CONFERENZA STAMPA – Alla vigilia di Sampdoria-Roma, Rudi Garcia si presenta in Sala Champions a Trigoria per pronunciarsi sul match di domani, in programma alle ore 20.45 in quel del Ferraris di Genova. Queste le dichiarazioni del francese, riportate fedelmente parola per parola da Romanews.eu ascoltando l’audio della conferenza:

C’è una regola per il turnover?
“No, il problema non è il turnover, il problema è giocare abbastanza bene per vincere, e potevamo fare meglio. Nel primo tempo siamo stati troppo lunghi. Ciò che conta, però, è il match di domani”.

Come ha trovato lo spogliatoio dopo il pareggio col Sassuolo?
“La squadra ha rivisto la partita, hanno visto cose positive e negative. Abbiamo fatto un buon secondo tempo. Ora non abbiamo il tempo di piangerci addosso, dobbiamo concentrarci sulla prossima”.

Rudiger?
“Ha preso una botta, lo abbiamo fatto allenare a parte. Non ha avuto neanche il tempo di passare dai medici. Se sarà convocato o no lo vedremo”.

Le era mai capitato di mettere 4 giocatori destri in difesa e molti mancini in attacco?
“Dipende da chi gioca davanti o dietro. Per gli attaccanti esterni non è un problema, possono segnare entrando sul loro piede. Dietro serve un terzino che può attaccare e portare ai cross, e possono farlo tutti i terzini che ho in rosa. Sui centrali è più comune giocare con due destri che con due mancini. Due mancini si vedono poco. Un centrale mancino è una cosa rara”.

Per Moggi Garcia è l’unico colpevole del pareggio col Sassuolo.
“Lascio ad ognuno la responsabilità delle proprie dichiarazioni”.

La classifica si sta già allungando. In questo momento delicato lei ha il pieno supporto della società? Si sente in dovere di dimostrare qualcosa?
“La stagione non si ferma alla quarta giornata. Non devo dire che partite abbiamo fatto, ne abbiamo fatte di buone e di meno buone. Bisogna lavorare con calma per esser giudicati sul lungo periodo. Essere quarti con 2 vittorie e 2 pareggi non mi sembra catastrofico. Mi importa solo di fare una grandissima gara domani. Siamo un ciclista, pedaliamo a testa bassa per prendere più punti possibile”.

Dopo la partita col Sassuolo ha parlato di squilibrio fisico. E’ un problema di preparazione?
“Su questo riflettiamo e lavoriamo tutti insieme. Non è che vi dico delle cose senza aver parlato prima con tutti i componenti dello staff. Ho trovato alcuni giocatori fuori ritmo, ma forse è questo il problema: non aver fatto abbastanza partite. Allora il problema avrebbe potuto essere prolungato se non avessi fatto il turn-over. Se gioco sempre con gli stessi e si infortunano sarà ancor più difficile inserire dei nuovi”.

Si sarebbe aspettato di essere a -4 dalla vetta?
“Merito di chi sta a punteggio pieno, ma è ancora presto per parlare di campionato chiuso. Non abbiamo parlato però della Sampdoria, dimenticando che è la gara di domani (ride, ndr)”.

Castan ha giocato un mese fa la sua ultima partita con la Roma. Cos’è successo? Sta meglio?
“Per me è tutto normale. Un giocatore che non gioca da un anno si fa trovare con entusiasmo da subito, ma poi c’è un momento difficile sul piano fisico. Dopo c’è anche concorrenza. Voglio metterlo nelle migliori condizioni per farlo lavorare piano piano. Lui migliora, e per noi è importantissimo. Avrà il suo spazio, sarà meglio per lui giocare quando sarà al 100%”.

Al momento dei saluti, il mister si rivolge ironico ai giornalisti in sala conferenze: “Ah, domani gioca la Sampdoria. In caso non lo sappiate…”.

(fine)

32 Commenti

  1. Non facciamo i tifosi pecore. Che uno bela e tutti appresso.
    Garcia il primo anno ha fatto grande calcio. Quindi lo sa fare. E’ troppo presto per giudicarlo quest’anno.

    • Ah, tifoso cachemire! E l’anno passato non lo calcoli? Ringraziamo solo il cielo che Inter e Milan, Napoli, Fiorentina e lazie si sono dati la zappa sui piedi… sennò altro che secondo posto!!! Il NON GIOCO di Garcia è ripetitivo è noto persino ai muri. Niente verticalizzazioni e pressing quasi inesistente senza più raddoppi. E se proprio vuole fare il turnover perché invece di mandare in campo i soliti falliti, non schiera Emerson Palmieri, Gyomberg, Vanquairer e Ucan. Ucan è costato 15 milioni di euri, mica caz..!!! Così almeno se fanno veramente schifo, lo sapremo e ci mettiamo l’anima in pace una volta per tutte. Ma lui no… insiste con De Rossi, Totti e sostituisce Iturbe che è uno dei pochi che dà l’anima!!!!

