21 Novembre 2021

Shomurodov, caccia al gol dell’ex. Sirigu, la forza dell’esperienza

Foto Tedeschi

GENOA ROMA SHOMURODOV SIRIGU – Ambizione, questa è la parola chiave che rimbalza da mesi in casa Roma. Il pullman giallorosso, lo sappiamo, ha incontrato diversi dossi sulla via che hanno rallentato il suo cammino, ma da Genova si può ripartire. I rossoblù vengono da un periodo complesso ma possono contare sul rinnovato entusiasmo per l’arrivo di Shevchenko sulla loro panchina. Tuttavia, dall’altro lato del campo c’è una squadra affamata che non vede l’ora di scalare le marce. E spera di farlo partendo dal gol dell’ex, Eldor Shomurodov, che mette nel mirino i pali di Salvatore Sirigu.

Leggi anche:
Genoa-Roma, le probabili formazioni: Mourinho conferma la difesa a 3, c’è Pellegrini

Roma, Eldor Shomurodov

Per la Roma il gol dell’ex è diventato davvero una specie di legge. Ma ora i giallorossi sperano di poter ripagare gli avversari con la stessa moneta. In campo contro il Genoa tocca ad Eldor Shomurodov, approdato in estate nella Capitale proprio dopo essersi sfilato la divisa ligure, con la quale ha messo a segno 8 reti in 32 presenze. Con Tammy Abraham ora sembra esserci buona intesa, tanto che contro il Venezia entrambi hanno ritrovato il gol. E Mou allora probabilmente confermerà l’esperimento con le due punte. Possiamo chiamarlo Eldor l’’amico geniale’, visto che Il nazionale uzbeko ha collezionato anche 3 assist in 10 gare di Serie A, e altri due in Conference. E da non trascurare gli 8 passaggi chiave, più un tasso di precisione del 68,8%. Insomma, non si può dire che il numero 14 non si prodighi per i compagni. Ma spesso prende anche iniziativa, una rete su 4 tiri in porta e 2 dribbling riusciti su 5. E non si tira indietro in fase di copertura: 12 palloni recuperati, tre tackle e 7 duelli aerei vinti. Segnare oggi alla sua ex squadra magari non lo porterebbe ad esultare, ma sarebbe un passo in più per convincere Mourinho a fare di lui un titolare fisso. Da Eldor a ‘Eldorado’, in fondo, è un attimo.

Leggi anche;
Mourinho e la preparazione per il Genoa tra studio e un giro al Circo Massimo (FOTO)

Genoa, Salvatore Sirigu

Tra Eldor e la porta genoana c’è però Salvatore Sirigu, che, se possibile, vorrà regalare a Sheva un bel clean sheet. Il Nazionale Azzurro porta tra i pali liguri un immenso bagaglio d’esperienza, e ha incrociato la strada giallorossa ben otto volte, riscuotendo tre vittorie e 5 sconfitte e, curiosamente, mai nessun pareggio. Dai capitolini ha sempre subìto almeno un gol, tranne che nella vittoria del 19/20 per 2-0, ai tempi del Torino. Quest’anno ha effettuato 35 parate con il ‘Grifone’, mentre conta 25 gol incassati, tre dei quali su rigore. Solo una volta ha mantenuto la porta inviolata, ma ha recuperato 77 palloni che transitavano in maniera sospetta nei pressi della sua area. A quanto si dice, il classe ‘87 è un appassionato di Serie TV, tra cui Il Trono di Spade per cui, per restare in tema, il numero 57 deve prepararsi a difendere il suo territorio dai pericoli che possono arrivare da oltre la ‘Barriera’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

1 commento

  1. Giorgio ha detto:

    Sarebbe bello che per una volta almeno i valori in campo facciano la differenza e noi l’abbiamo superiori rispetto al Genoa.
    Bisogna iniziare a vincere le partite, se vogliamo dare un minimo senso a questo campionato.
    Altrimenti se non si imbrocca il treno delle vittorie, saremo condannati a fare una stagione veramente anomala,con il miglior o uno dei migliori allenatori del mondo in panchina e ciò sarebbe brutto e molto deludente