24 Novembre 2022

Spareggio Europa League: l’avversario della Roma e come arrivano i giallorossi al play-off

Foto Tedeschi

Nella scorsa stagione la Roma ha vinto la Conference League e, anche se per molti a livello europeo può sembrare una coppa di livello inferiore, per i tifosi della Roma è stato un grande risultato, confermando inoltre come Mourinho rimanga un allenatore molto vincente nelle competizioni europee. In questa stagione la Roma è in Europa League e i tifosi sperano di ripetere il risultato europeo ottenuto nella scorsa: purtroppo però il girone eliminatorio ha visto la Roma arrivare al secondo posto dietro al Betis che non dà accesso al turno successivo, ma costringe la Roma agli spareggi play-off per conquistare un posto agli ottavi di finale. In questo spareggio si troverà di fronte il Salisburgo appena retrocesso dalla Champions League, complice il suo arrivo al terzo posto nel proprio girone. Quante saranno le possibilità di superare questo spareggio play-off possiamo analizzarlo grazie alle indicazioni dei maggiori bookmakers che troviamo su sitiscomesse.com. Sicuramente i tifosi della Roma sperano che la propria squadra superi questo spareggio per cercare di fare più strada possibile anche in Europa League.

L’avversario

Come abbiamo già anticipato, nei play-off di Europa League la Roma si troverà di fronte il Salisburgo, che fa parte delle galassie delle società legate all’azienda Red-Bull: le squadre targate Red-Bull puntano molto sui giovani, infatti l’età media della squadra è di 24 anni. Il loro allenatore è Matthias Jaissle ex difensore dell’Hoffenheim che purtroppo a causa di gravi infortuni è stato costretto a smettere di giocare all’età di 26 anni. Il modulo utilizzato dal Salisburgo è il 1-4-3-1-2. Il Salisburgo come detto è una squadra giovane, che comunque tra le proprie file annovera degli elementi molto interessanti. Il reparto più forte è l’attacco, ruolo in cui l’allenatore può contare su Sesko (gigante sloveno che nella prossima stagione giocherà nel Lipsia), Adamu (già autore di 11 reti in questa stagione) e Okafor (anche lui gai in doppia cifra in questa stagione con 10 goal). In mezzo al campo le chiavi della squadra sono affidate al giovane Gourna-Douath che nonostante i 19 anni guida la squadra come un veterano. Nel reparto difensivo il punto di forza del Salisburgo è il difensore centrale serbo Pavlovic (che vanta anche 21 presenze in nazionale). Ma come ogni squadra anche il Salisburgo mostra dei punti deboli, si vedano ad esempio le corsie laterali, dove sia Dedic che Ulmer rappresento gli anelli deboli del Salisburgo.

Come arriverà la Roma a questo play-Off?

È chiaro che da qui alla disputa delle gare di andata e ritorno del play-off che si disputeranno a febbraio, molte cose possono cambiare e bisogna tener conto di tutto ciò degli eventi che vi saranno in questi tre mesi: dapprima si disputerà un mondiale, con una relativa sosta per i club Italiani, visto che l’Italia non parteciperà al mondiale. Poi ci sarà il mercato di gennaio e la Roma da qui ai play-off, potrà recuperare e contare su alcuni giocatori infortunati come Wijnaldum che purtroppo ad oggi ancora non ha potuto dimostrare ai tifosi della Roma il suo valore, visto che si è infortunato subito dopo essere stato acquistato nel mercato estivo. Certamente Wijnaldum è un giocatore che con la sua esperienza internazionale può dare un grosso contributo in queste partite europee, inoltre la Roma avrà modo di recuperare anche Dybala che in questo inizio di stagione, prima dell’infortunio, è stato l’arma in più dei giallorossi. I tifosi confidano molto nelle giocate di Dybala per poter superare questo play-off e andare avanti nella competizione di Europa League. Poi bisogna tener conto anche del calciomercato di gennaio che porterà un nuovo rinforzo nella rosa della Roma, ossia Solbakken, attaccante del Bodo Glimt che da gennaio sarà agli ordini di Jose Mourinho. L’esperienza ed il carattere di Wijnaldum, con l’aggiunta della trazione anteriore di Dybala e Solbakken, possono aumentare di molto le opportunità della Roma di superare questo play-off, poi c’è quella carta in più data dai tifosi che non faranno mancare il loro appoggio sia nella partita di andata il 16 febbraio 2023 a Salisburgo, che in quella del ritorno il 23 febbraio 2023 all’Olimpico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

1 commento

  1. Oste astemio ha detto:

    Se rimaniamo combinati così male ci massacrano