3 Settembre 2017

Gnocchi: “Roma? Ho l’impressione che manchi la società”

NOTIZIE AS ROMA – Intervistato durante la trasmissione radiofonica La Signora in Giallorosso su Tele Radio Stereo, Gene Gnocchi ha parlato a tutto tondo anche della Roma e del momento dei giallorossi. Ecco le sue parole:

La scintilla per le battute come ti viene? 
“Deriva dal grande amore per il calcio, che ho sempre praticato”.

L’ispirazione viene naturale… 
“A volte sono molto più che geniali. Al di là della comprensione. Parliamo di Cassano, Lotito e Pallotta. Meriterebbero un libro a parte ciascuno”.

C’è una battuta a cui sei più legato?
“Non sono tanto legato al passato. Il bello viene sempre dopo. Ieri ho fatto un tweet durante la partita della Nazionale che ha avuto una fortuna bellissima. Sono cose che ti vengono di getto, ieri stavo guardando la partita”.

Tu sei legato al Parma?
“Sono legato perché ero tesserato e speravo di esordire in Serie A, speravo di ricevere lo stipendio. Sono anche io un motivo del fallimento del Parma. Prendevo il minimo, non ho giocato perché si sono salvati all’ultima giornata, ritennero che non fosse il caso”.

Che cosa cancelleresti nel calcio? 
“Tutti i procuratori e la mancanza di ironia. Ho fatto Mai Dire Gol e non c’era questo clima, una volta c’era più voglia di scherzare. E’ fastidioso che non si possa più fare“.

Per te il calciatore a cosa è attaccato?
“Chi fa il calciatore lo fa per passione. Non deve essere una professione, è un piacere. Me lo diceva Massaro: “Sei pagato per stare bene”. Vai in posti meravigliosi, giochi a calcio. E’ chiaro che ci sono gli allenatori che rompono le palle. Tutti i ricordi che ho derivano dal calcio. Ci sono vittorie e sconfitte, ma arrivare in campo, dire due stronzate con i compagni di squadra. E’ talmente bello andare in campo a giocare, chi ha provato questa sensazione lo sa”.

Si parla molto dell’Ambiente Roma. Tu come la vedi?
“Il problema della Roma è l’impressione che non ci sia la società. Alla Juve si vede che c’è. A Roma sembra che i singoli se la vedano tra loro, come per Totti e Spalletti. Il Presidente non si sa dove sta, mi dà quest’idea. Si fa fatica a cogliere l’identità della società, quando c’è da porre fine alle polemiche non c’è nessuno. Non si sa mai chi è il punto di riferimento. Potrà esserlo Totti, ora non so bene cosa fa, ma certe scelte deve farle la società. Francesco è uno dei grandissimi del calcio, va giocata bene la sua carta. Ha una finezza di calciatore che va utilizzata bene, anche a livello tecnico, può stare vicino a Di Francesco”.

Hai suggerito qualche scherzo a Totti?
“Il mio sogno sarebbe palleggiare con lui. Non ho mai esordito in Serie A, ma almeno fatemi fare una sessione di palleggi con Totti”.

Che cosa hai pensato delle parole di Ventura dopo la partita?
“Ho pensato quello che hai pensato tu. Ci siamo già capiti. Mai che qualcuno ammetta che sono stati più forti. Uno normale non può dire quelle cose lì”.

Personaggio di cui preferisci di poter ridere? 
“Parolo, che è una persona fantastica, e Volta. Erano meravigliosi. Per il resto c’è sempre qualcuno che se la prende: Materazzi per esempio è uno che se la prende sempre”.

Quando è nata la vocazione di Gene Gnocchi?
“Già da giovane quando ero un calciatore. Una volta non volevo allenarmi ed ho chiuso la squadra in spogliatoio e sono andato sul Lago di Garda, con me c’era il portiere di riserva”.

Sono più belle le donne dei piloti o dei calciatori?
“Uguali. Sono tutte brutte e inguardabili (ride ndr)”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

11 commenti

  1. Adem1971 ha detto:

    basta non avere debiti.

  2. mario rossi ha detto:

    Caro Gnocchi, tu hai l’impressione che manchi la societa` Roma, noi, purtroppo, ne abbiamo la certezza.

  3. giov2008 ha detto:

    l’impressione che non ci sia la società. Ha detto una cosa che sanno tutti dentro l’ambiente e fuori dall’ambiente, a parte i tifosissimi con il paraocchi incorporato.

  4. Adem1971??original ha detto:

    Giusto… per i formellesi che infestano questo sito..guarda sopra…e che so tifosi della ROMA? So tifosi della ROMA come lo è Gene gnocchi….cioè ZEROOOOOOO…GIOV-17 È l’esempio principe… uno che esalta INZAGHINO come lo chiama lui UN FUORICLASSE DELLA PACHINA ..IL NUOVO GUARDIOLA..DI FRANCESCO IN CONFRONTO È OROZO CANA…PO ESSERE DELLA ROMA…

  5. Adem1971??original ha detto:

    ciao LALLOPUZZAPECORINO io sono adem1971 quello ORIGINALE che tifa ROMA e non la squadra FORMELLESE.
    avete capito? io sono quello vero

  6. Balbo 2 ha detto:

    la società esiste, e pensa solo a sfruttare la Roma

  7. E bastaaa!!! ha detto:

    Caro Gnocchi, solo una domanda ma tu le vedi le società di Inter e Milan? Io no. Il fatto è che la Roma appartiene oggi a un gruppo che opera stabilmente nel contesto sportivo. Qui i tifosi parlano ma spesso parlano senza pensare: Pallota e soci ci hanno ripreso da un baratro di centinaia di milioni di debiti stanno risistemando il debito, da quando ci sono loro c’è un’impianto societario vero e non la moglie di Sensi con la figlia di Sensi e la cognata di Sensi e la suocera della figlia di Sensi e via delirando. Stanno comprando giocatori alcuni dei quali vengono rivenduti perché contrariamente a quanto pretende il tifoso-con-la-mortadella-sugli-occhi ci sono i parametri UEFA da rispettare e quelli toccano a tutti. A titolo di modesto esempio si noti cosa è successo all’Inter: dovevano fare una squadra magnifica e invece sono sempre li a contare gli affari che non vanno. Perché? Perché i parametri del FFP contanto e non si possono aggirare. Se li aggiri poi paghi.
    E per rispondere a un tifoso che continua a chiacchierare si la società c’è e utilizza giocatori e maglia per fare affari come avviene ovunque in tutto il mondo dello sport e non solo. O tu quando vai a lavorare preghi il padrone di pagare un altro al posto tuo?

  8. nercervellosololaroma ha detto:

    ammazza gnocchi che perspicacia !! nun se ne eravamo accorti che la società è inesistente …