Foto Tedeschi

INSIGNE TOTTI – Lorenzo Insigne è a un passo dall’addio definitivo al Napoli, oggi sarà l’ultima gara casalinga per l’azzurro, che poi volerà in Canada. Per lui poi probabilmente un discorso a fine gara davanti ai migliaia di spettatori presenti. C’è chi però non ci vede nulla di romantico in questa giornata, e anzi mantiene al riguardo una vena polemica. Come il Corriere del Mezzogiorno, che nell’editoriale di Vittorio Zambardino non risparmia parole dure. Eccone uno stralcio.

Leggi anche:
Discorso sul campo accompagnato dalla famiglia, per Insigne un addio ‘alla Totti’

L’estratto

“Caro Lorenzo, quante illusioni. Non sei stato una bandiera”. titola il quotidiano. Dentro, poi, si legge: “Lacrime? Tu parti, ma non vai in guerra, Lorenzo caro, hai fatto una scelta razionale e professionale, due aggettivi legittimi ma che non commuovono. Però sì, il saluto ti è dovuto. Tranquillo, nessuno pensava «de morì prima» del tuo addio, come hanno detto a un altro capitano, Francesco Totti. Quella sì fu una festa vera, perché quello aveva rifiutato il Real Madrid per la squadra che l’aveva messo al mondo del calcio. Lui sì, era una bandiera, tu non sei una bandiera. Ma sei uno di noi, in un certo senso «sei» noi”.

1 commento

Comments are closed.