Fermo immagine, Roma-Torino: Dybala, m’illumino d’immenso

Giacomo Emanuele Di Giulio
26/02/2024 - 20:58

Continua l’appuntamento con la rubrica di Paolo Marcacci al termine delle partite della Roma. Ogni post-gara un commento su quanto mostrato dagli uomini di Daniele De Rossi

Getty Images
Fermo immagine, Roma-Torino: Dybala, m’illumino d’immenso

ROMA TORINO MARCACCI – Continua l’appuntamento con la rubrica di Paolo Marcacci al termine delle partite della Roma. Ogni post-gara un commento su quanto mostrato dagli uomini di Daniele De Rossi.

Dybala, m’illumino d’immenso

Nella serata del peggior primo tempo della Roma di Daniele De Rossi, la miglior partita stagionale (soltanto?) di Paulo Dybala. Un Torino coriaceo e a tratti molto pericoloso, perché bisogna dirlo, una Roma abbastanza disorientata ed esposta alla pressione agonistica dei granata ma, come una punteggiatura sublime che scandisce un discorso balbettante, ogni volta il piede dell’argentino ha ridisegnato il destino all’interno della partita, a cominciare dal solito, chirurgico rigore. Il gol più pesante, non sappiamo se il più bello di stasera perché ci resta il dubbio ma il più pesante sì, è senza dubbio il secondo, realizzato come un lampo di bellezza senza preavviso nel buio di una fatica estrema che la squadra stava facendo per contenere un Toro sempre più in fiducia. Palla controllata all’altezza dei ventotto – trenta metri, sul lato di centro sinistra; nessuna esitazione nelle intenzioni circa la conclusione, poi la meraviglia che non ti avverte e nemmeno bussa alla porta: la bacia, semplicemente, la porta, in quello spicchio di rete nell’angolino basso alla destra di Milinković – Savić, che i guanti può adoperarli soltanto per applaudire, pur avendo intuito la traiettoria.

Per il terzo gol, con la preziosa collaborazione di un Lukaku entrato da poco in versione suggeritore, il beato Paulo vede un angolo di tiro laddove otto attaccanti su dieci vedrebbero solo una linea di fondo: la traiettoria verso il palo più lontano è il bacio di un amante rubato agli sguardi del resto del mondo.

Nel prosieguo la Roma fino alla fine soffre e spesso s’offre, ma a veder più (giallo)rosso del Toro è stato Dybala, che ha regalato se stesso a un popolo sempre più grato.

Paolo Marcacci

Vedi tutti i commenti (1)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

    Tutti i commenti

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...