‘Inquartati’, così la Roma si regala il passaggio del turno

GSpin
17/03/2023 - 0:12

I giallorossi nel catino della Real Sociedad hanno confezionato la partita perfetta, pur senza segnare, e questa è già una notizia, visto che in 37 gare europee, solo due volte l’attacco romanista non è riuscito a far gol.

Getty Images
‘Inquartati’, così la Roma si regala il passaggio del turno

Continua il percorso della Roma in Europa League. I giallorossi sbarcano ai quarti disinnescando la “maledizione” avversaria lanciata alla vigilia: sarà ‘tempesta perfetta’.  Dopo la vittoria per 2-0 all’Olimpico, i Mourinho boys pareggiano 0-0 sul campo della Real Sociedad facendo annebbiare la ferita freschissima della sconfitta interna con il Sassuolo. Un risultato utile anche per la condizione psicologica in vista del derby, sicuramente morale up rispetto al down dei rivali laziali capitolati per due volte di seguito al cospetto dell’Az Alkmaar e prima squadra italiana eliminata dalla Conference League. Possiamo quindi affermare che la coppa conquistata da Pellegrini e compagni l’anno scorso, tra qualche mese lascerà ufficialmente Roma.

Se la difesa non tradisce

La Magica ha interpretato con cuore e sacrificio il confronto con i baschi, 97 minuti di sofferenza a  contenere gli assalti dei padroni di casa. Dalle parti di Rui Patricio si è rischiato di perdere il filo soltanto in due occasioni. Ma con Cristante e Pellegrini tornati a manovrare il centrocampo, la Roma ha custodito il prezioso doppio vantaggio dell’andata senza troppi affanni. La retroguardia non ha tradito dopo la mano di poker che si è fatta servire dal Sassuolo: Smalling maiuscolo, e aveva anche segnato, Karsdorp a prender botte, Zalewski e Wijnaldum in versione muro a mattoncini.

La partita perfetta

I giallorossi nel catino della Real Sociedad hanno confezionato la partita perfetta, pur senza segnare, e questa è già una notizia, visto che in 37 gare europee, solo due volte l’attacco romanista non è riuscito a far gol. Ma quello che ha funzionato alla perfezione è la cortina di ferro issata da Mourinho. La Roma ha tenuto botta con grande attenzione anche nel momento di massima pressione della Real Sociedad. Una prestazione solida e cinica che spinge indenne i giallorossi anche in Spagna. Zero gol subiti nel doppio confronto, l’ultimo incassato è esattamente di un mese fa, 16 febbraio, in casa del Salisburgo.

Mourinho in Europa League è sempre una buona idea

I numeri dello Special One con la Roma di Coppa sono decisivi: ha mantenuto la porta inviolata nelle ultime 3 partite di Europa League, una serie di 310 minuti senza concedere gol.  Non perde da tre partite, la striscia più lunga di risultati utili consecutivi da quella del 13 ottobre 2022 – 3 novembre 2022. Certo, la formazione di Mourinho trova ancora difficoltà a battere le avversarie fuori casa, visto che ha ottenuto solo una vittoria nelle ultime sette esterne e tre sconfitte nelle ultime quattro. Ma questo 0-0 ha inevitabilmente il sapore della missione compiuta.  

GSpin

Scrivi il primo commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...