7 Novembre 2022

Di Canio: “Mourinho ha riportato entusiasmo ma la sua Roma ha tanti problemi”

Le parole di Paolo Di Canio su Josè Mourinho dopo la sconfitta della Roma nel derby contro la Lazio

La vittoria della Lazio nel derby ha permesso ai biancocelesti di riportarsi sopra la Roma ed in terzo posto in campionato. Questa è stata la seconda stracittadina persa da Josè Mourinho delle tre giocate. Di lui è tornato a parlare l’ex attaccante della Lazio, Paolo Di Canio a “Sky Calcio Show”. Queste le sue parole.

Le parole di Di Canio su Mourinho

“Mourinho ha riportato entusiasmo a Roma ma per il resto questa squadra ha tanti problemi. La Roma non ha la qualità per uscire con la palla dal basso, non è addestrata per quello. Ha dei problemi evidenti a livello tecnico-tattico. Contro la Lazio ha fatto due tiri in porta con Zaniolo e la traversa se non fosse stata deviata sarebbe stato un passaggio al portiere. Poi non ha più tirato verso lo specchio, perché è stata brava la Lazio. La verità è che la Roma contro Napoli e Lazio non è riuscita a fare in tiro in porta e questo evidenzia i problemi tattici. Poi restano lassù in zona Champions anche per un po’ di fortuna”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 commenti

  1. Giorgio ha detto:

    Purtroppo e sottolineo purtroppo non gli si può dare torto.
    E lui seguendo da vicino il calcio inglese ce lo disse da subito che era un allenatore arrivato al capolinea.
    Poi con Mourinho e la sua chiacchiera ancora tagliente sarà stato fatta anche una gran operazione di marketing e questo è innegabile visto che lo stadio è sempre pieno, ma se si continua a giocare così male e soprattutto a perdere tutti gli scontri diretti in casa presto i settantamila dello olimpico diventeranno un bommerang che ti Verrà come un ciclone addosso inizieranno a fischiare e Mourinho a quel punto dovrà prendere atto e andarsene

  2. Frank ha detto:

    Siamo tecnicamente scarsi, con 3 centrali di difesa, non i grado di avviare il gioco dal basso come vorrebbe MOU; troppi passaggi sterili per quasi metà partita tra Mancini, Smalling e Ibanhez. Poi centrocampo inesistente dove oltre alle lumache Matic e Cristante (il primo meglio del secondo), c’è solo il poco tecnico, ma coraggioso Kamarà a cercare di arginare gli avversari. MOU deve tornare alla difesa a 4 (cioè con 2 soli centrali in difesa) e togliere Kasdorp che non giocava con Fonseca, quindi avremmo in campo 2 giocatori in più rispetto ad ora!

  3. BAH!!! ha detto:

    Aspettiamo che la Lazio vinca la coppa dei perdenti e poi ne riparliamo !!!
    Su, Di Canio, certo, Sarri è meglio !!
    A calci nel lato b, da club che contano, ne ha presi di più ed ha vinto di meno !!!

    • gianni75 ha detto:

      Ma che cosa ce ne frega della lazio? E’ troppo aspettarsi dopo un anno di Mourinho una qualità di gioco migliore? In estate non credo di esser stato il solo ad aver avuto aspettative differenti……… Vedo un calcio scolastico anni 70′ ….. Vinci ed esce un attaccante per un difensore, perdi ed esce un difensore per un attaccante….. 3 passaggi di fila una chimera….. le solite giustificazioni l’arbitro le assenze e la stanchezza….. le altre squadre invece utilizzano pozioni magiche ….. A fine derby l’unica cosa che riesce a dire è che è mancato Dybala, ma per cortesia….

  4. asr ha detto:

    marco e domi, purtroppo giorgio ha ragione, non puo’ scrivere una critica a mourinho che subito dovete gridare al laziale… fino ad un anno e mezzo fa’, gli allenatori venivano massacrati per molto meno e in molto meno tempo, ora mourinho e’ intoccabile…bha

  5. marco trionfale ha detto:

    A Roma ormai non si può più parlare di calcio.
    Esiste solo Mourinho, che addirittura non si può non dico criticare ma nemmeno nominare.
    Esiste l’inno cantato che da emozione e non più la prestazione.

  6. Secco ha detto:

    Io non voglio commentare.,. Voglio fare solo una domanda …
    Quale allenatore con questi giocatori (senza dybala e wijnaldum ) e in queste condizioni (Pellegrini non può giocare così è deleterio) potrebbe fare meglio?
    Ibanez Mancini Cristante karsdorp Pellegrini cosi
    Zalewsky fuori ruolo.
    Aspetto una risposta.. ciao forza Roma

    • giuseppe84 ha detto:

      ma perchè non si può giocare a pallone con i giocatori che hai? Il grande bluff di mourinho è proprio questo, per mantenere la solidità difensiva palla lunga e pedalare, difesa bassissima con un recupero palla al limite della tua area di rigore e pallonate alla ricerca di fortuna…..
      Ma solo ieri hai giocato così? Lecce, Cremonese, Empoli, Verona, Monza, Napoli …… Hai visto differenze?

  7. marco trionfale ha detto:

    Continuiamo a costruirgli alibi , oltre a quelli che già tita fuori lui ( i fuori rosa, le riserve, i primavera, gli arbitri, il var , gli infortuni ). Lui ha portato o comunque conosceva Oliveira e Matic , lui continua ad insistere con due difensori (Mancini e Ibanez) improponibili in nessuna squadra che lotta per CL , adesso scaricherà pure Abraham pur di pararsi , ha già bruciato Felix e spero non lo faccia con Volpato ma soprattutto : NON E’ RIUSCITO FINO ADESSO a dare uno schema logico alla squadra , solo ripartenze …. e potremmo continuare. Però almeno niente scuse da parte dei tifosi. lasciamogliele a lui

  8. netzer ha detto:

    un teppista con gli scarpini, lo definì carletto zampa.
    non è cambiato, rancoroso e avvelenato con la vita, ma se ha avuto una certa infanzia non è certo colpa di Mourinho.

  9. guidone ha detto:

    Tutti contro Mou, e non solo lui se ne frega, ma ce ne freghiamo anche noi che vedono la sostanza: con lui abbiamo iniziato a vincere, con tutti gli altri no. Il solo punto che deve entrare in testa a tutti noi è che lui vuole i campioni, lo ripeto con calma: lui v u o l e i c a m p i o n i !! ossia il suo (non)gioco serve a non incassare gol, e grazie a giocatori degni di questo nome, le volte che si costruisce una occasione si segna e si portano a casa i tre punti.
    Ha vinto solo una 25ina di titoli in questa maniera, vogliamo pensare che sia stata fortuna o una precisa idea di calcio?
    Se poi invece volete come allenatore uno dei tanti “figli sfigati di Guardiola” (Sarri compreso, che ha vinto solo quando aveva scarsoni tipo Dybala e CR7 in squadra) si fanno belle partite, magari si vince anche qualche derby, ma poi in bacheca zero tituli.
    Ergo la vittoria passa per investimenti sui giocatori. Mi sembra che i Friedkin stiano provvedendo anno dopo anno a questo. Fiducia, guardare solo avanti, tifare e Forza Roma 🙂