• IL PAGELLONE DI FRANCI. 10 a Francesco Totti e Giampiero Pinzi

    Redazione RN
    10/04/2011 - 12:45

    10 a Francesco Totti
    Il tocco svelto e leggero è un colpo di defibrillatore sulla carlinga dell’Aereoplanino. Franceschino è fatto così: tra una canzone sulla motoretta, un record abbattuto, uno scappellotto sul capocollo di Jeremy Menez –  che avrebbe dovuto essere il suo erede, se all’esame  dell’elettroencefalogramma gli aghi non avessero disegnato fumetti per bambini – gli piace “fa er cucchiaio”, mostrando zebedei d’acciaio e la sana incoscienza del ragazzo che perculeggiò Van der Sar. Il 51esimo rigore trasformato in carriera è dunque un tocco di Renoir (no Francè non è una macchina, è un pittore francese), il battito d’ali di un colibrì e… vabbè non esageriamo ora, perché nella bisaccia di Totti il mago c’è anche il colpo di grazia alla partita, una zampata maligna che paralizza il cronometro e dà il via alla festa.

    10 a Giampiero Pinzi
    Laziale doc, non sopporta il giallorosso e non ha mai fatto nulla per nasconderlo. Quando vede i giallorossi il tacchetto è perfido e affilato, l’entrata sui garretti un po’ più dura, la bava alla bocca più densa. Dunque il godimento delle armate trigoriane si moltiplica quando sdraia Pizarro nel fazzoletto d’area che conta solo per la tagliaerba. Il cileno, tipetto frizzante e generoso, ringrazia sentitamente e, per non farsi guardare dietro fa anche un regaluccio a Pinzi, il cd di Cocciante “Tu sei il mio amico carissimo” con un fiocco giallorosso.

    9 a Maurizio Domizzi
    Aveva iniziato a inveire e protestare già nel bar sotto casa, prendendosela col barista, reo di non aver assegnato un rigore al cappuccino per un’entrata sospetta del cornetto. Prosegue nella sua giornata un po’ alla Platinette quando gli si infiamma il parruccone, prendendosela con l’autista del pullman, lo schienale della poltrona, un’incauta mosca che gironzola da quelle parti e l’ipod che non ne vuole saperne di spegnersi. Poi la partita, nella quale rompe le balle all’arbitro per ogni nonnulla, urlando più di Guendalina & Margherita del Grande Fratello. Il povero Damato finisce d’urgenza dall’otorino, con le trombe d’Eustachio ritorte.

    8 a Bernardo Corradi
    Prima della partita, passa davanti alle telecamere e sibila ridendo: “Forza Lazio”.  E’ un ragazzo simpatico e a lui abbiamo inviato il poster più venduto nei Roma Store: quello di Reja con la scritta “Uno de noi”.

    8 a Arne Riise
    Quando Isla, Benatia e Domizzi lo guardano sgambettare in area da solo, sembrano quei bisonti africani con lo sguardo ebete, infastiditi poco poco dalle evoluzioni di un uccelletto a caccia di parassiti.  Non par vero al pimpante Arne, che ringrazia stoppa e mette in mezzo per lo zampone di Franceschino. Questo però, è solo il biscottino sul gelatone della partita, ricca di gusti, spunti e chiusure difensive. Insomma, è tornato.

    7 ad Aleandro Rosi
    Se n’è tolti pochi di sfizi quest’anno, tra la miopia del baronetto della minestra, qualche sputazzo piazzato qua e là e un paio di apparizioni più spaventose del machete di Jason l’assassino. Incuriosito e parecchio preoccupato per la scelta di Montella, lo guardo aggredire Isla col piglio dell’ultimo cavaliere, saltandolo sovente e trovando anche un paio di imbucate assassine. Mi stropiccio gli occhi e ne ammiro coraggio e voglia, mentre all’orizzonte si materializza l’idea: vuoi vedere che Vincenzino gli reinventa una carriera?

    7 a David Pizarro
    A un certo punto ho pensato che si fosse messo per errore le scarpe di Brighi. Non si spiegavano in altro modo i continui errori in avvio di partita.  Guidolin gli piazza addosso un paio di rudi pedalatori per inaridirne le zampette, ma lui come Enrico la Talpa risbuca un po’ più in là. Astuto come una faina a una convention di galline, ipnotizza il tacchino Pinzi portandolo sul’orlo della trappola e godendosi il fragore della caduta. E’ come i jeans e la coca cola: non passa mai di moda.

    Paolo Franci
    Quotidiano Nazionale

    Scrivi il primo commento

    Scrivi un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


    *

    Seguici in diretta su Twitch!

  • Leggi anche...