13 Novembre 2022

Dybala: “Avevo tanta voglia di giocare oggi, ho fatto di tutto per esserci”

Le dichiarazioni di Paulo Dybala al termine di Roma-Torino, match valido per la 15a giornata di Serie A

Foto Tedeschi

Tutte le dichiarazioni del giallorosso in occasione di Roma-Torino, match valido per la 15a giornata di Serie A.

Le parole di Dybala a DAZN

L’ovazione dello stadio quando ti sei alzato per fare riscaldamento..
“Si l’affetto della gente dal primo giorno è stato incredibile e io avevo tanta voglia di giocare oggi. In questi giorni ho lavorato tantissimo per esserci, mi sarebbe piaciuto rientrare prima ma non sono riuscito a farlo. Ho detto al mister di essere disponibile, anche se c’era la convocazione per il mondiale, volevo aiutare la squadra.”

Come ti senti?
“Ho cercato di essere al massimo per la squadra, per la partita di oggi e per quello che sta per arrivare (il mondiale). Ho cercato di stringere al massimo i tempi e ci sono riuscito.”

Dovevi calciare tu il rigore?
“No, non c’era scritto chi doveva calciarlo. C’è stato uno sguardo con Belotti, si sentiva di calciarlo e io l’ho lasciato. E’ un attaccante che ha segnato tantissimi gol, purtroppo oggi l’ha sbagliato ma può succedere.”

Come avete reagito e vissuto le ultime ore?
“Io non c’ero, non l’ho vissuto dal vivo. Poi ho parlato con i miei compagni nello spogliatoio e tante cose rimangono tra noi. Dobbiamo stare uniti e noi saremo vicini a qualsiasi calciatore che faccia bene, male, che sarà criticato o no.”

L’entusiasmo di giocare il mondiale..
“So che per l’Italia è dura, non è solo questo mondiale ma è anche il passato. Tra Italia e Argentina c’è tanto affetto. Il Mondiale si gioca ogni quattro anni quindi non c’è bisogno di spiegare l’entusiasmo.”

La Joya a Sky Sport

La scossa sugli spalti, in campo, in panchina. Te la senti la responsabilità?
“Cerco sempre di dare il meglio di me per cambiare le partite. oggi eravamo in svantaggio, mancavano pochi minuti ed è normale che una squadra cerca di difendere il risultato. Noi abbiamo cercato dare qualcosa in più negli ultimi minuti, penso che sarebbe stato meglio reagire prima per avere qualche possibilità di vincerla. Abbiamo dato l’ultimo per cercare i tre punti.”

Cosa manca alla Roma?
“Credo che più che qualità, dobbiamo avere più energia. non possiamo aspettare che accada qualcosa per accenderci. Oggi nel primo tempo abbiamo cercato tanto la palla lunga, loro sono molto fisici in difesa e abbiamo sofferto un pò. Credo che in generale, non solo in questa partita, dobbiamo avere più personalità e non avere paura perchè se no così diventa più difficile.”

Tutti pensavano che andasse Dybala sul dischetto. Poi invece?
“Ha tirato Belotti, penso che tutti l’avete visto (sorride).”

Come ti senti?
“Non ho paura, sto bene, ho lavorato tantissimo per esserci e ho detto al mister che avevo voglia di stare con la squadre ed ero disponibile se lui voleva.”

Hai giocato con grandi attaccanti in carriera. Ora ne hai uno in grande difficoltà, che è sulla bocca di tutti, Tammy Abraham. Come lo vedi tu?
“Tutti sappiamo come vivono i momenti i centroavanti. Sappiamo che quando non fanno gol sono i primi a essere criticati e poi quando fanno gol zittiscono tutti. La scorsa partita quando ha segnato è successo. Oggi non avendo avuto possibilità, ovviamente molte delle critiche sono su di lui ma noi dobbiamo essere bravi ad aiutarlo e dargli la possibilità che possa segnare anche più facilmente.”

Senza di te la Roma ha fatto fatica..
“Ovviamente ho guardato ogni partita, credo non sia stato il miglior gioco, non abbiamo trovato grandi giocate e grandi combinazioni. Credo che oggi la partita dopo il secondo tempo si è basata tanto sulle emozioni, siamo andati più sul risultato della partita che per quello che dovevamo fare ma spesso capita. Abbiamo giocato partite bene e abbiamo perso e abbiamo giocato partite male e abbiamo vinto. Ora dobbiamo lavorare bene perchè dopo il mondiale inizia un nuovo campionato.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.