Frosinone, Di Francesco: “Dobbiamo avere il desiderio di far male alla Roma”

Valerio Bottini
30/09/2023 - 13:16

Getty Images
Frosinone, Di Francesco: “Dobbiamo avere il desiderio di far male alla Roma”

DI FRANCESCO FROSINONE – Conferenza stampa di vigilia per Eusebio Di Francesco, che domani sera farà visita con il suo Frosinone alla Roma, squadra in cui ha militato sia da calciatore (vincendo lo Scudetto del 2001) che da allenatore. Di seguito le sue dichiarazioni:

Le parole di Di Francesco in conferenza stampa

La Roma sarà vogliosa di reagire dopo la pesante sconfitta di Genoa. Pensi di cambiare atteggiamento?
“Semmai lo dovessi fare non lo direi mai in conferenza da buon stratega. Ringrazio Italiano per i complimenti ma il nostro atteggiamento e pensiero lo abbiamo da inizio anno. Il nostro atteggiamento non deve cambiare mai nemmeno domani. Domani giocheremo contro una squadra forte in un ambiente diverso, lo conosco bene e so che il pubblico sarà vicino alla squadra. Dobbiamo preparare la gara nel migliore dei modi apportando dei cambiamenti perchè l’avversario sarà diverso dalla Fiorentina”

Come sta la squadra? Sarà la terza gara in pochi giorni.
“Per me non sono gare amichevoli, non penso alle coppie. C’è chi giocherà dall’inizio e chi a gara in corso in base alle situazioni che abbiamo in base alle situazioni che ci portiamo dalla Fiorentina. Non sarà della partita Kaio Jorge, abbiamo avuto qualche problemino con Romagnoli e Garritano. Deciderò oggi dopo l’allenamento e dopo il sonno di questa notte, qualche cambio vorrei farlo”

La Roma potrebbe giocare a quattro dietro.
“Noi dobbiamo essere pronti a tutto, dobbiamo prepararci. Credo che il loro tecnico voglia soprattutto un atteggiamento diverso. Penso possano abbassare Cristante, lo ha già fatto ed è molto bravo in più ruoli. Noi dobbiamo prepararci e in base agli avversari adatterò sempre le nostre fasi difensive e offensive”

Il Frosinone è una squadra giovanissima che domani giocherà in un ambiente particolare. C’è da lavorare su questo?
“Il fattore ambientale fa la differenza. I miei ragazzi devono pensare a fare una grande partita e mettere in campo le nostre qualità. Noi abbiamo una buona qualità e dobbiamo lavorare per farla diventare ottima. Mi auguro di farla crescere in breve tempo, i ragazzi hanno un’ottima propensione a migliorare”

Centrocampo della Roma monopasso. Voi state meglio?
“Lo vedremo domani se staremo meglio. Dipenderà da molti fattori, dall’emotività, dall’ambiente e da tanto altro. Pensare di stare molto meglio è opinabile, dipende da tante cose. L’Inter sembrava in fuga e invece è caduta. Non dobbiamo cullarci sulla loro condizione precaria perchè anche in passato hanno dimostrato di saper reagire. Mourinho ha passato tanti di questi momenti, sa come gestirli”

Occhi puntati sul Frosinone. Sentite la pressione?
“L’ho detto prima, bisogna tapparsi le orecchie e affrontare le gare in una determinata maniera. A me non cambia nulla, non ho mai guardato il lato negativo delle cose ma ho sempre pensato a raggiungere all’obiettivo. Non bisogna legarsi al dito ciò che si è letto, bisogna affrontare le cose con ottimismo”

Bourabia e Reinier possono giocare dall’inizio?
“Tutti possono cominciare dall’inizio perchè hanno migliorato la loro condizione. A livello tattico devono crescere ma parlo spesso con loro. L’altro giorno con la Fiorentina abbiamo sbagliato delle cose che dobbiamo migliorare. Ogni gara ha la sua insidia. Questi ragazzi per crescere devono anche poter giocare. Detto questo la formazione ancora non la so”

Possibile il passaggio a tre in difesa? Caso e Soulé dall’inizio?
“Tutti potrebbero far male alla Roma, ci sono calciatori che hanno più qualità nell’uno contro uno ma bisogna guardare una serie di cose. Loro per me non sono monopasso, hanno tante qualità per me in diversi calciatori. Bisogna conoscere chi si ha davanti, ma non possiamo fossilizzare l’attenzione solo su Lukaku e Dybala. Dobbiamo difendere con il giusto atteggiamento. Tra i difensori solo Romagnoli è in dubbio. Garritano anche ha un problema mentre chi non c’era contro la Fiorentina non ci sarà nemmeno domani”

Il Frosinone ha giocato quattro gare all’Olimpico e ha sempre perso. Pronto a cambiare questo dato?
“Meno male che non sono scaramantico (ride, ndr). Noi viviamo per queste gioie e per trascinare i tifosi come loro ci stanno trascinando. Dobbiamo avere il desiderio di far male alla Roma, poi non so cosa succederà”

Seconda gara in quattro giorni. Facile vedere più errori?
“Gli errori fanno parte della vita. Chi sbaglia meno vince la gara per me. Quando noi prendiamo gol ci diamo le colpe, quando li facciamo ci diamo i meriti e gli altri fanno lo stesso. Poi ci sono calciatori che possono spostare le gare e la Roma ne ha qualcuno in più di noi”

Emozionato di tornare all’Olimpico?
“Non lo so non ci sto ancora pensando più di tanto. Per ora sto pensando solo al Frosinone. Rimarrà sempre intanto l’amore per quell’ambiente ma per ora sto pensando solo al Frosinone”

Soddisfatto del rendimento di Oyono e Marchizza?
“Al momento sono fortunati di non avere competitor in quel ruolo. L’unico che può giocarci Monterisi con caratteristiche differenti. A sinistra a volte ho provato Garritano perchè è molto duttile, magari interpretando il ruolo in mod diverso. Soddisfatto in fase offensiva, in quella difensiva dobbiamo crescere ma a livello di squadra perchè abbiamo concesso troppo”

Preserverà gli acciaccati in vista del Verona?
“Sto pensando solamente alla gara di domani. A volte non sò nemmeno chi è l’arbitro. Bisogna pensare gara per gara”

La pressione che ha la Roma potrebbe creargli problemi?
“Non penso perchè sono convinto che saranno dalla parte della squadra conoscendo l’ambiente. Chiaramente dipenderà da noi cambiare questo mettendoli in difficoltà. Per sopperire al gap questa squadra deve continuare ad avere quel ritmo avuto dall’inizio della stagione”.

Vedi tutti i commenti (1)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

    Tutti i commenti