21 Settembre 2009

Gli ultrà scioperano con 17 bombe carta

 
Diciassette bombe car­ta. La curva Sud campo di bat­taglia: botti, fumo, puzza. Lo sciopero del tifo, annunciato in settimana come forma di protesta contro la tessera del tifoso, è finito così. La Sud do­veva restare vuota per 45 mi­nuti, ma i due gol di Totti han­no probabilmente spinto i cur­varoli ad entrare nello stadio in anticipo.
 
Esplosioni Il loro arrivo è stato annunciato da tre esplosioni e da un movimento di gente nel settore dei distinti. I «sudisti» sono entrati, hanno lanciato al­tre bombe, hanno esposto i lo­ro striscioni, tra i quali spicca­va «Onore ai 9 di Basilea», de­dicato ai protagonisti degli in­cidenti nella trasferta di Euro­pa League. Il lancio di bombe, accompagnato da cori contro Rosella Sensi, è continuato fi­no all’intervallo, con un con­torno di fischi da parte degli altri settori dell’Olimpico. Qualcuno ha gridato vergo­gna. Sintesi perfetta: vergo­gna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.