12 Gennaio 2023

Genoa: Gilardino punta sul 4-3-3 per stupire anche in Coppa Italia, chance per l’ex Sabelli

Il Genoa di Alberto Gilardino è il prossimo avversario della Roma in Coppa Italia nel match che si giocherà allo Stadio Olimpico per il turno unico degli ottavi di finale

A quattro giorni dalla rimonta di San Siro contro il Milan, la Roma tornerà in campo per la sua prima partita di Coppa Italia. Gli uomini di Josè Mourinho affronteranno il Genoa di Alberto Gilardino nel turno unico degli ottavi di finale. La vincente del match affronterà una tra Napoli e Cremonese.

Prossimi impegni

Roma-Genoa (1/8 di finale Coppa Italia, 12 gennaio, ore 21, Stadio Olimpico)
Genoa-Venezia (20° turno Serie B, 16 gennaio, ore 18.45, Stadio Marassi)
Benevento-Genoa (21° turno Serie B, 21 gennaio, ore 14, Stadio Vigorito)
Genoa-Pisa (22° turno Serie B, 28 gennaio, ore 16.15, Stadio Marassi).

Come arriva il Genoa alla sfida

L’arrivo di Alberto Gilardino ha galvanizzato il Genoa. Dall’arrivo del Campione del Mondo, il ‘Grifone’ ha trovato 3 vittorie ed un pareggio risalendo la classifica che cominciava a preoccupare sotto la gestione di Blessin. La squadra ligure ha subito una sola rete, ininfluente, contro il Bari nell’ultima partita in 360 minuti. Numeri che rilanciano la squadra che ha l’obiettivo di tornare in Serie A e stupire il più possibile in Coppa Italia. Attualmente occupa la terza posizione in campionato a -6 dal Frosinone capolista ed a soli 3 punti dalla Regina seconda, posizione valida per la promozione senza play-off.

Punti di forza e debolezze

Il punto di forza del Genoa allenato da Gilardino è la difesa. Un solo gol subito nelle ultime 4 uscite in Serie B e al San Nicola contro il Bari in un match vinto per 2-1 dai liguri. Tanta esperienza nel reparto con Bani e Dragusin centrali e l’ex Primavera Roma, Sabelli a destra. L’arrivo di Criscito non può che aumentare il bagaglio d’esperienza e all’Olimpico sarà presente per la prima volta del suo ennesimo ritorno in maglia rossoblù. In avanti l’estro di Mattia Aramu e l’esperienza di Massimo Coda sono i due cardini del reparto. Qualche problema in porta con il ballottaggio tra Martinez e Semper che hanno giocato il 50% di partite a testa a dimostrazione che la porta del ‘Grifone’ è ancora alla ricerca di un padrone.

Le scelte di Gilardino

Sarà sempre il 4-3-3 lo schema scelto da Alberto Gilardino per la sfida dell’Olimpico. In porta Martinez è favorito su Semper. In difesa possibile spostamento di Sabelli sulla sinistra con Vogliacco a destra. A centrocampo presente il grande ex di serata, Kevin Strootman a fungere da mediano davanti alla difesa. In attacco chance per Puscas con Aramu alla sua destra. Panchina, almeno dall’inizio, per Massimo Coda.

La probabile formazione

GENOA (4-3-3): 22 Martinez; 14 Vogliacco, 5 Dragusin, 13 Bani, 2 Sabelli; 32 Frendrup, 8 Strootman, 24 Jagiello; 10 Aramu, 57 Puscas, 11 Gudmundsson.
All. Alberto Gilardino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

1 commento

  1. ADAMAS-ALESSANDRO ha detto:

    Diamogli una lezione.