e De Rossi?Non facciamo drammi. Bisogna sapere qundo si gioca male. Il mister ha fatto le sue scelte. Loro sono intelligenti e hanno capitoTra Ranieri e Mourino chi è più bravo?Tutti e due. Con mourinho ho un grande rapporto e ringrazio tutti e due.BURDISSO a Roma Channel:“Vittoria importantissima, ci tenevamo. Non abbiamo iniziato bene, la squadra però è matura. Gran secondo tempo. Manca pochissimo, ormai dipende da noi. Contro la Sampdoria abbiamo una gara difficile. Si gode di più quando si parte così male. Questo è un bel segno per tutti. Loro hanno avuto due occasioni. Non avevamo capito la partita, senza giocare palla a terra. Pensavamo che Lazio pressasse più alta. Abbiamo continuato a rilanciare la palla in avanti, per le punte era impossibile”JULIO SERGIO a Sky:Sei l’incubo della Lazio…”Si è vero ho fatto due grandi parate. Oggi dobbiamo godere perchè poi mercoledì dobbiamo battere l’Udinese”Il rigore è stato la scossa.”SI ma il secondo tempo abbiamo giocato bene”Siete i favoriti per il campionato?”Se vinciamo tutte le partite finiremo primi. L’inter è forte ma dobbiamo gestire il vantaggio”Che è successo nel finale?”Non lo so. Qualche loro giocatore non voleva che esultassimo”I tifosi?”Sono fantastici, speriamo di regaragli una grande soddisfazione”JULIO SERGIO a Roma Channel:“Giocavamo per una vittoria, tornavamo ad essere primi da quando è arrivato Ranieri. Mi ha fatto piacere, andrò a casa e vedrò la mia famiglia con una parata importante. Stavo al momento giusto, al posto giusto. Io avevo già giocato in Brasile un derby ma questo è particolare. Da domani dobbiamo tornare ad allenarci e pensare alla coppa Italia. Nel primo tempo non abbiamo fatto una buona gara, poi abbiamo giocato meglio. Tanti i palloni per Toni, poi è entrato Taddei e Menez. La squadra sta maturando al momento giusto. Io penso che devo essere il primo a dire grazie dopo quello che è successo con la Roma. Se c’è un Dio maggiore, lo ringrazio. Nessuno lo avrebbe mai detto. Mi fa piacere di poter rimanere nella stroria, ma dobbiamo continuare”.JULIO SERGIO alle radio:”Sono contento, è stata una parata importante, siamo andati meglio nel secondo tempo, alla fine abbiamo vinto con un buon calcio”.Avevi già deciso l’angolo in cui buttarti?”Noi proviamo a studiare i calciatori, avevo la mia idea, sono stato bravo e fortunato. Noi studiamo tutti i giocatori, ognuno ha le sue peculiarità, la Lazio ha giocatori bravi”.Hai una dedica?”No non ce l’ho, quest’anno per me è favoloso, sono tornato a giocare e poi sto facendo bene anche per la Roma. Voglio continuare a crescere, voglio ancora imparare e poi i conti si fanno alla fine”.Potrebbe essere la parata dello scudetto lo sai?”E’ presto per dire questo”TADDEI a Roma Channel:”Sono contento per il risultato, per come è iniziata la partita. Siamo usciti fuori da una situazione difficile, bravi a tutti. Il primo tempo non era da Roma, siamo rientrati con più volontà e siamo riusciti a fare i tre punti, era il nostro obiettivo. Tutto è cambiato dal rigore che ha parato Julio, tutti ci hanno creduto. Siamo usciti da una situazione difficile. L’uscita di Totti e De Rossi è stata del mister, lui ha grande esperienza. Ha fatto uscire due giocatori importantissimi, alla fine ha vinto il gruppo. Loro ci hanno appoggiato dalla panchina. Abbiamo dimostrato maturità. Succede nel derby che la squadra che perde rosica, il pianto è libero. Abbiamo vinto noi”.RIISE  a Roma Channel:“Partita incredibile, siamo andati meglio nel secondo tempo. E’ stato un gran derby. Sono stanco ma le voglio giocare tutte”. Arriva Vucinic, il norvegese gli chiede scherzando: “Perché non difendi mai?”. Vucinic: “So che sei forte. Sono contento per i gol ma oggi la differenza l’abbiamo fatta tutti insieme”.RIISE a Sky:Roma dai due volti.Nel primo tempo abbiamo giocato male e poi nel secondo tempo siamo andati meglioPotete fare a meno di Totti e De RossiE’ molto importante perchè nel secondo tempo abbiamo giocato a palloneSiete in testa.Si ma mancano quattro partite. Mercoledì ci sarà l’Udinese e pi la Samp domenicaPensi che l’Inter si stancherà in Champions?No perchè Mourinho è un grande allenatore. L’inter pensa sempre un partita dopo l’altraDopo la partita cosa è successo? Come giudichi le parole di Reja su Totti?Io sto con Totti perchè lui è il capitano.
