Un ragazzo di 14 anni è morto mentre giocava a pallone in un campo di calcio di via Demetriade 77, zona Arco di Travertino. Secondo quanto si apprende dal 118, a lanciare l’allarme sono stati i responsabili della struttura. Il ragazzo si è accasciato a terra perdendo i sensi. L’ambulanza, chiamata alle 15,17, è arrivata sul posto alle 15,24. Dopo un primo tentativo effettuato con il defibrillatore, l’equipe del 118 ha trasportato Alessandro 14 anni, giovane calciatore della Cinecittà Bettini nel vicino ospedale Figlie di San Camillo, dove però il quattordicenne è giunto morto. In base alle testimonianze raccolte dagli agenti della volante intervenuti sul posto, il ragazzino avrebbe urtato violentemente con il petto a un maniglione posto su un tubo metallico usato per l’irrigazione, alto due metri, posto a un metro e mezzo dal campo sportivo e a 20 cm dalla recinzione. Questa la dinamica dell’incidente raccontata da un testimone che questo pomeriggio stava assistendo alla partita di calcio all’Almas Roma contro la squadra Cinecittà Bettini, (categoria Giovanissimi provinciali) nel centro sportivo a via Demetriade, zona Arco di Travertino. “L’ambulanza – ha aggiunto il testimone – è arrivata dopo circa 15 minuti ma non sono riusciti a rianimarlo”. Secondo quanto riferito da un agente di polizia, in campo per i rilevamenti, il ragazzo stava correndo, aspettando di ricevere un cross, quindi con la faccia girata indietro e, senza accorgersene, avrebbe dunque sbattuto il petto contro un tubo di irrigazione che si trova al bordo del campo. Gli agenti hanno acquisito la documentazione sul campo sportivo.
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here