  2. Ha ragione il mister, domani si gioca con la Samp e le domande invece sono state ancora da post Roma-Sassuolo. Due anni secondi con una squadra poco più che discreta (senza Strootman) e sicuramente inferiore alla Juve (finalista di Champions). Cari pseudo-tifosi e giornalisti saccenti il Frosinone è in difficoltà e ha bisogno di supporto per cui se volete potete sempre concentrare le vostre attenzioni altrove, non si sa mai che porti pure bene…

    • A proposito di Frosinone… bella la prestazione della Roma la settimana scorsa!!!! Garcia sarebbe capace di farti resuscitare pure i morti… PECCATO PERÒ CHE SI TRATTA DEGLI AVVERSARI E MAI DI QUELLI CHE CI ABBIAMO IN SQUADRA!!!!

  3. Non possono giocare sempre gli stessi. Ma è colpa di Garcia se non ha centrali in panchina e l’unico terzino di ricambio è il buon vecchio TOrosidis? Aggiungo che abbiamo 3 centrocampisti più Keita. Il Milan che gioca solo il campionato ne ha 6-7 di livello e gioca sempre a tre a centrocampo. Siamo coperti solo in attacco. Io non parlerei di grande rosa a disposizione. Almeno non nei numeri.

    • I centrali sono 4. Castan è stato fato fuori per motivi a noi e a lui sconosciuti. A Verona che cosa avrebbe combinato di così tanto più scandaloso di quanto combinato da Rudiger fino a oggi? Pare che pure dalle parti di Trigoria siano sorpresi di questo ostruzionismo der fenomeno su Castan. I terzini sono 5. Torosidis dovrebbe essere il sostituto di Florenzi, ma er fenomeno lo ha fatto diventare il sostituto di Digne. Al Milan il terzino lo fa un certo Calabria, 19 anni. Se un allenatore ha capacità tecniche e umane non ha paura di lanciare Nura, e prima di lui Sanabria, e prima ancora Paredes, e prima ancora Jevdaj. Ponce che sta a fa a Roma? a fa la muffa? a fa il terzo dietro anche una statua. E comunque a Stellone, che sta rischiando l’esonero, farebbe comodo un tifoso come te.

    • X stefano….Sabatini i giocatori li ha dati a Garcia…..Difensori centrali Manolas, Rudiger (6 presenze con la Germania) Castan deve solo ritrovare la condizione e Gyomber titolare della sua nazionale e all’accorrenza De Rossi che puo farlo tranquilamente vedesi partita con la Juve….terzini dx Maicon Florenzi e Torosidis…sx Digne Palmieri e Torosidis….Centrocampo o sono io che non so contare oppure ti sei dimenticato qualcuno….De Rossi, Nainggolan, Pjanic, Keita, Vainqueur ( voluto da Garcia) Ucan che per me dovrebbe trovare un po di spazio perche giovane con pontezialità ( vedesi Paredes mandato via ad Empoli che sta facendo bene) Strootman che a febbraio tornerà almeno di spera e Florenzi che puo farlo tranquillamente quindi a me risultano 8 possibili cambi a centrocampo 6 se reputi Ucan giovane e Strootman convalescente per tutto l’anno….poi paragonare il centrocampo del Milan a quello della Roma mi sembra quasi offensivo…comunque non è che si possono comprare 100 giocatori per essere sempre coperti…gli allenatori devono saper gestire anche le difficoltà degli infortuni

  4. Per me abbiamo una rosa competitiva, se togli 6 giocatori titolari all’inter, milan o alla juve con il Sassuolo in casa perdono sicuramente. La cosa strana e che noi abbiamo tolto 6 titolari anche se non erano infortunati (tranne il portiere) !!
    Un allenatore normale lo fa solo se è una partita di coppa italia con una squadra di B o a fine campionato quando non c’è più possibilità di migliorare la posizione in classifica!!!
    se è bravo o no ma Garcia boh ma ha fatto sicuramente una scelta della minchia!

  5. Non dico che il mister non abbia fatto errori, in fondo è umano… a me per esempio non è piaciuto come si è comportato con Iturbe, oppure il fatto che a Uçan non venga mai data una possibilità, e ne avrei anche altre, ma mi fermo qui.
    Quello che mi da veramente fastidio è che solo a Roma si può crocifiggere un allenatore alla quarta di campionato pensando che già si è fuori da tutti i giochi.
    Ah, e se qualcuno se lo dimentica… SEMPRE FORZA ROMA!

    • Ormai Rudi Garcia ha deciso di fare i dispetti a Sabatini “bruciando” i giovani che il DS ha preso e si affida alle vecchie mummie per far star tranquillo uno spogliatoio che prenderebbe fuoco con i camerata giallorossi. Tutto a discapito di gioco, idee di calcio e risultati. Ma tanto a Roma che ce frega, l’importante è che Totti raggiunga i suoi record e che De Rossi prenda i suoi 7 milioni l’anno!!!!

