IL PAGELLONE DI PAOLO FRANCI: **Okaka armadio dell´Ikea **per Baptista è ´L´era glaciale´

Redazione RN
01/02/2010 - 0:00

 
10 al parrucchiere di MalesaniLa prima cosa bella, Virzì non se la prenda se prendiamo in prestito il suo film, non è il gol di Stefanello Okaka, del quale parliamo più avanti. Siamo rimasti affascinati, rapiti, dal capello di Malesani. Una specie di batuffolone bianco-grigio che pare la culla del bambinello nel presepe, con le basette “alte” e, probabilmente, due coppie di quaglie ben nascoste vicino la nuca. Allorquando s’è presentato in conferenza stampa, un fischio di microfono ha fatto partire i pennuti in volo che, mi dicono, si sono ricongiunti ad Albertone a pochi chilometri da Siena. Il 10, dunque, lo diamo al suo parrucchiere che in tanti anni di serie A ci ha sempre regalato grandi soddisfazioni.
 
9 a Stefanello OkakaCorri Stefanello corri e urla la tua gioia. Il calcio a volte è un po’ come la tenera nonnina che ti racconta una fiaba mentre tu te ne stai lì ben sapendo che la storia finirà bene, il principe sposerà la principessa e la maga cattiva morirà. Il protagonista della nostra si chiama Stefanello, un ragazzone che pare l’armadio “Bakkal” dell’Ikea con la faccia buona e il cervello fino. Quel colpo di tacco che ha rovesciato un pomeriggio altrimenti di rimpianti è l’arrivederci di un giovin ranocchio che ambisce a diventare principe. Noi lo aspettiamo.
 
8 a Adrian PitPensavamo fosse un pupazzetto Trudy o giù di lì. Il mascottone trigoriano insomma. E invece guarda un po’ che mi tocca vedere: un ragazzotto impunito che palla al piede punta la fascia incurante del muschio che, per forza, gli deve essere cresciuto sulle caviglie assieme ai licheni sui menischi. M’è piaciuto parecchio il biondo e un tale, di quelli che compongono la fauna della conferenza stampa,  mi ha anche spiegato dettagliatamente quanto somigli a De Rossi. Credo lo abbiano portato via con l’ambulanza.
 
8 alla sfiga di MalesaniSì, dal parrucchiere alla sfiga perché oggi mi va di mettere il naso nel suo mondo. Comunque sia ragazzi miei, se la sfortuna fosse champagne il Nostro sarebbe alcolizzato da almeno dieci anni.  A Milano aveva vinto e qua aveva pareggiato. Che meritasse o no è un’altra storia, ma è indubbio quanto Albertone sia (molto) bravo e poco fortunato. Un suo amico ci ha rivelato che se gli fanno il gioco delle tre carte usandone una sola riesce a perdere comunque e che, a Natale, c’è la fila per giocare con lui a Tombola, sette e mezzo e mercante in fiera. Chissà perché.
 
8 a Gianluca CurciLo avevamo lasciato nei panni del tenero Giacomo, quello che vi rimanda all’ultima pagina leggendo la Settimana Enigmistica. Un po’ molle e ciondolone nei fasti spallettiani, s’era fatto infilzare da Doni, oggi in aspettativa, che gli aveva rubato il posto. La montagna giallorossa a quei tempi era ripida e scivolosa, troppo per un sellerone come lui che ha scelto  Siena per irrobustire ossa, muscoli e garretti. Il suo ritorno all’Olimpico è da gattaccio di strada, agile e furastico col muso segnato dalle cicatrici. Lo bombardano come neanche in uno spot televisivo, ma lui mette manone e gamboni dappertutto. Riise e Okaka devono inventare cose paranormali per fargli due buchi nell’armatura. Bravissimo.
 
4 a BaptistaPare che Ranieri abbia promesso di distribuire occhiali 3-D per la prossima da titolare del Nostro. E’ convinto sia una esperienza unica vivere l’illusione di avere il mammuth brasiliano così vicino da poterlo toccare. Non proprio convinti, abbiamo chiesto a Terzi, difensore centrale senese, di svelarci le sensazioni di questa clamorosa esperienza: “Mi sono divertito di più al museo di New York, lì il mammuth era più mobile”. Ho capito perché non l’hanno dato all’Inter: l’astuto Pradè lo sta vendendo a peso d’oro ai produttori de “L’era glaciale 4”.
 
3 a Aurelio De LaurentiisChe c’entra con la Roma? Niente, ma non ce la faccio a non scrivere qualcosina su di lui. Dopo gli occhiali da attore porno colombiano, quelli con la montatura bianca, di questi tempi esibisce un piumino azzurro elettrico che sfoggia con malcelato orgoglio. Lui è molto simpatico e brillante ed è per questo che gli lanciamo un appello: presidente con quel giaccone pare una bottiglia di Cif ammoniacal, se la tolga.
 
Paolo FranciQuotidiano Nazionale

Scrivi il primo commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...