Il pagellone di Paolo Franci: ** dal sopracciglio di Miccoli ** al nuovo Peq, il ´Peqorino´

Redazione RN
14/09/2008 - 0:00

 
10 a Doni
Avete presente quando il tavolino traballa e vi tocca metterci un pezzettino di carta sotto alla zampa? Ecco, lui scende in campo in quelle condizioni e fa miracoli, senza moltiplicare pani e pesci ma gli arti superiori. Il suo prodigio però, alla fine serve a poco, o meglio, serve ad evitare che il ritorno a casa sia tra lancio di ortaggi e pomodori.
 
9 al sopracciglio di Miccoli
Forse è quell’orrendo sopracciglio tratteggiato che ipnotizza e spaventa, più brutto dei vestiti di Madonna Ciccone e antiestetico come i capelli di Cristiano Malgioglio. Fa il figo quando segna e lo rifà quando raddoppia, facendosi anche male. Al suo posto però, pagheremmo  una vacanza a Loria e un week end a Miami a Pizarro, i veri ispiratori della sua rinascita.

 8 a Davide Ballardini
Meriterebbe un bel 10 per come ha caricato il Palermo in appena 6 giorni. Qualcuno di molto, molto più importante di lui, 6 giorni se li prese per creare il mondo. Quindi, si pavoneggi che ne ha ben donde. Due voti in meno glieli diamo perché ha rinunciato al quel fantastico giubbottino attillato – i maligni dicono che sia il vero protagonista della salvezza del Cagliari  lo scorso anno – che faceva tanto rimorchione da “struscio” del sabato pomeriggio. Dicono che prima o poi lo sfoggerà di nuovo e aspettiamo impazienti.

 7 a Transformer Loria
Ebbene sì, confessiamo di aver visto “Transformers” il film di Michael Bay in compagnia di illustre collega, un annetto fa. E ci siamo anche divertiti con la lotta tra le due razze aliene robotiche, Autobot e Decepticon, capaci di trasformarsi in camion e fuoriserie. Quando abbiamo visto Loria piazzarsi minaccioso davanti a Miccoli, sul primo gol, abbiamo pensato: “ora si trasforma in una Lamborghini, lo brucia, ruba palla e riparte”. Il “din din” del 30 barrato ci ha risvegliato e pare che Miccoli non abbia neanche pagato il biglietto.

 5 a Liverani
Della sua partita ricordiamo la sincera esplosione di felicità, quando s’è accorto che in campo passava qualcosa o qualcuno più lento di lui. Cosa? Il 30 barrato, of course.

 4 a Cicinho
Ricorda un po’ quelle situazioni in cui ti si strappano i pantaloni dietro, mostrando bianchissime mutande nello sgarro galeotto, con tutti che ti ridono dietro e nessuno che t’avverte. Insomma, finchè lo guardi davanti, è temibile e fa anche paura. Quando però lo guardi dietro, la risatina ti scappa eccome. Chiedere a Cavani e Miccoli per conferma.
 
3 alla Bella
La Bestia c’è è s’è pure svegliata, perlomeno in zona gol e nonostante i muscoli sonnacchiosi causa jet lag. Ora serve la Bella, fuggita chissà dove dopo anni di calcio con le bollicine. Tornerà? E’ fuggita per sempre? E’ nascosta? Forse s’è solo spaventata col sopracciglio di Miccoli.

 0 a il Peq
Dai ragazzi su, quello non è mica lui, mica è Pizarro. il Peq mica la perde quella palla da principiante lanciando Miccoli verso la gloria. Il Peq non li sbaglia mica tutti quegli appoggi. Eppoi il Peq corre come una trottola, dribbla e fa male. Dai quello era l’imitazione casareccia, il Peqorino…
 
Paolo Franci(Quotidiano Nazionale)

Scrivi il primo commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...