LA MOVIOLA a cura della redazione di Romanews.eu – Inizio di partita con diverse segnalazioni dubbie di fuorigioco. Al minuto 8 Gervinho su lancio in profondità di Salah viene fermato in offside. Giusta la decisione dell’assistente. Al 14′ il Bayer Leverkusen va vicino al gol con Hernandez, il messicano però al momento del cross è davanti a tutti ma il guardalinee lascia correre. Due minuti dopo Gervinho, ormai a tu per tu col portiere, viene fermato in fuorigioco. La decisione è giusta, anche se l’ivoriano è avanti di appena qualche centimetro. Sul gol di Mehmedi al primo minuto del secondo tempo la Roma protesta perchè la palla gestita da Bellarabi sembra aver superato la linea laterale. La sfera effettivamente sembra aver superato completamente la linea e il gioco andava quindi fermato. La colpa, grave, qui è da attribuire all’assistente di Karasev, visto che l’azione si svolge sotto i suoi occhi. Al 51′ il gol del 2-2 di Hernandez è regolare. Florenzi tiene ampiamente in gioco il messicano. Al 61′ ammonito Papadopoulos per fallo di ostruzione su Salah. Al 62′ la Roma chiede un calcio di rigore per una trattenuta di Toprak su Dzeko. Sembra esserci una leggera trattenuta del turco, ma non clamorosa e bisogna ricordare che a livello europeo in queste occasioni si tende sempre a fischiare meno. Al 78′ l’episodio chiave della partita. Salah sulla linea di porta sta per ribadire in rete un tiro rimpallato di De Rossi, ma l’egiziano viene sgambettato alle spalle da Toprak. Inevitabile sia il calcio di rigore che il cartellino rosso per il difensore turco. Al 91′ ammoniti Torosidis per un fallo su Brandt e Szczesny un minuto dopo per perdita di tempo. Buona la prestazione del russo Karasev, che in occasione del rigore romanista prende la giusta, ed inevitabile, decisione. L’errore in occasione del primo gol dei tedeschi è da attribuire più al guardalinee che al direttore di gara.

Riccardo Ugolini