 
Cassetti a Roma Channel“Il rigore? Il contatto c’era ma io tolgo il piede, è lui che viene incontro. Non posso spostarmi. E’ andata bene lo stesso. Subito dopo ho chiamato i tifosi e abbiamo conquistato noi i rigori. Il primo tempo lo abbiamo sbagliato, abbiamo regalato il primo tempo. Quando giochiamo palla a terra non ce ne è per nessuno. Grande gara per Menez, ha creato superiorità numerica. Totti e De Rossi? Sono due grandi, due leader dello spogliatoio. Il mister ha avuto ragione, sono contenti anche loro di aver vinto questa partita”..CASSETTI a Mediaset Premium:Dove ve neandate stasera?A casa, a salutare i bambiniRanieri aveva chiesto di giocare per lo scudetto.Nonostante un primo tempo regalato dove abbiamo cercato troppi palloni lunghi su Luca. C’era qualcosa da cambiare, nel secondo tempo abbiamo iniziato a mettere la palla a terra, il nostro modo di giocare, e abbiamo ribaltato la partita.Come vi sentite ora, più forti di prima?Abbiamo buone sensazione, dopo un derby in trasferta, una partita difficile. Siamo nuovamente davanti a tutti, ora la semifinale di mercoledì e domenica una Samp che ha battuto il Milan. Un’ltra partita difficile sul nostro cammino.C’è stato nervosismo a fine garaIo stavo andando a salutare l’arbitro e a festeggiare. Ho cercato di allontanare Radu, c’è stato un parapiglia ma poi sono riuscito ad andare sotto la curva a festeggiare.Sul rigore sembravi perplessoSì. Non so innanzitutto se fosse dentro fuori. Io cerco di togliere la gamba e lui mi viene addosso, non potevo farci nulla. Però dai, è andata bene lo stesso, dovemmo far fare qualcosa a Julio.CASSETTI alle radio:”Nel primo tempo abbiamo sbagliato molto. Nel secondo molto meglio, giocando la palla a terra. Davanti siamo forti e loro sanno come saltare l’uomo e dare profondità”.Ora siete davanti…”Mancano 4 partite, sarà difficile, la Samp per esempio sta bene e sono molto galvanizzati. Qui ci sono solo titolari in questo gruppo, e nessuno se la prende. Siamo tutti carichi e c’è grande feeling. Nel primo tempo abbiamo provato a giocare palla lunga ma non avevamo vita facile, loro sono stati bravi. Stiamo andando bene, siamo davanti, dobbiamo resistere ancora un mese”.REYA a Sky:Conta di più il bel gioco o il risultato?”Il risultato ci penalizza ma noi è da un pò che giochiamo bene. A loro è andata bene a noi male”.Avete avuto la possibilità di chiuderla ma non l’avete fatto.”Le partite sono fatte di espisodi. Oggi ci sono stati contro . Mi dispiace per il finale di partita per il gesto di Totti. E’ un grande giocatore ma si è dimostrato poco sportivo. Ha stimolato i miei giocatori, già delusi per una sconfitta immeritata, poteva anche andarsene. Se prenderemo delle giornate di squalifica, lui dovrebbe prenderne 10 per quel gesto”TARE a Sky:Che pensa delle parole di Reja su Totti?Penso che il gesto non sia sportivo. Si può vincere ma lui non ha avuto rispetto per chi ha perso. Il derby è molto sentito qui a ROma è mi dispiace aber perso cosiPuò essere un contraccolpo psicologioco questa sconfitta?Non penso. é stata decisa dagli episodi. Dobbiamo lottare fino alla fineChe clima c’è negli spogliatoi?Potete immaginarlo. abbiamo giocato bene ma gli episodi ci hanno condannatoHa capito che cosa è successo alla fine (commentando le immagini sulla provocazione a Perrotta)?C’era grande nervosismo da entrambe le parti. Succede sempre cosi purtroppo.TARE alle radio:”L’episodio clamoroso è stato il nostro errore dal dischetto, probabilmente vincendo sarebbe cambiata. E’ un po’ lo specchio della nostra stagione, ma ovviamente fa parte del calcio e noi ora dobbiamo andare avanti per trovare i punti che mancano per questa maledetta salvezza. I conti li faremo solo con la matematica dalla nostra, ora dobbiamo pensare solo a salvarci. I ragazzi hanno giocato bene hanno dato l’anima dal primo all’ultimo minuto. Purtroppo ripeto, la gara è stata decisa da due episodi. A fine partita è normale sai, lo sentivamo tutti molto, ma alla fine è finito tutto lì”.