ROMA INTER INTERVISTE INZAGHI – Tutte le dichiarazioni del tecnico nerazzurro Simone Inzaghi in occasione di Roma-Inter match valido per la 16a giornata di Serie A.

Inzaghi a DAZN

Oggi un Inter bella e divertente, forse la più bella
“Non lo so se è la più bella. Altre volte abbiamo giocato bene. Abbiamo affrontato una squadra forte. Abbiamo tante partite ravvicinate davanti, questo è un bel segnale. Saranno contenti i tifosi”.

Mi sono piaciuti Bastoni e Calhanoglu, i terzi difensivi devono attaccare?
“Si mi piace. Alleno giocatori importanti, siamo in emergenza ma nessuno se ne è accorto. Nelle ultime 5 partite ho avuto molti infortunati. D’Ambrosio ha giocato bene, anche la Roma aveva delle assenze ma anche noi. Vedremo come starà Correa, Lautaro aveva dato disponibilità ma speriamo che possa recuperare al meglio per martedì.”

La gestione degli imprevisti è fondamentale
“Si è una cosa da mettere in conto. Bisogna andare avanti ed utilizzare tutti i calciatori.”

Riesci a fare una rotazione quasi a tavolino e farli girare bene, tutti si sentono coinvolti
“Ho la fortuna di avere giocatori importanti. Ad esempio oggi non ha giocato Gagliardini che è stato il migliore con lo Spezia. Ho giocatori uniti alla causa e cerco di utilizzare i migliori per la partita che dobbiamo fare.”

Sei te che chiedi un continuo movimento alla squadra?
“Senz’altro ho la fortuna di avere giocatori di qualità. L’occupazione degli spazi è fondamentale in questo calcio e in ogni allenamento proviamo a sfruttare anche questo.”

In un post partita avevi parlato di libertà. Arrivavi con una base solida, quanto è divertente e impegnativo cambiare leggermente la mentalità?
“Penso che è tanti anni che le mie squadre giocano in un modo determinato. Cambiano i giocatori e gli anni ma anche con la Lazio divertivamo molto. Non erano risultati casuali. Ora sono in una grande squadra, abbiamo lavorato anche dopo le cessioni. Di partita in partita stiamo crescendo, quando avevamo 10 punti ero sereno. I 3 rigori sono stati fatali tra Atalanta e Juventus ma non ci siamo abbattuti.”

Si sarebbe aspettato il coro dei suoi tifosi all’Olimpico?
“Tornare qui è particolare. Questo è stato il mio stadio per 21 anni. Trovavamo una squadra che aveva un 11 competitivo nonostante le assenze. Ho la fortuna di avere questi ragazzi che seguono bene me e il mio staff”

Inzaghi in conferenza stampa

Vincere 3-0 all’Olimpico non era affatto scontato, avevano perso solo con il Milan,

E’ cresciuta la vostra consapevolezza.
Le prestazioni sono state sempre elevate. Siamo in un ottimo momento, e dobbiamo continuare così sapendo che giocando così spesso ci sono sempre tante insidie. Non conoscevo personalmente questi giocatori come lavoravano. Sono straordinari, quello che gli chiediamo, eseguono.

Tatticamente si aspettava una Roma diversa? E’ rimasto sorpreso quella libertà offensiva senza pressioni dai giallorossi?
Avevamo preventivato che la Roma giocasse in questo modo. I ragazzi sono stati bravissimi a fare quello che avevamo preparato.

Questa vittoria si può leggere come un chiaro messaggio al campionato?
Dobbiamo vedere come sono usciti i giocatori dalla partita, mi preoccupa Correa che è da valutare.

Sei fiducioso per la partita di Madrid in Champions?
Ci siamo qualificati con una giornata di anticipo. Ce l’andremo a giocare e dobbiamo essere bravi a gestire le forze fisiche e mentali.