    • Ecco… sì, “in fondo è umano”… Nel senso che se vai a guarda’ con la lente d’ingrandimento ce troverai un fondo di umanità NELLA SMISURATA BESTIALITÀ DI GARCIA.

  6. Sono due anni che dici le stesse cose SEI UN CHIACCHERONE TUTTO FUMO NIENTE ARROSTO! SEI UN ALLENATORE MEDIOCRE SENZA CARATTERE TENUTO SOTTO SCACCO DA TOTTI E DE ROSSI

  7. Io continuo a vergognarmi di tutto l ambiente compreso voi!!!é la prova che la critica costruttiva non c’è mai….ovviamente,ma leggete le domande!!!?!ma si può riabilitare sempre moggi!!!!invece di stendere un velo pietoso su chi è stato radiato!!!dal calcio!!!!..
    Ecco il vostro interesse….servi del potere.ragionate con il vostro cervello cari,godono nel vederci divisi.siamo solo alla quarta giornata!!!!?!

    • Ago, me sa che te sei sempre lo stesso che cambia nik pe difenne Garcia perché fa giocà totti e derossi. Avemo capito, ma sei rimasto quasi solo o in pochi a difenderlo, mo volevo provà a vince co quelli nuovi de giocatori. OK?

  8. Non parlo italiano bene, ma spero che potete capirmi lo stesso.
    Io sono romanista di almeno 16 anni fa. Ogni giorni leggo articoli e commenti sul questo sito, e ogni settimana guardo i partite della Roma.
    Una cosa che e sempre piu chiaro per me; Roma e la piazza piu difficile di avere successo in Italia, forse nel mondo.
    Noi tifosi e i giornalisti creiamo una clima difficilissimo per allenatori, giocatori e la societa. Dopo un buona prestazione c’e immediatamente un elogia enorme e aspettative non realistici. I giocatori sono subito “fenomini”, e lo scudetto e certo. Dopo una sconfitta o prestazione male c’e un massacro, e vediamo solo un ombra totale. In questi condizioni non e possibile trovare la calma per continuita.
    Ho visto tantissimi giocatori, allenatori e direttori attraverso gli anni. Anche presidenti. Una cosa che non cambia mai.. la paura della squadra. La paura di sbagliare, la paura di vincere, la paura di deludere i tifosi.
    Leggere i commenti qui ogni giorni mi fa male, e mi sento tante volte vergognoso di essere romanista. Le cose che non funzione nella Roma e sempre la colpa del allenatore, i giocatori etc. Forse c’e bisogno di guardare a noi stessi, e la clima non sana che creiamo. Noi dobbiamo cambiare, o la Roma non cambiera mai.

    • Half completamente d accordo con te! Raga il ragazzo è norvegese; si percepiscono fin li le nostre esagerazioni! Un pò più di equilibrio non farebbe male!

    • Penso come te amico romanista. Sono un tifoso romanista in Francia (e non parlo bene italiano anche io) e la penso come te parole per parole!!
      ogni giorni vedo cose incredibile e inispiegabile su questo sito…
      ma sono sicuro che la gente che commenta cosi non correspondono a la maggior parte della tifoseria delle Roma!
      Forza Roma dalla Francia

  9. Tra Garcia e la società finirà a pesci in faccia…..Sono stati fatti errori da tutte e due le parti e alla resa dei conti l’allenatore rinfaccerà tutto alla società che, a sua volta, farà altrettanto nei confronti di Garcia….E’ tutto già scritto….altra stagione buttata…..a meno che non arrivi in tempi brevi un allenatore serio, ma questo scontenterebbe alcuni calciatori e quindi non succederà,,,,,

  10. “Per Moggi Garcia è l’unico colpevole del pareggio col Sassuolo”, ma chi l’ha fatta sta domanda idiota? Moggi non dovrebbe parlare di nessuno sport, mai più, la sua opinione conta meno di niente.

  11. Io credo che il norvegese, l’americano, il francese, il congolese siano la stessa persona che vuol far sembrare che sono tanti a difendere il trio Garcia, Totti, de rossi. Non abbocchiamo, sei rimasto solo…

  12. Cambiano le proprietà, cambiano gli allenatori, cambiano i giocatori, cambiano i preparatori… Quello che resta è un ambiente sfigatissimo fatto di addetti e non addetti ai lavori, di tifosi e pseudo tifosi, di etere romano di un provincialismo e pressapochismo esasperanti, dove si riesce a sentire tutto e il contrario di tutto nel giro di un paio di giorni…. Rigorosamente col senno di poi… Che tristezza…

  13. via garcia è solo fanatico, …………………………………………………………………….. e x la prima volta mi trovo d’accordo con, nn ce la faccio a nominarlo……………….

Comments are closed.