LE INTERVISTE DEL DOPOGARA
 
Ranieri a Roma Channel“Abbiamo disputato una buona gara. Motta e Menez hanno fatto molto bene. De Rossi speriamo recuperi al più presto. Averne di giocatori come lui. Stiamo migliorando, il percorso è ancora lungo. Comunque dobbiamo crederci perché potremo fare cose importanti”.
 
Vucinic in zona mista:
“Dedico il gol a Silio Musa. Il gol sbagliato? Pensavo diessere più solo”
 
Faty alle radio”Ci prendiamo questo punto, siamo soddisfatti”.
 
Perrotta a Roma Channel”C’è tempo per risalire ora, abbiamo fatto una buona partita e abbiamo contenuto gli attacchi nerazzurri nel secondo tempo”.
 
Montali alle radio:
“La società ha preso una decisione precisa: c’è una clausola che permette in caso di amichevoli di poter tenere a casa i brasiliani. Abbiamo deciso di tenerli a casa. Decisione presa dal presidente”.
 
Totti alle radio:
Il mio recupero procede bene”
 
Ranieri a Sky:
De Rossi si dovrà operare“Ringraziando Vieira sì, si dovrà operare”Poi il francese è andato a salutarlo negli spogliatoi“Sì, ma lui il vizio di saltare con i gomiti alti ce li ha. In Inghilterra veniva espulso…”Mouriunhgo ha detto che voi non avete fatto nulla per vincere“Lui può dire ciò che vuole. Ma se va bene il primo contropiede ora sta piangendo”.Avete fatto il massimo nelle condizioni in cui eravate“Ogni volta che ripartivamo venivamo fermati con un fallo. Una partita con tanti interventi fallosi?
Sì, ma la mia squadra è stata picchiata tanto, segno che stava facendo bene. La media è di un fallo nostro ogni due loro. Se la Roma ha fatto cinque falli l’Inter ne ha fati dieci”. È soddisfatto della partita della sua squadra?“Sono super contento, sono molto soddisfatto del gioco. Poi uno vorrebbe portare a termine i contropiede. Credo sia stato fatto un gioco scientifico, quando ripartivamo venivamo sistematicamente atterrati: o da davanti, o da dietro”. Ha giocato contro le tre grandi. Che impressione le hanno fatto?Io la Juventus non l’ho affrontata. Ho affrontato il Milan in un momento particolarissimo. Quella era una gara da chiudere, avevamo fatto tutto il gioco per chiuderla. L’Inter quando gioca è una super squadra. Cambia giocatori e mette altri ancora migliori. Sembra imprendibile, ma il campionato è molto bello”. Il dato dei falli esatto è 25 contro 12. “Io sapevo 26 contro 13. Ma va bene. Loro sono bravi, occupano tutto il campo con i loro campioni buttandoli la davanti, tu riparti e loro ti buttano giu. È un gioco sistematico che va punito. Sono forti fisicamente, tanto di cappello. Ma l’arbitro deve privilegiare chi gioca a calcio. Io metto Mourinho su un piano eccezionale. La gira e la rivolta, ha sempre ragione. I fatti stanno lì, hanno visto tutti. A me sta molto simpatico, è bravo, sta facendo molto bene per il calcio europeo. Stando in Italia richiama attenzione. Chi porta pubblicità al campo mi fa felice. Ogni tanto ci sono delle battute. Dice che ho vinto una coppetta. Ne ho vinte quattro. Non si ricorda che quando era il secondo gli ho fatto dodici gol in tre partite”.
 
Mourinho a Sky”Abbiamo visto una partita vicina al pessimo, e una partita vicina al pessimo c’e’ perche’ tutte e tre le squadre sono state vicine al pessimo. C’era una squadra che voleva vincere ma non ha fatto quanto bastava per vincere, l’altra non voleva vincere e non ha fatto una grande partita, e l’altra ancora, l’arbitro, ha fischiato 40-50 volte. Cosa mi e’ piaciuto? Solo il punto, che ci puo’ stare contro una squadra top. Balotelli? La partita di Mario oggi e’ stata vicino allo zero, l’atteggiamento non mi e’ piaciuto, ha fatto poco movimento e poco lavoro, con Stankovic infortunato, Sneijder superstanco ed ero senza cambi. Mario che mercoledi’ ha giocato 45′, che ha 19 anni, poteva fare di piu’. Con Mario ho giocato tutto quello che avevo, ora m’aspetto tutto da lui. In questo momento entra in campo e non sappiamo cosa puo’ dare alla squadra, puo’ dare tanto o niente. Magari la stampa puo’ essere un aiuto importante per me, stando vicina alle mie strategie. Il turn-over iniziale? Ho cercato di mettere sangue nuovo a centrocampo con Motta, Muntari e Vieira che non avevano la stanchezza della partita di Kiev, ma anche con loro la squadra non ha sviluppato un calcio di qualita’. Nella ripresa, con Sneijder al 50% e tre punte abbiamo fatto il sufficiente per vincere, pero’ e’ stata una partita pessima che nessuno merita di vincere”.
 
Thiago Motta a Sky”Ogni giocatore, quando entra in campo, fa il suo lavoro al 100% ma abbiamo giocato contro una squadra messa difensivamente molto bene e che quando riparte diventa pericolosa. Nel secondo tempo abbiamo creato occasioni da gol ma era una partita difficile da vincere, loro giocavano tutti indietro. Se non vinciamo non e’ colpa di un giocatore solo ma di tutta la squadra possiamo fare di piu’ con la palla al piede. Problemi di convivenza con Cambiasso? Lui e’ un grandissimo giocatore, con uno cosi’ intelligente e di qualita’ si puo’ giocare assieme”.
 
Stankovic a Sky:
Cosa non è andato per ottenere i tre punti stasera?
“Abbiamo fatto una partita, si può anche pareggiare, ci sono sempre tre risultati in ballo. Abbiamo affrontato una Roma che nel primo tempo era molto corta e faceva bene le ripartenze. Il gol di Vucinic è spettacolare ma è stato anche un po’ fortunato. Nel secondo tempo abbiamo creato qualcosa in più, eravamo più alti e più grintosi ma si può anche pareggiare, non è la fine del mondo!”.
Avete sentito nelle gambe la stanchezza di Kiev?
“Un po’ di stanchezza sì, è normale che si senta. Anch’io ho sentito male un pochettino dietro, ho fatto venti minuti mezzo stirato. Adesso vediamo”.
Ti aspettavi una Roma così?
“La Roma qui a San Siro ha fatto sempre bene. E’ una grandissima squadra che sta attraversando un periodo così e così. Anche stasera, senza grandi giocatori, ha fatto un’ottima gara”.