16 Ottobre 2010

IL ROMANISTA. Tutto ruota intorno a Menez

Il Romanista – Fuori De Rossi e Vucinic dentro, ma con riserva, Menez e Pizarro  che questa mattina a Trigoria sosteranno un provino decisivo per il loro utilizzo contro il Genoa. Sono questi i responsi dell’allenamento di ieri mattina, al termine del quale Ranieri (in silenzio stampa) ha diramato le convocazioni per la gara di questa sera. Ancora una volta, quindi, la formazione giallorossa paga pesantemente dazio alle nazionali: dopo la prima sosta, quella di settembre, Ranieri dovette rinunciare a Vucinic, Mexes, Okaka e Riise, ora di nuovo al montenegrino e a De Rossi. La buona notizia, l’unica, è il recupero di Rodrigo Taddei. Il brasiliano dovrebbe partire titolare, per la prima volta nella stagione dopo le brevi apparizioni in Supercoppa contro l’Inter e alla prima di campionato con il Cesena. Taddei sarà l’esterno a destra nel 4-4-2 dal quale ha intenzione di ripartire Ranieri, mentre per il resto della formazione bisognerà aspettare i provini di Menez e Pizarro. Il francese ieri rispondendo ad alcuni tifosi fuori da Trigoria ha detto: «Mi sento meglio, ma ancora non so se giocherò». Nel caso Jeremy dovesse farcela, Ranieri avrebbe due opzioni sulla posizione del francese: o esterno a sinistra nel 4-4-2 in linea o trequartista alle spalle delle punte nel rombo. In entrambi casi la coppia d’attacco è scontata: davanti giocheranno Totti e Borriello. Se Menez non dovesse farcela, al suo posto giocherebbe Simone Perrotta, che pure lui qualche problema in questi giorni ce l’ha avuto. Per l’ex nazionale vale lo stesso discorso fatto per Menez perché anche lui può giocare nel doppio ruolo, largo a sinistra o alle spalle della coppia d’attacco anche se con lui in campo è più probabile uno schieramento in linea dei quattro centrocampisti. In mezzo al campo, vista l’assenza certa di De Rossi e il dubbio di Pizarro, l’unico che sembra certo di scendere in campo è Matteo Brighi che dopo la delusione di Napoli (dove pensava di giocare titolare ma poi è rimasto inizialmente in panchina), stavolta partirà titolare. Al suo fianco con ogni probabilità ci sarà il Pek, che dovrà convivere con la condrite che già dalla fine della scorsa stagione non gli dà tregua: se non dovesse farcela potrebbe esserci l’esordio dal primo minuto di Simplicio. In difesa non dovrebbero invece esserci dubbio con la difesa “titolare” composta da Cassetti e Riise sugli esterni, con Nicolas Burdisso e Juan al centro. Solo panchina per Mexes. In porta ci sarà Lobont, ma Julio Sergio migliora giorno dopo giorno e presto tornerà a disposizione. Una curiosità. Ieri Claudio Ranieri, accompagnato dal suo vice Damiano, e dal ds Pradè, ha deciso all’Olimpico per saggiare le condizioni del terreno di gioco. Una visita necessaria dopo il concerto degli U2 dello scorso 8 ottobre. Il campo, grazie agli sforzi organizzativi della Coni Servizi e al lavoro ininterrotto di 15 persone, è stato completamente rizollato in appena quattro giorni lasciando più che soddisfatto il tecnico giallorosso. Per la prima volta in questa stagione c’è stato un totale ricambio del manto erboso, preparato ad Aprilia e poi trasportato all’Olimpico in tempo utile per la gara col Genoa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.