Foto Tedeschi

CALCIOMERCATO ROMA DZEKO – Manca sempre meno all’inizio del ritiro della Roma che avrà inizio il 6 luglio a Trigoria sotto gli ordini di Josè Mourinho. Il gm giallorosso Tiago Pinto è al lavoro sia per il mercato in entrata che quello in uscita.

Probabile un incontro tra la Roma e l’entourage del calciatore nei prossimi giorni

La Roma deve risolvere molte questioni e una delle più importanti è quella che riguarda Edin Dzeko. Come riportato da La Repubblica, il bosniaco è uno dei giocatori più importanti in rosa e ha un contratto molto oneroso, di 7,5 milioni di euro, e ben 35 anni. Nelle ultime ore si è parlato di un interessamento del Fenerbache per il cartellino del numero 9 con la Roma che è consapevole di non poter guadagnare molto dal cartellino. Il problema per Tiago Pinto rimane quello di trovare un cambio dello stesso livello con un attaccante, che, come detto da Mourinho in una telecronaca sappia giocare per la squadra. Nei prossimi giorni potrebbe esserci un incontro con il manager Lucci anche se è più probabile che l’incontro avverrà ad inizio ritiro.

Leggi anche:
Roma obiettivo Kalajdzic

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità

1 commento

  1. Dzeko deve rimanere, punto e basta, si prenda un altro attaccante da aggiungere in rosa, giovane sconosciuto e promettente con grande passione e voglia di emergere, si lasci perdere Xhaka che non aggiunge nulla a quelli che abbiamo, siamo tornati Rometta a forza di mettere in discussione quelli bravi (e Dzeko è un grande anche come uomo, è una bandiera) e a forza di prendere giocatori medi appesantendo monte ingaggi e gestione. Xhaka non corre non si inserisce e non è reattivo, si muove solo se la palla gli va addosso, a noi per far giocare Xhaka serve un Tommasi e o un Pizarro, o meglio ci servirebbero in assoluto giocatori così, gli Strootman i Nainggolan (anche quello di ora!) che racchiudono le due caratteristiche.
    Abbiamo ottimi primavera a centrocampo allora, aspettiamo loro e non facciamo magari come il Milan con Locatelli.
    Pochi giocatori che diano valore aggiunto e qualche giovane talento con grande motivazione , qui Monchi e Petrachi ci hanno rovinato infarcendo la rosa di giocatori medi incompleti senza motivazioni e strapagati.
    Florenzi deve rimanere, può giocare nel PSG e in nazionale e non nella Roma? Rui Patricio è meglio di Olsen?
    Accanto a Mourinho serve un ds italiano e possibilmente romanista, o una figura come Boniek.
    Tiago Pinto lavora alla Roma come se fosse in qualsiasi altro club.
    Qui serve qualcuno che sappia chi erano Cerezo Tancredi e Montella, Nela Maldera o Samuel, prima di portarci giocatori, altrimenti ci ritroviamo Diawara Nzonzi e compagnia.

Comments are closed.