5 Luglio 2009

Il Tempo, Roma idea Cruz, Baptista in bilico

(IL TEMPO) – Una cessione eccellente, poi si penserà al centravanti. Spalletti dovrà armarsi di santa pazienza prima di vedere accontentata la sua richiesta. Le idee non mancano, i soldi sì: Cruz e Pavlyuchenko sono considerati due obiettivi raggiungibili ma al momento la Roma non ha un euro da investire sul mercato. Si penserà prima a vendere, il ds Pradè non ha scelta. Anche perché l’attuale proprietà ha bisogno di reperire 30-35 milioni tra la campagna acquisti-cessioni e il taglio degli ingaggi. A queste condizioni, serve un miracolo per riuscire a rinforzare anche la squadra. La partenza di Juan viene considerata il male peggiore vista l’assenza di sostituti, De Rossi è intoccabile, si proverà quindi a «piazzare» un altro big. Il maggiore indiziato sembra JulioBaptista. Guadagna tanto – oltre 3 milioni netti con i premi – e non rientra nel nuovo progetto tattico di Spalletti. Ma bisognerà convincerlo a «collaborare»: il brasiliano non vorrebbe muoversi e ha già rifiutato il Panathinaikos e il Besiktas. Anche Vucinic è in bilico. Piace in Inghilterra e se arriverà una proposta allettante (superiore ai 20 milioni) la Roma potrebbe salutarlo. In lista di partenza anche Perrotta, Cassetti, Tonetto e i tanti giocatori «di passaggio» a Riscone: Faty, Barusso, Esposito, Antunes, Pit e Artur. Virga non è stato convocato per il ritiro e sta per passare al Modena, Andreolli verrà invece confermato, da valutare il futuro di Cerci e Okaka. Il centravanti arriverà a mercato inoltrato. Cruz risponde all’identikit di Spalletti e ha il vantaggio di essere svincolato: con un biennale da due milioni di euro a stagione si può prendere. Per Pavlyuchenko servono almeno 7-8 milioni da versare al Tottenham oltre all’ingaggio. Shevchenko? Per ora non viene preso in considerazione. Altre idee: il prestito di Huntelaar, che sembra però a un passo dal Milan, Iaquinta e Gomis. Serve anche un secondo portiere: Sorrentino resta in cima alla lista, scartata l’ipotesi-Sereni. Il 30 luglio nell’esordio in Europa League potrebbe toccare ancora ad Artur. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.