Foto Tedeschi

INTER ROMA L’AVVERSARIA – La Roma vuole trovare la prima vittoria contro una big in questo campionato. Quella di San Siro sarà il match valido per la 36° giornata di Serie A dove i giallorossi affronteranno l’Inter Campione d’Italia. La formazione di Fonseca vorrà sicuramente provare a fare uno scalpo ai nerazzurri per mantenere anche la settima posizione per non farsi scavalcare dal Sassuolo ottavo.

Prossimi impegni

Inter-Roma (36° turno di Serie A, 12 maggio ore 20:45, San Siro)
Juventus-Inter (37° turno di Serie A, 15 maggio ore 18:00, Juventus Stadium)
Inter-Udinese (38° turno di Serie A, 23 maggio ore 15:00, San Siro)

Come l’Inter arriva al match contro la Roma

L’Inter ha vinto l’ultima partita contro la Sampdoria per 5-1 nel turno di Serie A. La formazione di Conte non perde dal 6 gennaio quando fu sconfitta proprio dalla formazione di Ranieri allo Stadio Marassi. Nelle ultime 19 partite ben 15 vittorie e quattro pareggi, numeri che hanno permesso ai nerazzurri di vincere il campionato con ben quattro giornate di anticipo. La classifica parla chiaro, ben 85 punti con 13 di vantaggio sulla coppia Atalanta e Milan, segno del dominio costruito soprattutto nel girone di ritorno.

Palmarès

Il palmares dell’Inter è uno dei migliori tra le squadre italiane: sono 19, compreso quello di questa stagione, gli scudetti vinti, 7 Coppa Italia, 5 Supercoppa Italiana. A livello internazionale ben 3 Coppa Campioni/Champions League, 3 Coppa Uefa, 2 Coppe Intercontinentali e una Coppa del Mondo per club.

Punti di forza e debolezze

In 35 gare di Serie A l’Inter ha collezionato 26 vittorie, 7 pareggi e 2 sole sconfitte. Ha messo a segno 79 gol (media di 2,26 a partita) e ne ha incassati 30 (media di 0,86 a partita). La squadra di Conte ha effettuato 475 tiri, 234 dei quali in porta (49%). Sono ben 195 i corner battuti dai nerazzurri (media di 5,6 a partita), mentre sono ben 450 i cross effettuati, solamente 195 quelli utili (43%). La formazione milanese è terza per legni colpiti (17) mentre è penultima per quelli subiti, a quota 7, dietro solo all’Udinese con 4. I nerazzurri sono primi anche per numero di gol segnati di testa con ben 14 realizzazioni totali. La squadra campione d’Italia è terza per possesso palla con una media di 29,03 minuti.

La formazione di Conte è la migliore anche per rendimento casalingo con ben 46 punti frutto di 15 vittorie, un pareggio e una sola sconfitta subita nel derby contro il Milan per 2-1 il 17 ottobre 2020. Sono ben 45 i gol segnati (2,65 a partita) e solamente 16 quelli subiti (0,94 di media a partita). I nerazzurri si confermano come una squadra molto forte anche a livello atletico, ben 22 delle reti segnate dalla squadra sono arrivati tra il 60° e il 75° minuto e 17 nell’ultimo quarto d’ora. La differenza tra i due tempi è molto grande: nel primo tempo sono solamente 26 le reti siglate mentre nella ripresa sono ben 53. Il quarto d’ora centrale del secondo tempo è anche quella nella quale l’Inter subisce di più con ben otto reti subite delle 22 complessive.

I numeri dei singoli

Il miglior marcatore dell’Inter è Lukaku, il belga ha siglato ben 21 gol in 30 presenze. Per lui ben 89 tiri di cui 45 nello specchio della porta. Il numero 9 è anche il primo per numero di assist, ben 10 le palle decisive servite ai compagni. Il centrocampista croato Brozovic è il primo per chilometri percorsi ben 11.884 staccando di un solo km Nicolò Barella. Sono due i giocatori più utilizzati da Conte in campionato e che non hanno saltato nessuna partita: sono Samir Handanovic e Lautaro Martinez con il portiere sloveno che ha giocato tutti i minuti di questa stagione nerazzurra. Il portiere sloveno ha trovato ben 14 clean sheet risultando il migliore in questa classifica stagionale.

Le scelte di Conte per Inter-Roma

Il modulo utilizzato da sempre dal tecnico leccese è il 3-5-2 che tanto bene ha fatto in queste due stagioni all’Inter. Sono solamente due i giocatori indisponibili in casa nerazzurra, si tratta di Kolarov e Vidal. Ci sarà un probabile turnover da parte di Conte in vista anche del match contro la Juventus che i nerazzurri giocheranno il prossimo sabato all’Allianz Stadium. Sarà sempre il capitano Handanovic a difendere i pali, in difesa potrebbe esserci spazio per D’Ambrosio e Ranocchia insieme al giovane ma già titolare Bastoni. A tutta fascia giocheranno Hakimi e Young con Gagliardini in versione regista, Eriksen e Sensi ai suoi lati. In attacco potrebbe giocare una coppia di velocisti come Martinez e Sanchez con Lukaku che potrebbe entrare a partita in corso.

La probabile formazione

Inter (3-5-2): 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 13 Ranocchia, 95 Bastoni; Hakimi, 24 Eriksen, 5 Gagliardini, 12 Sensi, 15 Young; 10 Martinez, 7 Sanchez.
A disp.: 97 Radu, 27 Padelli, 6 De Vrij, 37 Skriniar, 36 Darmian, 14 Perisic, 77 Brozovic, 23 Barella, 8 Vecino, 9 Lukaku, 99 Pinamonti.
All.: Antonio Conte

BALLOTTAGGI: Sanchez-Lukaku, Young-Perisic, D’Ambrosio-Skriniar.
IN DUBBIO:
INDISPONIBILI: Kolarov, Vidal
DIFFIDATI: Lukaku, Young, Darmian
SQUALIFICATI:

Giacomo Emanuele Di Giulio