2 Ottobre 2022

Inter-Roma, le pagelle: Dybala, luce a San Siro. Smalling è Royal, Abraham si inceppa

Foto Tedeschi

La Roma accende i fari a San Siro e fa festa sotto il proprio settore ospite, anche senza Mourinho in panchina (squalificato). Dybala illumina, Smalling sigilla. Una vittoria importante che arriva in trasferta su un campo difficile, dopo essere andati sotto di un gol a causa della rasoiata di Dimarco, sulla quale forse Rui poteva fare qualcosa in più. Una ‘joya’ di Dybala al volo rimette lo score in pari e si conferma bestia nera, anzi nerazzurra (4 gol in 5 gare contro l’Inter).

I giallorossi fanno una partita ordinata, concedono poco, e con una zuccata di Smalling sbancano San Siro. L’inglese fa una partita monumentale, e in generale la difesa tiene botta, nonostante un paio di disattenzioni. Bene Spinazzola che ha servito l’assist al numero 21, mentre Abraham, subentrato dalla panchina, manca il colpo del ko definitivo. Pellegrini e Zaniolo puntano sulla sostanza, ma oggi è mancato l’estro artistico, anche se è dalla punizione del capitano che nasce il gol vittoria.

Le pagelle

Rui Patricio 6: Sa già che non sarà una giornata facile per lui, e infatti dopo pochi minuti incassa, incolpevole, il gol di Dzeko. Poi non arrivano pericoli eccessivi dalle sue parti, ma la rasoiata di Dimarco vale il vantaggio. Rui sfiora soltanto, resta la sensazione che forse potesse fare qualcosa in più. Per il resto ordinaria amministrazione.

Mancini 6,5: Subito una doccia fredda con il gol, neppure a dirlo, di Dzeko. E con i compagni è ‘colpevole’ di non aver liberato l’area dal pallone vacante, poi nel primo tempo si coordina con i colleghi e lucchetta l’area. Si inventa un cross teso in area che farebbe gola a qualsiasi attaccante, ma non viene sfruttato. Prende il giallo, necessario, perché Lautaro lo aveva superato a ridosso dell’area.

Smalling 8: Prova a mantenere ordine in area, ma anche lui pecca nel batti-ribatti che porta al gol di Dzeko, poi annullato. Resta il più lucido, fa la voce grossa e lascia, come sempre, pochissimo spazio a Dzeko e compagni. Prende il giallo anche lui per aver steso Lautaro. Spazza via ogni pallone, pure quelli che arrivano dai raccattapalle. E poi decide di abbottonarsi lo smoking e di far saltare il settore ospiti con un colpo di testa che vale tre punti. Ladies and gentlemen, Christopher Lloyd Smalling.

Ibañez 7: Dumfries prova più di una volta a superarlo in dribbling, ma Roger verdeoro non si fa sorprendere. E come spesso accade parte anche all’arrembaggio. Si prende più di qualche rischio nell’uno contro uno, ma riesce ad uscirne bene.

Celik 6: Come al solito piazza intonaco e mattoni sulla fascia destra, dà pure una mano a una difesa che oggi è chiamata agli straordinari. Poi proprio a lui sfugge Dimarco che segna l’1-0.

Matic 7: Non butta mai via la palla, la velocità non è il suo punto forte, questo è cosa nota, ma è concreto e porta sostanza. E ci mette pure qualche strappo. Alta qualità.

Cristante 6,5: Come Matic fa ‘legna’ a centrocampo, ma non rinuncia mai al colpo da fuori area. Il suo destro è però alto. Nella ripresa non cala il ritmo e fa a sportellate con il centrocampo nerazzurro e recupera palloni preziosi.

Spinazzola 7: Deve tamponare subito una vecchia conoscenza, Dzeko, ed è efficace. E fa gli straordinari pure su Dumfries. Poi è bravo a rubare palla a centrocampo a Barella e cavalcare sino a fine campo e servire a Dybala la palla del pareggio che gli vale mezzo voto in più.

Pellegrini 6,5: Parte un po’ in riserva, carbura lentamente ma poi entra nelle trame della gara e prova a trovare corridoi a turno per Dybala e Zaniolo. Sbaglia, va detto, qualche controllo di troppo, anche se lotta in ogni zona del campo. Prosegue la ricerca del Lorenzo dei tempi migliori. Si arrende ai crampi. (Dall’80 Camara 6: Da Abraham gli arriva subito subito un buon suggerimento a tu per tu con Handanovic, ma è in posizione troppo arretrata. Poi spaventa davvero il portiere nerazzurro con una punizione velenossisima che passa molto vicina alla traversa. Viene ‘steso’ dal fuoco amico, un intervento involontario di Abraham ma resta in campo senza problemi).

