romanews-roma-roberto-de-zerbi-bologna-sassuolo-seriea-2018-2019
Foto Getty

SASSUOLO ROMA INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni del tecnico neroverde Roberto De Zerbi in occasione di Sassuolo-Roma, match valido per la 22° giornata di Serie A.

De Zerbi a Sky

Partita perfetta del Sassuolo…
“Abbiamo fatto una grande partita. Non perfetta, perché non dobbiamo prendere quei due gol e nel secondo tempo ci siamo un po’ accontentati”.

È vero che le sue squadre durano solo un’ora?
“A Sassuolo non mi vogliono tanto bene… Non si può piacere a tutti, ma forse bisognerebbe vedere la carta d’identità della squadra e anche la mia. Dobbiamo imparare ancora tanto, perché non sappiamo gestire le partite. Per questo chiedevo di cercare il quarto e il quinto gol”.

State crescendo ultimamente, soprattutto nei terzini?
“Toljan è un giocatore importante, come gli altri nostri terzini. Per questo creano tanto. Poi noi stiamo migliorando collettivamente, ma non dobbiamo concedere cali”.

Cosa ci può dire di Boga?
“Tutti i nostri ragazzi sono in miglioramento. Devono diventare ancor più assatanati nel migliorare. Quando succederà ciò, sono convinto che la squadra mostrerà tutto il proprio talento. Ora dobbiamo concentrarci sulla Spal, così si fa”.

Queste ultime partite segnano un po’ una svolta nel campionato del Sassuolo?
“Spero che lei sia un buon profeta. Abbiamo troppo talento per non puntare più in alto. Questo è un campionato difficile, non dobbiamo sentirci al sicuro. A gennaio siamo gli unici a esserci indeboliti, perché abbiamo venduto Duncan. Quindi non dobbiamo mollare”.

Come avete preparato la partita contro la Roma?
“Noi rispettiamo tantissimo la Roma. Fonseca è un bene per il calcio italiano. I giallorossi giocano bene, hanno un’identità, quindi ci sta di riconoscere la loro forza e concedergli anche il possesso. Non potevamo aggredirli troppo alti”.

Si aspettava un rinforzo a gennaio?
“Noi abbiamo tanti infortunati di lungo periodo. Se fossero stati tutti sani, non avremmo avuto bisogno di niente. Però viste le tante assenze, qualcosa si poteva fare”.

De Zerbi a Dazn

Avete giocato in modo diverso dal solito?
“Oggi ci è venuto tutto bene, ma dipende dalla situazione. Non è che noi palleggiamo quando non ce n’è bisogno, se troviamo i varchi giusti cerchiamo sempre l’imbucata. Rispettiamo tanto la Roma per come gioca. Fonseca è una fortuna per il nostro movimento. Però noi abbiamo fatto la partita”.

Quanto siete cambiati rispetto all’andata?
“In realtà per me all’andata abbiamo fatto una buonissima partita. Però abbiamo perso troppi palloni, su cui ci sono ripartiti forte. Oggi invece abbiamo fatto una partita completa e abbiamo vinto”.

Quanto potete crescere?
“Ho appena detto nello spogliatoio che domenica prossima contro la Spal dobbiamo dimostrare chi siamo veramente. Per carità, ci sono dei motivi dei nostri alti e bassi. Siamo una squadra giovane, impostata sempre al palleggio, in un posto senza grosse pressioni. Dobbiamo alzare l’asticella”.

Tutti hanno lavorato in fase difensiva oggi…
“Sono soddisfatto di tutti oggi. Mi fa piacere di vedere la squadra crescere a livello di testa. L’aspetto psicologico viene prima di tutto, perché determina ogni situazione di gioco, non solo in difesa”.

Siete il miglior attacco casalingo del campionato…
“Non penso sia un caso, conta molto anche la qualità dei giocatori. Dobbiamo migliorare però in quelli subiti. Oggi probabilmente non meritavamo di prendere 2 gol. Dobbiamo essere ossessionati dal rendere al massimo in tutte le fasi di gioco”.