25 Settembre 2022

Il punto sul recupero Wijnaldum. Continua il casting per la difesa. Veretout: “Mourinho mi aveva chiesto di restare”

Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Foto Tedeschi

Wijnaldum: le ultime sull’infortunio

É trascorso più di un mese da quando Georginio Wijnaldum ha rimediato l’infortunio alla tibia. Dopo aver scelto la terapia conservativa ed essere tornato a casa sua in Olanda, il centrocampista giallorosso prosegue il suo percorso di recupero. Lo stesso calciatore nella giornata di oggi ha pubblicato un video di aggiornamento sui social. Quest’ultimo mostra il numero 25 con indosso il tutore alla gamba destra mentre si reca all’allenamento. “C’è tanta strada da fare, e devo percorrerla con pazienza, passo passo”, queste le sue parole. La Roma lo aspetta e spera di poterlo avere a disposizione il prima possibile.

Roma, spunta un nuovo nome per la difesa

É sempre calciomercato in quel di Trigoria. Nonostante la chiusura della finestra estiva, la dirigenza della Roma è già alla caccia di qualche occasione in ottica gennaio. L’ultima idea, per quanto riguarda la difesa, sarebbe quella di Jurrien Timber. Il centrale scuola Ajax, però, avrebbe gli occhi puntati di altre big di Serie A come Napoli e Inter.

L’interesse dei giallorossi nei confronti del classe 2001 sarebbe maturato addirittura un anno fa, in occasione del doppio confronto proprio con i lancieri in EL durante la stagione 2020/2021. D’altro canto non sarà facile convincere la società olandese poiché quest’ultima in estate ha rifiutato delle offerte parecchie importanti da Bayern Monaco e Manchester United.

La confessione di Veretout: “Ecco quello che mi ha detto Mourinho prima della mia cessione”

L’ex centrocampista giallorosso Jordan Veretout ha concesso un’intervista al sito Goal.com. Tra gli argomenti emersi durante la conversazione, l’attuale giocatore del Marsiglia è tornato a parlare anche della sua esperienza a Roma.

“Ho trascorso tre stagioni alla Roma, di cui due e mezzo ad altissimo livello. Sono stato molto contento e sono stato bene in campo. Poi gli ultimi sei mesi sono stati complicati, lui (Mourinho, ndr) ha ruotato, ha avuto altri giocatori a disposizione e ha anche abbassato Mkhitaryan. È sempre difficile quando si passa da un titolare a un sostituto. Ho dovuto cambiare anche questo. Ho 29 anni e voglio giocare a calcio. Quando il Marsiglia è venuto a presentarmi il suo progetto, volevo assolutamente andarmene anche se Mourinho voleva che restassi, ma ha capito la mia scelta di partire, di tornare in Francia, anche per la mia famiglia”

Per leggere l’intervista completa clicca QUI.

Italia U21, Nicolato. “Bove ha tutto il mio appoggio”

Quando si parla di giallorossi presenti nella Nazionale italiana, oltre alla squadra allenata da Mancini, bisogna pensare anche ad altri calciatori come Volpato e Bove. Il primo, ad esempio, gioca nell’U20 dell’Italia e ha già segnato in una delle due sfide di questa sosta contro il Portogallo. Il secondo, invece, fa parte dell’U21 allenata da Nicolato. Lo stesso CT degli Azzurrini, alla vigilia della sfida contro il Giappone, si è espresso così sul centrocampista e prodotto del vivaio della Roma.

“Con Bove, dopo quello che è successo nei primi minuti della partita con l’Inghilterra, abbiamo fatto due chiacchiere ma non c’è bisogno. – Si legge sul sito FIGC – Edoardo può sbagliare tutto quello che vuole, avrà la mia stima tecnica e umana. Sono errori che possono succedere, quando vengono fatti con l’atteggiamento giusto li considero una parte importante della nostra crescita. Sono cose necessarie attraverso le quali bisogna passare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.