FOTONOTIZIA – La Roma di Luis Enrique porta a casa i primi tre punti casalinghi della stagione, battendo per 3 a 1 l’Atalanta di Colantuono allo Stadio Olimpico. Il nostro Roberto Tedeschi ha immortalato la vittoria della squadra giallorossa di fronte al presidente DiBenedetto e ai propri tifosi.

La Roma cerca la giusta concentrazione prima dell’inizio del match: nello scatto il mental coach Llorente è a colloquio con Simplicio, Pjanic e De Rossi

…Il centrocampista giallorosso sfoggia un tatuaggio molto particolare sul polpaccio

Gli uomini di Luis Enrique partono forte: De Rossi, con un bellissimo lancio, pesca Bojan all’interno dell’area di rigore. Lo spagnolo controlla e con il sinistro supera Consigli: 1-0 Roma!

L’ex attaccante del Barcellona può liberare tutta la sua gioia per il suo primo gol in giallorosso…

…e riceve quindi l’abbraccio di Osvaldo

Proprio l’italoargentino è autore della seconda rete della Roma. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, l’attaccante controlla il pallone in area, supera Consigli con un pallonetto ed appoggia a porta vuota: terza rete per il numero 9 della Roma

Francesco Totti è stato ancora una volta uno dei protagonisti della nuova Roma: il Capitano ha incantato il pubblico dell’Olimpico con giocate di immensa qualità: eccolo mentre conclude verso la porta dell’Atalanta

Tuttavia nel secondo tempo un piccolo problema muscolare lo costringe a lasciare il campo…

il numero 10 giallorosso, dopo aver lasciato il posto a Pizarro,  spiega a Luis Enrique il problema toccando il punto infortunato

L’allenatore spagnolo, come al solito, partecipa intesamente alla partita guidando i suoi dalla panchina

Il gol di Denis all’inizio del secondo tempo riapre momentaneamente la partita che però viene chiusa sul 3-1 da Simplicio: il brasiliano raccoglie l’assist di Pjanic e supera Consigli con un pallonetto…

…e viene festeggiato dai compagni…

…e Luis Enrique può finalmente gioire per il primo successo casalingo della sua squadra

De Rossi, autore di un’altra grande prestazione, raccoglie (e ricambia) l’applauso della Curva Sud

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here