La MOVIOLA a cura di Romanews.eu – Nel primo tempo Gervasoni lascia correre molto nonostante il gioco piuttosto duro, ma spesso regolare, dei calciatori del Frosinone. Al 27′ cartellino giallo forse eccessivo per Iago Falque per un intervento in leggero ritardo su Pavlovic. Al 31′ manca un giallo a Blanchard che interviene su Totti quando il capitano giallorosso si era ormai liberato da un po’ della palla. Giusta l’ammonizione per Totti al 38′ che non trova il pallone e rifila un pestone sul piede di Dionisi. Altrettanto corretto il giallo poco dopo anche per Diakitè che ritarda la rimessa di Szczesny ostacolandolo. Nella ripresa al minuto 55 Soddimo effettua un intervento simile a quello di Totti nel primo tempo, ma a differenza del numero 10 giallorosso non viene ammonito. Al 60′ Digne tocca col braccio alto e in area una palla messa al centro da Rosi, ma Gervasoni, sbagliando, non concede il calcio di rigore. Ammonito De Rossi al minuto 64 che in allungo non riesce a strappare palla a Chibsah e colpisce l’avversario. Al 66′ giusto cartellino giallo per Pavlovic che dopo un controllo sbagliato colpisce Keita che sta partendo in contropiede. Ammonito Rosi per simulazione al minuto 75′ che cerca in area di rigore il contatto, che non c’è, con Rudiger. Al 88′ il fallo al limite dell’area di rigore di Blanchard meriterebbe il giallo vista l’entrata scomposta su Iturbe. Dopo tre minuti di recupero la sfida si conclude. Partita difficile da dirigere per Gervasoni, nel secondo tempo in particolare la partita diventa molto dura e a fine partita gli ammoniti sono 6, ma l’arbitro lombardo se la cava con fermezza. Pesa comunque sulla sua valutazione il mancato rigore su fallo di mano di Digne in area di rigore.

Riccardo Ugolini