Kutesa c’è sempre, Belotti e la chance in Europa: Servette-Roma all’attacco

Marco Guerriero
29/11/2023 - 11:44

In casa del Servette, la Roma cerca il pass per superare l'ostacolo girone in Europa League. Ecco il faccia a faccia tra Kutesa e Belotti

Kutesa c’è sempre, Belotti e la chance in Europa: Servette-Roma all’attacco

Vietato pensare che sia già tutto finito. A Praga la situazione è stata abbastanza compromessa, ma mancano ancora due appuntamenti per delineare il quadro del girone. Mentre lo Slavia è impegnato a Tiraspol in casa dello Sheriff, chiamato in qualche modo a vendicare il 6-0 subito all’andata, la Roma fa visita al Servette in occasione della quinta giornata. Dopo la vittoria contro l’Udinese, la squadra giallorossa vuole tornare al successo anche in Europa League.

Stesso punteggio dei cechi ma sotto per una peggiore differenza reti, gli uomini di Mourinho non possono permettersi di sbagliare il match in Svizzera. Basta un pareggio per strappare la qualificazione alla prossima fase ad eliminazione diretta. Come dichiarato più volte, l’obiettivo è il primato nel gruppo G, che permetterebbe di saltare il turno dei play-off. Intanto, però, la compagine capitolina e finalista della scorsa edizione può cominciare a mettere il primo mattoncino.

Servette, Dereck Kutesa

La carriera di Dereck Kutesa è un cerchio che si chiude perfettamente. Esordisce con il Servette nel 2014 per poi iniziare un lungo pellegrinaggio tra Svizzera, Francia e Belgio. Nel 2022 ecco il ritorno a Ginevra, dove l’attaccante dimostra di essere un elemento imprescindibile. Basti pensare che in questa stagione non ha ancora saltato una partita, collezionando 25 presenze totali, 4 gol e 3 assist. L’angolano rappresenta un vero e proprio jolly per mister Weiler. In Europa League, ad esempio, ha giocato da esterno su entrambe le fasce e anche da punta centrale.

Nonostante la posizione in campo, il feeling di Kutesa con la rete non è mai stato dei migliori. In carriera, infatti, è stata sfiorata a malapena la doppia cifra. Risulta molto più efficace, invece, quando si trova in fase di rifinitura. Nell’ultima uscita contro il Grasshopper ha registrato 3 passaggi chiave, il più alto tra i calciatori in campo, e nella debacle all’Olimpico è stato comunque l’unico a calciare verso la porta giallorossa, rivelandosi il più pericoloso.

Roma, Andrea Belotti

La partita in Svizzera potrebbe essere l’occasione di rivedere Andrea Belotti dal primo minuto. Dopo l’inizio di stagione scoppiettante, il Gallo ha ceduto il posto a Lukaku e nelle ultimissime uscite anche Azmoun ha guadagnato più spazio. L’Europa League, però, è territorio di caccia del centravanti ex Torino, che già durante la scorsa annata, mentre in campionato è rimasto a quota zero, ha siglato 3 reti in 14 match. In questa stagione l’attaccante risulta, insieme a Paredes, il secondo assistman della squadra (3) dietro a Dybala (4) in Serie A.

Tra le fila della rosa di Mourinho, inoltre, è il quinto giocatore ad aver tentato più conclusioni (13) e il terzo per tiri verso lo specchio della porta (6). Il mister portoghese l’ha sempre protetto, anche quando le prestazioni latitavano, e adesso sta raccogliendo i frutti di questo lavoro. Un aspetto in cui il giallorosso è migliorato riguarda il dribbling. In campionato, infatti, ne ha completati il 56%. Da non dimenticare il solito spiriti di abnegazione con 42 duelli vinti (sesto della rosa) e 17 falli subiti in campionato.

Marco Guerriero

SEGUI ROMANEWS.EU ANCHE SU INSTAGRAM!

Scrivi il primo commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...