Delvecchio: “Contro la Lazio davo sempre il meglio di me. Il derby qui è 10 volte più sentito di quello di Milano” (VIDEO)

Giacomo Emanuele Di Giulio
03/04/2024 - 21:04

L'ex attaccante giallorosso parla di derby in vista della sfida di sabato prossimo delle ore 18

asroma.com
Delvecchio: “Contro la Lazio davo sempre il meglio di me. Il derby qui è 10 volte più sentito di quello di Milano” (VIDEO)

DELVECCHIO ROMA PODCAST – Continuano i podcast della società giallorossa. Questa volta a partecipare è Marco Delvecchio. L’ex attaccante giallorosso è il secondo nella storia per numero di gol realizzati nei derby di Serie A ed è anche il testimonial della maglia speciale che indosseranno i giallorossi sabato. Di seguito le sue parole.

Le parole di Marco Delvecchio

Elegantissimo con questa nuova maglietta
“Con questa posso andare dappertutto, porte aperte”.

Il backstage?
“Mi sono trovato benissimo, quando c’è la compagnia giusto uno si sente a proprio agio e ci si diverte”

Che sensazione fa metterti questa maglia?
“Da una parte una bella sensazione ma dall’altra anche brutta, perché so che non potrò più giocare data l’età. La maglia della Roma mi ricorda sempre grandi momenti ed emozioni”.

Che effetto ti fa tornare a Trigoria? Da quanto non tornavi?
“Sono tornato tre settimane fa dopo 10-15 anni. Qui è cambiato tutto, le strade, non sapevo più dove girare per venire. alla fine ho trovato la strada e anche qui non mi ricordavo perché è cambiato tutto, in meglio”.

Che legami hai con la Roma?
“Il calcio non lo seguo tantissimo ora, però la Roma sempre. Se devo uscire iol sabato o la domenica esco, se c’è la Roma no. Stessa cosa giovedì, speriamo il prossimo anno di mercoledì o martedì”.

Il derby di Roma e quello di Milano?
“Non c’è paragone. Il derby di Milano lo senti quando arrivi allo stadio la domenica, ma il derby di Roma lo inizi già a vivere un mese prima del derby. Un’altra storia, altre tifoserie, altri sfottò, altri colori: è un derby sentito 10 volte di più rispetto a quello di Milano”.

Hai segnato 9 gol ai derby contro la Lazio, ti trasformavi.
“Bisogna avere anche un po’ di fortuna e io avevo la fortuna e la bravura nel segnare sempre nel derby. La sentivo come partita, era importante e tutti ci tenevano. Riuscivo a dare il meglio di me”.

C’è stato un derby in cui è scattato qualcosa in te?
“Il primo che ho fatto nel derby ho detto ok, ho fatto gol al derby. Poi c’è stata una doppietta e un’altra doppietta. Da lì ho capito che il derby era cosa mia, gli altri gol sono venuti di conseguenza”.

C’è un derby a cui sei legato?
“Quello che ricordo con più emozione è il primo (98-99). Abbiamo vinto dopo diversi derby persi. Quello prima avevamo pareggiato da 3-3 da 3-1 per loro ed era praticamente un altro derby perso. Il primo derby 90’-99’ è stato il crocevia che ci ha fatto vincere tanti derby dopo”.

Come vivevi i giorni che precedevano il derby nel passato?
“In queste partite non c’è bisogno di stimoli, ti caricano a prescindere. Io non vedevo l’ora che arrivasse il derby e mi dicevo “pensa se faccio gol un’altra volta”. Volevo prendermi la scena e non vedevo l’ora”.

Ti vai rivedere ogni tanto i tuoi gol nel derby?
“Quando c’è il derby di solito fanno vedere i derby passati e quindi li vedo. Però non sono uno a cui piace vedere i gol, mi fa piacere però non ci vado spesso. Ogni tanto esce qualche filmato dei miei gol e li vedo sempre”.

Ora devi scegliere i 5 gol più belli nei derby

(Il gol nel derby di andata nella stagione 1998-99): “Sembra un gol facile, però ero sicuro che prendesse la palla Marcheggiani. La palla stava sfilando via e non avevo il tempo di prenderla con il destro e quindi mi sono buttato di esterno sinistro, con il rischio che la palla potesse scappare via”.

Anche un grande assist
“Grande pallone tagliato dietro la difesa, come andrebbero sempre messi. I palloni vanno messi così, dietro la difesa, anche rasoterra. Se il difensore interviene rischia di fare autogol o mette l’attaccante nelle facili condizioni di segnare”.

Dove lo metti questo gol?
“Al quinto posto”.

(Il gol nel derby di ritorno nella stagione 1998-99): “Questo gol ogni volta che lo rivedo mi dico sempre “sarebbe stato più bello fare il gancio qui a Nesta (mentre il difensore della Lazio scivola nel tentativo di intercettare il pallone, ndr). Questo lo metto al terzo posto”.

(Il gol nel derby di andata nella stagione 1999-2000): “Questo facile di piattone sul primo palo, non puoi sbagliare qui. Quando sento le telecronache e dicono “grande palla in profondità”: questa è una palla semplice per uno di Serie A. Nulla da togliere al passaggio di Zanetti ovviamente, dicevo in generale. Questo lo metto al quarto posto”.

Il quel derby stavate 4-0 dopo il primo tempo. Cosa vi dite al termine dei 45′?
“Finito il primo tempo stavamo rientrando e qualcuno si abbracciava come dire alla grande. Capello da dietro diceva “non è finita 4-0″. Dovevamo svenire per perdere. Per far capire quanto Capello era sempre sul pezzo”

(Il gol nel derby della stagione dello Scudetto): “Non se sia il più bello, ma quello che è rimasto più nella storia anche per le immagini di Nesta. Mi diceva sempre un po’ di fortuna per fare gol. Questo lo metto al secondo posto”.

Ci stava qualcuno che diceva che quello fosse fallo di mano.
“No, i laziali dopo la partita. Era spalla piena”.

(Il gol nel derby della stagione 2000-2001, il gol di Delvecchio di prima intenzione): “L’ho lasciato primo questo gol perché era l’anno dello scudetto e per il grado di difficoltà elevato. Questa palla che arriva da Zanetti non posso stopparla e poi ho la fortuna che va proprio nell’angolino”.

Il laziale che ti soffriva di più era Nesta.
“Sì, Nesta”.

C’era un calciatore della Lazio che soffrivi di più?
“Soffrivo tantissimo Gottardi. Come caratterisitche era diverso da me. Nesta aveva un passo lungo ed era alto come me e mi trovavo a mio agio. Gottardi era velocissimo, quando me lo mettevano addosso avevo difficoltà. Io in progressione andavo più forte di lui, ma nei primi passi era molto reattivo”.

Scrivi il primo commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...