24 Maggio 2021

Inaugurato a Firenze il murales per Davide Astori, il sindaco: “Non lo dimenticheremo mai” (FOTO)

ASTORI MURALES – Oggi in viale Canova a Firenze è stato inaugurato il murales dedicato a Davide Astori, realizzato dall’artista siciliano Giulio Rosk. L’opera è alta circa 200m, come riporta calciomercato.com, e raffigura il capitano della Fiorentina e la storica coreografia che gli aveva dedicato la Curva Fiesole. Ed è nata dopo una campagna di crowdfunding lanciata da Cure2Children. Ad omaggiare il lavoro, oltre all’amministrazione comunale fiorentina, anche Benassi, Borka Valero e Antognoni in rappresentanza viola. Ed Ancora, Alberto Marangon (ex team manager) e Stefano Pioli, ex allenatore dei gigliati. Il fratello di Davide, Bruno, ha pubblicato uno scatto su Instagram con i ringraziamenti a chi ha preso parte al progetto, e ha inoltre aggiunto la frase: “Ogni bambino ha diritto a giocare la sua partita”. Il sindaco Dario Nardella è intervenuto ai microfoni dei media presenti tra cui FirenzeViola.it. Queste le sue dichiarazioni:

Le parole del sindaco

“Ognuno di noi può dire di essere emozionato in questo momento. Vorrei salutare con grande affetto la famiglia di Davide che è davvero straordinaria. Se è cresciuto con questi valori è soprattutto merito loro, ci eravamo presi un impegno, quello di starvi vicino, di farvi sentire l’affetto di Firenze, l’amore e la gratitudine dei tifosi e dei fiorentini: questo impegno deve essere onorato in ogni momento ed il murale lo testimonia. Come sindaco voglio dire grazie a tutti coloro che hanno supportato la raccolta fondi ed anche perché sono sicuro che continuerete a darci una mano con questi progetto. Saluto tutti i presenti tra cui mister Pioli, Pasqual e faccio i complimenti all’artista, Giulio Rosk. Il murale lascia un segno che non cancelleremo mai come lo ha lasciato in noi Davide… Oggi celebriamo l’uomo, i calciatori vengono descritti troppo spesso come macchine da soldi, come fenomeni. Astori è stato un padre straordinario di una bambina che crescerà con l’orgoglio di avere un padre fantastico… Io, come tutti voi, sono rimasto molto dispiaciuto quando ho appreso la notizia che la Fiorentina non potrà più giocare con la fascia delle iniziali di Davide Astori… Confido che la Fiorentina possa trovare una soluzione alternativa perché non vogliamo che il ricordo di Davide si sbiadisca e penso sia giusto fare dei gesti importanti per ricordarlo. Attraverso di lui noi dimostriamo di essere vicini a tanti giovani, di prenderci cura della salute dei calciatori, degli uomini che sono dietro una maglia perché questi ragazzi sono come tanti che conosciamo, hanno le loro fragilità, i loro sentimenti e Davide amava sinceramente la nostra città. Firenze non lo dimenticherà mai, mai e mai”.

Leggi anche:
Fiorentina, Fonseca nel mirino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.