Foto Tedeschi

ROMA DYBALA JUVENTUS – Ieri allo Stadium è finita l’avventura di Paulo Dybala con la Juventus. L’attaccante argentino lascia la squadra bianconera dopo 7 stagioni a partire 2015. Secondo quanto riportato dal sito de La Repubblica, la squadra più vicina all’argentino è la Roma. Josè Mourinho ha già detto si al suo acquisto. La “Joya” sembrava vicino ai nerazzurri ma ieri ha detto ai tifosi bianconeri che “All’Inter non andrò mai”. L’argentino è stato abbracciato da tutti i suoi compagni alla fine del match contro la Lazio e sollevato in trionfo. Per lui un’alluvione di lacrime che lo hanno sommerso di fronte ad un pubblico, quello juventino che alla fine ha pianto insieme a lui nel momento più intenso della serata. Oltre alla Roma, ci sono sirene spagnole ed inglesi per il numero 10 della Juventus anche se non sembra esserci fila per lui. Molti lo stimano ma in tanti pensano che lui non sia un vero trascinatore ed un campione e per questo sembrano restii all’acquisto del trequartista.

Dalla Spagna si parla di Inter o Atletico

Notizie diverse arrivano da AS. Per il quotidiano spagnolo il calciatore argentino sarebbe diviso tra Inter e Atletico Madrid. La squadra di Simeone aveva già provato ad acquistarlo nel 2015 direttamente dal Palermo prima del suo arrivo alla Juventus. Il ds madrileno, Andrea Berta, non ha mai perso d’occhio il numero 10 ed è pronto ad incontrare il suo entourage per capire i margini di manovra.

Leggi anche:
Sarri: “Dybala? Chiedete a Lotito”

10 Commenti

  1. “Molti lo stimano ma in tanti pensano che lui non sia un vero trascinatore ed un campione e per questo sembrano restii all’acquisto del trequartista.”

    E perché la Roma, di grazia, dovrebbe pensarla diversamente?!

  2. Magari venisse ci farebbe fare il famoso salto di qualità, però mi domando, verrebbe anche in una Roma fuori dalla Europa ho paura che il pareggio contro il Venezia assurdo troppo caro ci costerà

  3. Non voglio sembrare cinico, ma le lacrime versate ieri da Dybala – certamente autentiche, per l’amor del cielo – si sarebbero potute tranquillamente evitare se lui ed il suo entourage avessero abbassato le assurde pretese di ingaggio, avanzate in sede di trattativa per il rinnovo.
    Perchè poi succede – persino alla Juve! – che a forza di tirare la corda questa si spezzi!
    Ma visto che il buon Paolino non ha fatto sconti alla sua “amata” Juve, perché – di grazia – dovrebbe farli alla Roma!?!?!?
    E’ così difficile rendersi conto che si tratta solo di una speculazione giornalistica o messa in piedi dai procuratori?
    Sono dell’dea che pensare di vederlo in giallorosso sia una mera illusione, che oltretutto non credo giovi a nessuno.
    Alimenterebbe, infatti, speranze infondate che, una volta (ovviamente) disattese, si tramuterebbero in risentimento verso una proprietà che invece andrebbe solo ringraziata.

    • Allo stesso tempo è anche l’unico giocatore veramente forte realmente “prendibile” dalla Roma. L’unico modo che abbiamo per prendere i giocatori forti è prendere quelli con contratto scaduto a parametro zero, non ne vedo molti altri oltre a Dybala. Sennò si rimane qui a galleggiare tra il quinto e il decimo posto, lo sanno anche loro.

      • Il Milan dimostra che, senza prime scelte assolute ma con giocatori di prospettiva, nei quali si creda e che si sia disposti ad aspettare (Leao, Theo Hernandez, Maignan, Tomori non li conosceva nessuno ed in molti storsero il naso quando furono acquistati) in pochi anni di possono scalare i vertici e competere ai massimi livelli.
        Nessuno discute il livello tecnico di Dybala, ma solo la sostenibilità economica di un investimento del genere. Che non è alla portata di questa Roma.

  4. Io diffido sempre dei giocatori ripudiati dalla Juve. Oltretutto chiede un ingaggio mostruoso e comunque eviterei di parlare di mercato alla vigilia di due gare da vincere a tutti i costi.

  5. Purtroppo sono chiacchierate che non vale la pena di iniziare perchè non verrà mai a Roma. Ha gli ultimi 3/4 anni ad alti livelli e vorrà farli in qualche squadra dove può giocare almeno la Champions o sognare di vincerla, sicuramente preferirà essere uno dei tanti in uno squadrone piuttosto che un eroe a Roma, Sabatini forse sarebbe stato capace di convincerlo, riuscì a strappare Dzeko dal City a 29 anni. Poi chiede 8 milioni a stagione, altro motivo per cui è un affare che non potrà mai concludersi

Comments are closed.