8 Febbraio 2022

Zaniolo ‘ad maiora’, con la sorte è guerra aperta. Lautaro, caccia a un record

Foto Tedeschi

INTER ROMA LAUTARO ZANIOLO – L’Olimpico furioso. I tifosi giallorossi stanno ancora recriminando per l’ennesima decisione discutibile, anzi due, prese dalla direzione arbitrale nella partita contro il Genoa. Ma domani c’è l’Inter che attende a San Siro, nei quarti di finale di Coppa Italia. E allora perché non trasformare tutta quella frustrazione in motivazione e grinta da riversare in campo? I giallorossi ci proveranno con uno delle loro punte di diamante, Nicolò Zaniolo, in questi giorni più del solito sotto i riflettori. Dall’altra parte Lautaro Martinez, che cerca un record, dopo l’amara delusione nel derby.

Leggi anche:
Inter-Roma, le probabili formazioni: torna Mancini, Viña si candida per Maitland-Niles. Incognita Pellegrini

Roma, Nicolò Zaniolo

Sarebbe stato un finale degno della miglior serie tv. Se vi piace il lieto fine, si intende. Dopo tutte le speculazioni e le dicerie delle giornate passate, nate da una semplice frase di Pinto, proprio Zaniolo stava per essere l’eroe di giornata a consegnare su un piatto d’argento tre punti fondamentali a José Mourinho. Invece, con l’intervento del Var, sappiamo come è andata. E dopo il danno, la beffa dell’espulsione che a molti è parsa eccessiva. I tifosi si sono riversati sui social, furiosi per decisioni prese con due pesi e due misure, esibendo esempi di fatti ben più gravi non sanzionati con la stessa severità. Ed in più è salito in tendenza l’hashtag #Zanioloeducato, in difesa del giallorosso, dopo le dichiarazioni del ct dell’Italia Femminile, Milena Bertolini, “Zaniolo va educato”. I fans, insomma, non ci stanno e hanno fatto scudo intorno al loro giocatore. Lui, intanto, cerca di rispondere a modo suo, sul campo, lo dimostra la bellissima azione che aveva sbloccato la partita sabato. Una gara che l’ha visto correre e fare a sportellate con la difesa ligure per 90 minuti. Ha tirato in porta (3), ha eseguito dribbling (5) e portato a termine più del 90% di passaggi, di cui 3 chiave. E quando ce n’è stato bisogno, è rientrato in fase di copertura intercettando palloni (2). Il conto con la sorte è aperto, e, prima di fermarsi in campionato, avrà l’occasione di provare a riprendersi quanto tolto all’Olimpico proprio contro il suo passato, l’Inter.

Leggi anche:
Zaniolo-Bertolini: la Roma pronta a chiedere chiarimenti alla Federcalcio

Inter, Lautaro Martínez

Si cerca riscatto anche in casa Inter, con i nerazzurri che sono stati rimontati dal Milan nel derby della Madonnina e hanno visto riaprirsi la lotta scudetto. La partita di Coppa Italia non sarà quindi una passeggiata di salute per nessuno. E poi c’è chi cerca di incrementare le proprie cifre personali, come Lautaro Martínez, apparso inoltre particolarmente nervoso contro i rossoneri. L’argentino non ha mai segnato alla Roma nei 6 precedenti incroci, e non è stato autore di nessun assist. Sono 4 le squadre dell’attuale Serie A contro le quali il ‘Toro’ non ha ancora lasciato il segno. Oltre ai giallorossi, Genoa, Empoli e Lecce. Quest’anno per lui 11 reti e 2 assist in 21 partite di campionato. Il 24enne di Bahia Blanca, tra l’altro, è alla ricerca anche del primo sigillo stagionale in Coppa Italia, non trovato nell’uscita precedente contro l’Empoli, che quasi costava il passaggio del turno gli uomini di Inzaghi. In ogni caso, la partita di campionato contro la Roma è andata in un certo modo qualche mese fa (3-0 Inter). Lo stesso Zaniolo aveva detto: “Non siamo questi, siamo forti”. Domani una chance in più per dimostrarlo. Per lui che ancora avrà nelle orecchie il ruggito della Sud. E ha ragione quando dice che quei momenti non si cancellano. Perché l’emozione sugli spalti è stata pura, e i tifosi non vedono l’ora di liberare a voce piena quell’urlo rimasto strozzato e ripetere quell’abbraccio collettivo con Nicolò e con la squadra. Che sia la cornice di San Siro e non l’Olimpico poco importa, l’attesa è per un finale da ‘Brividi’.

Teresa Tonazzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.