Zaniolo 6,5: A Milano conoscono il marchio di casa Zaniolo, e lui non si fa certo attendere. Prova a strappare ogni volta che può, ma trova pochi spunti e pochi supporti nel primo tempo. Con un taglio intelligente in area libera lo spazio per il tiro di Dybala, ma si prende un giallo evitabilissimo. Fa comunque una partita attenta, si fa trovare tra le linee e dà sempre un senso di pericolosità. Gli manca la vena artistica. (Dall’85 Belotti 6: prova subito a scappare via con una bella progressione per un vis-a-vis con Handanovic, e fa prendere il giallo a Gosens).

Dybala 7,5: Il più atteso, con sfumature da ex. E sbatte in faccia la Dybala-mask a quel San Siro che poteva essere casa sua. Il suo mancino al volo piega le mani di Handanovic vale il pari alla Roma. Jet-leg che? Poi deve gestire la condizione e lascia spazio ad Abraham. (Dal 58’ Abraham 6: L’escluso a sorpresa. Non gli capitano molti palloni giocabili, ma ci mette del suo per aiutare la squadra e poi quasi trova il colpo giusto in acrobazia. Il movimento c’è, l’impatto è troppo debole. Mezzo voto in meno perchè sbaglia il colpo che avrebbe chiuso la partita.).

Foti 7,5 (Mourinho squalificato): Prende il posto in panchina in una gara non semplice. Fa il suo, guida la squadra che risponde, soprattutto dopo lo svantaggio. Si compatta e non concede spazi. Il tecnico a bordo campo motiva i suoi giocatori e sa gestire le loro emozioni. Si conferma una sorta di talismano, l’anno scorso in due gare erano arrivati due trionfi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

12 commenti

  1. papa max ha detto:

    Bene tutti .. Dybala e Smalling 8,5 .. Matic Cristante Ibanez Spinazzola Mancini Camara Pellegrini Zaniolo Belotti 7 .. Celik 6 .. Rui Patricio poteva fare meglio .. mano moscia e si butta in leggero ritardo .. diciamo 6- .. Massa 7 .. avevo paura di lui come ne avevo di Maresca e di diversi altri negli altri incontri persi .. ma stavolta non ci ha arbitrato contro .. una buona Roma e guarda caso, un arbitraggio non contrario .. Mou 9 ..

  2. Amor ha detto:

    Unico insufficiente Pellegrini. Sbaglia controlli e passaggi. Non è mai nel vivo del gioco. Praticamente inutile per tutto la partita. Sarebbe ora di farlo accomodare in panchina. Mou 5. Si ostina a fare giocare Pellegrini nonostante abbia Abram Belotti e il faraone in panchina. La fortuna prima o poi finisce.

  3. AD ha detto:

    Data per scontata l’enorme bravura di Mourinho, stasera si è vista un altra sontuosa prova della Roma senza lui in panchina. Dovrebbe forse capire che i teatrini che inscena contro gli arbitri innervosiscono più i suoi giocatori e danneggiano l’ottimo lavoro con cui prepara le partite.

  4. Giuseppe ha detto:

    Grandissima vittoria. Daje così!

  5. Fabio Ciocci ha detto:

    Leggo negli altri commenti e concordo: Mourinho, coi suoi atteggiamenti, evidentemente non dispone bene gli arbitri nei confronti della Roma.
    Pellegrini, che dovrebbe essere il faro della squadra, non può sbagliare tutti quei controlli e quei lanci!

  6. elconde ha detto:

    A tutti i Pallottini… ve saluta Pellegrini! Grande prova del capitano anche oggi, magnifica la pennellata su punizione per la zuccata vincente di nonno Smalling. Se só sentiti i tonfi dei lazialotti e gufi vari per tutta Roma! Più lo criticate più gioca meglio! E mo che ve inventerete stavolta per criticarlo?

  7. Marco65 ha detto:

    Pellegrini ha fatto un primo tempo dove non ha toccato palla 0 assoluto se basta un calcio di punizione ben calciato per esaltarvi vi accontentate di poco io vorrei vedere ben altro da Pellegrini.
    Poi un consiglio la smetta di giocare a fare il centravanti in posizione piu’ avanzata di Zaniolo e Dybala, non e’ Totti che poteva anche permetterselo , pensi a giocare bene a centrocampo dove serve.

  8. Giorgio ha detto:

    A parte Smalling e Dybala io vorrei dire che Kamara quando entra da sempre sostanza corsa e tiri.
    E poi Bravissimo Foti i cambi che ha fatto sono stati perfetti

  9. mario rossi ha detto:

    Abraham e` diventato un divoratore….di goals. Fatelo mangiare in altro modo e fatelo entrare poi in campo.