Foto Tedeschi

FONSECA MOURINHO – L’ex allenatore della Roma, Paulo Fonseca, torna a parlare in un’intervista al quotidiano inglese The Telegraph. Tra i temi, anche l’esperienza biennale in giallorosso e l’annuncio di José Mourinho quando il tecnico era ancora sulla panchina della Roma: “In alcuni paesi forse non è normale, ma è normale in posti come la Germania un annuncio di un allenatore 6-8 mesi prima. Sapevo già che Tiago Pinto avrebbe scelto José Mourinho. È stato un processo chiaro per me. José ha avuto un ottimo atteggiamento con me. Mi ha chiamato e parlato e non ci sono stati problemi”.

Sul mancato approdo al Tottenham

“Tottenham? L’accordo era fatto, non era stato annunciato ma avevamo pianificato i calciatori nel pre-campionato. Ma le cose sono cambiate quando è arrivato Paratici, su alcune idee non eravamo d’accordo e ha preferito un altro allenatore – ha spiegato l’ex tecnico della Roma – Ho alcuni principi. Volevo guidare una grande squadra, ma voglio un progetto giusto e una società in cui le persone credano nelle mie idee, nel mio modo di giocare. E questo non è successo con l’amministratore delegato”. “Costruire una squadra che giochi un calcio propositivo e d’attacco, non posso essere diverso: tutte le mie squadre avranno queste direttive – ha concluso Fonseca – Alla Roma o allo Shakhtar in Champions League non ho mandato la mia squadra a difendere vicino all’area di rigore contro i club più forti”.

2 Commenti

Comments are closed.